Archivi categoria: Senza categoria

A migliaia ogni mattino muoiono (Marco Chiavistrelli, 2020)

Dice Marco Chiavistrelli: “Scritta all’indomani dell’attentato alle torri gemelle, questa canzone cerca di mettere l’attenzione sull’incredibile diversità di considerazione della vita e della morte tra il nord e il sud del mondo. Le migliaia di esseri umani tra cui moltissimi bambini che ogni giorno muoiono per fame, malnutrizione e malattie curabilissime dalla medicina occidenatale restano nullità, fantasmi inesistenti. L’andamento del pezzo vagamente gospel sottolinea questo drammatico aspetto.”

domenica 21.6.2020: Serata con Macedonia -Nord- al Boscaiolo di Torniella (GR)

[PER CHI VOLESSE PARTECIPARE: SI RACCOMANDA DI PRENOTARE ALLO 0564 575492].

La rete pibinko.org, attiva dal 2007 su progetti di tutela e valorizzazione di risorse minori o poco note nel campo della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione libera, opera da sempre in un contesto internazionale, pur affrontando spesso tematiche e specificità legate a situazioni apparentemente “piccole” (per esempio, una delle principali aree di ricerca che abbiamo in corso è se nel gioco del panforte il panforte si debba incartare col giornale o meno. Preghiamo la regia di mandare il video, e se avete altri pareri vi invitiamo a scrivere a micalosapevo@pibinko.org per condividerli).

Nel triangolare lingue, etnie e fedi calcistiche, da ormai un anno e mezzo ci troviamo a interagire con alcuni rappresentanti della Repubblica della Macedonia del Nord (in macedone: Република Северна Македонија, traslitterato: Republika Severna Makedonija; in albanese: Republika e Maqedonisë së Veriut).

Su cosa si interagisce? Be’, la cosa è in via di sviluppo. Nei primi mesi (eravamo nel dicembre 2018, durante i preparativi del terzo Festival d’Inverno in Val di Farma) le domande erano tipo “vuoi zucchero nel caffè?”, dato che ci si trovava la mattina alle 6.30 al bar. La conversazione si è però presto sviluppata su temi quali, come si dice “buongiorno” e “buonasera” nella Macedonia del Nord, le priorità di finanziamento di grandi opere, e cose simili. A un certo punto ci siamo detti: “Quando si organizza un evento pubblico in cui non si parla solo di questo e di quale zona di bosco sei stato a smacchiare?”.

Per domenica 21 giugno, come apertura della stagione conce[r|t]tistica della Jug Band dalle Colline Metallifere, vi proponiamo una serata per conoscere un po’ più da vicino la piccola-grande nazione della Macedonia del Nord, a partire da spunti e testimonianze offerti da alcuni dei residenti nelle Valli di Farma e Merse. In particolare, la nostra guida per la serata sarà Ferit Idrizovski, originario di Crn Vrv , da oltre venti anni residente in Italia.

Si comincerà con un aperitivo, poi cena con menu alla carta, e per dessert mentale “Macedonia del Nord”.

La partecipazione all’evento è libera e gratuita (ma è possibile lasciare un contributo per l’organizzazione e lo sviluppo di progetti di gemellaggio). E’ necessario prenotare allo 0564 575492.

Per sapere quali saranno altre iniziative a cura della rete pibinko.org e della Jug Band Colline Metallifere, controllate periodicamente il nostro Calendario, e datevi il tempo di un thè lungo per conoscere meglio le nostre attività a partire dai siti pibinko.org e jugbandcm.it.

Una versione PDF del manifesto (7 Mb), per la stampa, è scaricabile da questo link.

Per altre informazioni: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228

Profughi (Marco Chiavistrelli, 2020)

Dice Marco Chiavistrelli: “In uno dei miei brani più ispirati con influenze mediterranee molto accentuate, il canto per invocare aiuto appoggio e accoglienza ai profughi che in questo caso fuggono da una delle numerose tempeste belliche e tragedie umanitarie che attraversano il mondo. Un canto quasi di amore disinteressato e solenne“.

Non chiamatemi clandestino (Marco Chiavistrelli, 2020)

In un ritmo caraibico una ballata dal sapore triste ma corrosivo, sulla condizione di clandestinità così disumana e arbitraria, con insieme una profonda invocazione di aiuto e di monito su una condizione di disperazione e miseria che pure hanno attraversato la storia italiana e europea più volte in passato.

Attenti sommamente (Marco Chiavistrelli, 2020)

Un’ invettiva contro un ex ministro dell’interno con la sua crociata sadica contro i migranti, con il suo sventolare crocifissi e rosari per fini disumani, e una critica all’ipocrisia di chi governava con lui e di fatto lo sosteneva.

2019 (Marco Chiavistrelli)

Un anno orribile, con il divieto all’umanità come filo conduttore pestifero. Contro i migranti, per schiacciarli nei lager libici, contro i Rom, con il perbenismo cattivo dei più, contro le donne da riportare al medioevo. Davvero un brutto viaggio in Italia.

La “fase due” di Marco Chiavistrelli: quindici brani per riaccendere l’estate italiana con impegno

Marco Chiavistrelli, cantautore toscano sulle barricate musicali dal 1973, torna a confrontarsi col pubblico dopo un inverno in studio e due mesi di lockdown fuori casa: per questioni familiari si è ritrovato a passare la Fase 1 dell’emergenza COVID in un appartamento sulla spiaggia di Follonica (GR), e ne ha approfittato per terminare la produzione di quindici brani che spaziano sui temi a lui da sempre cari: società, diritti, ambiente, inclusione.

Marco Chiavistrelli a Follonica (GR), maggio 2020

Le uscite dei nuovi brani sono state suddivise in tre “volumi” e saranno diffuse sul canale BandCamp di Marco Chiavistrelli (https://marcochiavistrelli.bandcamp.com) a partire dal primo giugno 2020.

La prima uscita, comprenderà dodici brani, che rappresentano la selezione più significativa tra i lavori registrati nel corso dell’autunno 2019, e a seguire potrete ascoltare gli altri.

Tra questi avremo poi un brani suonati assieme alla Jug Band Colline Metallifere, un collettivo internazionale e intergenerazionale di base nel sud della Toscana, non lontano dalla Valdera dove Chiavistrelli risiede.

Oltre alle tracce musicali, saranno pubblicati anche alcuni video sul canale Youtube di Marco (https://www.youtube.com/channel/UCAM5P-LNwJwZveQ0QiXhAiQ), dove potrete trovare anche altri suoi lavori.

La produzione è stata curata da Nicola Baronti e Simone Sandrucci de La Tana del Bianconiglio di Montecchio di Peccioli (PI).

Per informazioni:

Meno

Fiume lungo il quale si trova la città dove è nato Jack O’Malley

Avverbio

Verbo

Contrazione di “me no”.

Inversione sillabica di “nome”

Menò, opposto di Piu (come Francesco Piu)