Archivi categoria: Composizioni

Prossima-mente: programmi per settantasette sere (notizie pibinko.org del 4.7.20)

Musica di sottofondo: Hold On

Non ricordo da che anno a che anno, ma per un certo periodo la RAI mandava la domenica un programma chiamato “Prossimamente: programmi per sette sere“. Qui davano le anteprime di cosa si sarebbe visto nella settimana entrante, e gli spettatori si facevano un’idea.

Un geco a Tatti (GR). Che non c’entra nulla col discorso ma è carino, se no vi fanno impressione questi insetticidi naturali.

Le anteprime ci sono anche ora, ma ho quasi smesso di guardare la televisione, almeno accesa. Invece, nello sviluppo delle vicende in corso nella rete pibinko.org e nella Jug Band Colline Metallifere & friends, possiamo definire questo messaggio di aggiornamento come “programmi per settantasette sere”, che dal 4 di luglio ci porterebbe al 19 settembre. In effetti stiamo ragionando anche su cose che vanno oltre quella data, e su alcune iniziative già hanno giorni segnati per il 2021, ma già spiegare le cose sulla stagione estiva va bene.

In pratica: il programma della rete pibinko.org e della Jug Band Colline Metallifere da qui al 19 settembre prevederà di NON FARE ASSOLUTAMENTE NULLA in termini di eventi pubblici, con l’eccezione di tre casistiche:

  1. Cose già impostate durante la fase bue e ormai troppo strutturate per non essere rimandate
  2. Vostre richieste
  3. Uscite estemporanee di Mauro Tirannosauro

Durante le fasi 1 e 2 (o bue) dell’emergenza COVID-19 abbiamo lavorato molto a livello di resilienza, animazione locale e online, abbiamo scritto canzoni, elaborato analisi territoriali per aiutare interpretare i DPCM e svolto un lavoro di valorizzazione di alcuni archivi, e altre attività che hanno riscosso buoni riscontri di critica e di pubblico, sia in Italia che all’estero.

Una metafora della relazione tra ballo liscio e heavy metal, la cui relazione è uno degli assi portanti dello sviluppo della rete pibinko.org nel contesto della mobilità agrodolce.

Dal quattro maggio in qua abbiamo anche fatto un discreto lavoro di invito alla “rianimazione” territoriale, proponendo a vari operatori privati pacchetti per promuovere le loro attività.

A questo punto, facciamo un po’ per uno: mentre noi ci dedichiamo a campagna, manutenzioni domestiche e pulizie di Pasqua che non abbiamo potuto fare ad aprile, se qualcuno di voi avrà piacere di sentire cosa possiamo proporvi come servizi su cultura, ambiente, innovazione libera e musica, scrivete a micalosapevo@pibinko.org o contattate il 3317539228 (meglio via whatsapp o sms, ché la linea voce a volte funziona male) e se ne ragiona.

Per il resto:

  • Collegatevi via via al Calendario della Jug Band Colline Metallifere per vedere che succederà
  • Fate ogni tanto un po’ di ripasso delle cose che abbiamo proposto nei mesi scorsi (o prima). Ci hanno detto alcuni esperti che questa attività fa bene. I siti pibinko.org , jugbandcm.it, e da poco anche http://www.magrodolce.it sono lì anche per quello

Grazie per l’attenzione e buone cose.

pibinko aka Jack O’Malley

Nella foto di testa: pietra miliare “virtuale” della SP159 nel centro di Gcansano (SR)…o era Scansano (GR)? Mi confondo sempre....

Serata con Macedonia -Nord- al Boscaiolo di Torniella (GR) del 21.6.20: com’è andata?

Grande successo di critica e di pubblico per il primo evento della stagione conce[r|t]tistica della Jug Band Colline Metallifere. In questo caso si trattava di un “concetto”. Il tema era il gemellaggio culturale tra entroterra dei boschi a cavallo tra le province di Grosseto e Siena e la Repubblica della Macedonia del Nord. Ritrovate una presentazione dell’evento in questo articolo.

La serata era animata da Ferit Idrizovski e dal figlio Mujadin, originari di Crn Vrv, circa 80 km a sud di Skopje e residenti in Italia da una ventina di anni, che dovevano raccontare ai partecipanti il loro paese in un contesto di complementi di arredo portati da Jack O’Malley. Sotto un fotoreportage dell’evento.

