Archivi categoria: Mappe

Punti di aggregazione ep. 1

Esercizio di fanta-aggregazione: La mappa sotto mostra la parte centrale di un borgo poco noto della bassa Toscana. I punti sono messi a una distanza di due metri in quelle che sono zone di aggregazione abituali (la piazza centrale più in situazioni estive, gli altri spazi anche nel resto dell’anno).

La somma di 31+46+64+51 sarà maggiore o minore del numero dei residenti non estivi?

Colonna sonora: Silence dei Gomez

Se non ci fòssi tu…

Fra i vari dati che la Regione Toscana mette a disposizione del pubblico, troviamo il reticolo idrografico. Ogni tratto di corso d’acqua naturale o artificiale viene identificato con vari elementi, fra cui il nome (Fiume A, Torrente B, Fosso C, ecc….la Regione arriva a 59 tipi di elementi nel reticolo, di oltre 3500 km).

Dovendo fare un controllo su questi dati mi è saltata all’occhio la distribuzione di alcuni nomi, in particolare quando si tratta di fòssi. Si osserva che in alcune zone ci sono i fossi (in blu nella mappa), in altre i botri (in verde…basso pisano, parte della Val d’Elsa) e tra Firenze, Siena e Valdarno i borri (in rosso).

Le “reglie” di Cortona (in rosso nella mappa)

Facendo qualche rapida indagine etimologica, botro dovrebbe essere più antico di borro, ed entrambi di derivazione greca, mentre fosso è di origine latina. Dove la mappa è “scoperta” non è che non esistano fossi, ma si trovano nomi ancor più locali. Vedi ad esempio le reglie, che si trovano solo in parte del territorio di Cortona (AR):

Senza entrare per ora troppo nei meandri fra allaccianti, solchi e gore, un saluto (o info@pibinko.org per approfondimenti).

Cinque camminate intorno a Tatti (GR)

Nel mese di luglio 2019 sono state pubblicate alcune mappe con passeggiate semplici da fare intorno al borgo di Tatti, frazione di Massa Marittima (GR). Gli itinerari sono stati suggeriti da Auro Luti, esperto conoscitore dei luoghi, e permettono di esplorare i dintorni del paese con percorsi abbastanza brevi, mediamente sui 5 km.

Una peculiarità delle mappe è che vi potete trovare anche nomi di luoghi che non fanno parte della cartografia ufficiale, ma sono stati raccolti nei mesi scorsi tramite interviste e ritrovi con la comunità di Tatti, oltre al perimetro degli usi civici del paese.

Le mappe sono disponibili presso l’Agricampeggio Ixtlan e la Fattoria di Tatti, che si ringraziano assieme agli Usi Civici per il supporto nella realizzazione delle mappe.

Per informazioni: info@pibinko.org

Il database CLIWOC

Come brano di sottofondo per questo articolo è indispensabile “Southern Cross” di Crosby, Stills e Nash

Per la serie “risorse minori o poco note nel campo della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione libera”, ho da poco ritrovato in rete il database completo del progetto CLIWOC (Climatological Database for the World’s Oceans 1750-1850). Si tratta di un progetto europeo svoltosi fra il 2000 e il 2003 che aveva come obiettivo la digitalizzazione dei diari di bordo delle navi di varie nazioni europee in attività fra il 1750 e il 1850, al fine di estrarre principalmente le osservazioni meteo che dovevano essere registrate giornalmente. I dati riguardano prevalentemente Spagna, Inghilterra e Olanda (ci sono poi anche alcuni dati francesi, svedesi ecc.).

A parte questo, la cosa che mi affascinò de progetto quando ne sentii parlare, erano le analisi geografiche, e -avendo finalmente potuto scaricare i dati originali- le annotazioni.

Qua sotto qualche rappresentazione base (ogni punto rappresenta un giorno di una data nave, cui sono associati poi altri dati). Qualche considerazione geopolitica salta subito all’occhio. Durante l’estate vedremo di tirare fuori qualche altra chicca.

Spagna
Olanda
Inghilterra

m(‘)appare il comprensorio di Tatti (GR), 13.4.19: com’è andata?

Sotto un quasi-fotoromanzo sullo sviluppo della giornata della presentazione dei lavori per la realizzazione della mappa di comunità di Tatti, frazione di Massa Marittima (GR), sabato 13-4-2019.

Nella discussione nata a latere della composizione della mappa abbiamo avuto modo di confrontarci anche su percorsi, strategie di mobilità dolce, mobilità agrodolce, e musica dal vivo applicata alla sentieristica. Il tutto nella linea di eventi che dall’inizio di aprile sono proposti dalla rete pibinko.org, con una media di una appuntamento settimanale fra Toscana, Lombardia, Belgio e Germania.

Si ricorda il prossimo appuntamento, sabato 20 aprile a Scansano (GR) e si rimanda alla pagina calendario per vedere cosa succede più in là, per accompagnare la Jug Band dalle Colline Metallifere a m(‘)appare Stoccarda, passando per il Politecnico di Milano.

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

Interno giorno – bar affollato in orario di aperitivo, mentre qualcuno legge l’articolo che parla dell’evento su un noto quotidiano locale.

Appuntamento della mattina, pre-evento in località dei colli segreti, con alcuni rappresentati della Trecani, importante realtà editoriale interessata alle mappe di comunità à la pibinko e più in generale al m(‘)appare

Stacco su … Esterno giorno – terrazza di bar, tipo Barrino a Tatti.

Mentre bimbe sprezzanti del pericolo si cimentano con i pattini in linea a Tatti (in cui il tratto di strada in piano più lungo non arriva a 50 metri), gli adulti, con vari livelli di relazione con il paese, analizzano la carta stampata.
Dopo una prima revisione, si passa all’aggiunta di nuovi punti e toponimi.
Compaiono verso il finale dell’evento anche Oliver, noto sommellier specializzato in gèmme session, e Renzo, che la saprebbe molto lunga

Stacco su … interno sera…

Nell’°after” dell’evento, svoltosi al circolino, dove si erano tenute le sessioni di m(‘)appatura precedenti, è proseguito il dibattito sulla localizzazione di fonti, chiese rupestri, pantere e coccodrilli (tutto documentato negli anni dai quotidiani locali). Sembrava di assistere a una proiezione de “Le cronache di Narnia”

Per informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

Giovedì 11-4-19: Valdicecina in Cammino…convegno e visita

Giovedì 11-4 p.v. pibinko sarà presente con un intervento nella giornata su “nuovi itinerari, nuovi portali di navigazione e promozione, nuove strategie di comunicazione, Presentazione di progetti e strumenti a servizio del Sistema Turistico Territoriale“. Sotto un estratto della locandina.

Per l’occasione porterò un breve contributo legato al lavoro che ho svolto negli scorsi due anni per IRIS Ambiente e Idealcoop, legato alla elaborazione geomatica dei dati dei rilievi per la riprogettazione della rete sentieristica dell’Unione Comuni Alta Valdicecina e alcune considerazioni sulle peculiarità della rete di percorsi che abbiamo creato in collaborazione con vari esperti e guide del territorio.

Per informazioni su questa parte del lavoro: info@pibinko.org. Per informazioni sull’evento nel suo complesso: eventi@cosvig.it

Visto in prospettiva con altri progetti che curiamo, si potrebbe dire…per m(‘)appare la Val di Cecina, con i suoi spazi…anche se per il momento è stato piu “mappare” (e nel frattempo nelle stesse zone si sono trovati diversi elementi che messi insieme a quelli di altri colli metalliferi hanno portato a nuovi progetti).

Tatti (GR) 13-4-19: m(‘)appare la mappa di comunità di Tatti

Per l’occasione si illustrerà il lavoro svolto a Tatti a partire dal dicembre scorso, passando per il terzo Festival d’Inverno in Val di Farma e l’International Open Data Day per documentare punti di interesse poco noti, percorsi troppo noti, e personaggi ai più ignoti. Il tutto sulla base di “Like a Rolling Stone“.

Sede: Il Barrino. Orario 18-20. Per informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

International Open Data Day a Tatti (GR), com’è andata?

Dopo l’annuncio dell’evento sul sito pibinko.org e il rilancio de Il Tirreno ed. Grosseto, vediamo qualche fase saliente della giornata del 2 marzo 2019 a Tatti, frazione di Massa Marittima (GR), per la nona edizione dello International Open Data Day. Tranne le prime due (di pibinko), le foto sono di Valeria Trumpy dell’Agricampeggio Ixtlan.

La situazione si è aperta con Gabrio Giannini e Auro Luti al barrino, che hanno snocciolato in 20 minuti un’interessante successione di punti e situazioni, fra cui il mulino che non si trova…
….coadiuvati da un pool di esperti.

L’azione si è poi spostata dal Barrino al Circolino…
dove Pietro Crivelli ha fatto musicopittura…
Vladimiro Durastanti (az. agr. Pacha Mama) ha fatto mielografia
Guido Bendinelli (Ixtlan), che nel progetto sta dando anche una mano nella digitalizzazione dei punti, ha fatto zafferanomatica
L’ing. Lombardelli e l’ing. Giacomelli (se non finiscono in -elli ‘un ci si vogliono) hanno fatto un po’ gli ingegneri…
E via via confrontandosi….

Controcampo, schegge impazzite dalla Jug Band Colline Metallifere, con chitarra a 12 corde gentilmente prestata da Oliver Gangemi…e come gran finale:
Questo è un semilavorato dei punti di interesse registrati al 2 marzo (non tutti i nomi sono leggibili in questa bozza). In alto a destra, in blu una parte del bacino del torrente Farma.

Con un grazie anche a Sergio Cappelletti e tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.