Per maggiori informazioni, e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure 3317539228

Tre uccellini a Scalvaia (cfr. Three Little Birds versione maggio 2019), poco prima dell’evento.
La vista dall’ingresso sud di Torniella lungo la via senese (ex statale senese-aretina). Sullo sfondo il Monte Amiata. Notare l’impressionante quantità di infrastrutture per energia e comunicazione in questo territorio, che lo rende ideale per attività produttive e industriali (progettate tenendo conto delle B.A.T., Best Available Technologies).
Mauro Tirannosauro fa il buttadentro, all’ingresso de Il Boscaiolo, con l’assistenza di Debora.
Arrivati Ferit e Mujadin, e conosciuto Amos, che andò in missione nel Nord Macedonia del 2003, non si sta “a pettinare le bambole”. Partono subito con un video sul territorio di Crn Vrv, e memorie d’antan.
Nel frattempo sono arrivati gli altri partecipanti al simposio. Da Gollonica (FR), la famiglia Lawrences-Goodwhos, che collaborano con Mauro Tirannosauro, e altri.
Peter “Raman” Crivelli ha composto una ballata dedicata alla macedonia come piatto, dal titolo “il kiwi ci sta sempre bene”
Ferit entra nel clou della serata, i video dei matrimoni nel Nord Macedonia, prima dal telefonino
E’ poi con la regia di Mujadin, dal PC di Jack O’ M.
Mentre sul tavolo centrale si discetta di territorio e lavoro, Mauro Tirannosauro e Telly Lawrences si ritrovano con gli altri a mici che avevano partecipato alla realizzazione del video su Mauro che si scatena a Gollonica (FR), realizzato a fine maggio (vedi il video)

Partecipate alla rete di mobilità agrodolce di pibinko.org e della Jug Band Colline Metallifere

se avete fretta: http://www.magrodolce.it…se no…

pibinko.org lavora dal 1994 su progetti di pianificazione territoriale e ingegneria ambientale, in genere applicata a tematiche interdisciplinari, come la gestione delle risore idriche, le bonifiche di siti contaminati, la qualità del cielo notturno e la promozione di zone minori o poco note.

Uno degli studi fatti in collaborazione con Mauro Tirannosauro durante la Fase 1.

In questo contesto, a fianco di attività più consolidate, come la progettazione di reti di monitoraggio, piuttosto che la stima di volumi di terreni contaminati o le pratiche di autorizzazione allo scarico di siti industriali, ci troviamo via via a sviluppare lavori che potrebbero essere definiti di “ricerca e sviluppo”.
Dal 2008 abbiamo avviato progetti di mappatura partecipativa e citizen science che hanno avuto riconoscimenti e premi sia in Italia che all’estero, e nel tempo si sono strutturati in attività produttive e formative (con la BuioMetria Partecipativa abbiamo dato crediti formativi a ingegneri, architetti, guide ambientali, e studenti Erasmus, oltre a tenere due vere e proprie giornate di corso per la facoltà di architettura di Brescia un paio di mesi fa).

La biografica di Ernest Shackleton, uno degli antesignani della mobilità Agrodolce, nella cosoteca di pibinko.org

In un terzo millennio in cui dall’onda della New Age siamo passati a quella della dolcezza e della bellezza (la ginnastica dolce, il movimento lento, le vacanze sostenibili, le grandi bellezze da Oscar ecc.), con pibinko.org sin dai primi anni 2000 ci siamo confrontati con l’idea di una mobilità AGROdolce. In parallelo, abbiamo potuto lavorare sulla riprogettazione di reti sentieristiche e cammini in varie parti della Toscana, e partecipare a manifestazioni e convegni su questo tema in varie parti d’Italia. Abbiamo quindi potuto conoscere abbastanza bene le istanze di vari portatori di interessi in questo settore.

Analisi sui movimenti nel raggio di tot metri di un borgo a caso.

Volendo dare un contributo costruttivo allo sviluppo del rapporto tra persona e territorio, vi invitiamo a partecipare al progetto di pibinko.org per la creazione di una rete internazionale di mobilità agrodolce, che si articolerà un una serie di “sentioggi” (al posto dei “sent-ieri”), e si appoggerà a vari punti stappa, come integrazione ai numerosi punti tappa presenti su cammini e percorsi su lunghe distanze.
All’esercizio di progettazione partecipata aderiscono attualmente la rete pibinko.org, la Jug Band Colline Metallifere (per la parte di animazione) e abbiamo avuto manifestazioni di interesse da vari operatori delle province di Grosseto, Siena e Pisa.

Simulazione di presenze in un altro borgo a caso con distanziamento a 2 m

Con questi stiamo strutturando un programma di attività che si svolgerà durante l’estate, applicando le nostre competenze nel settore della cartografia e dei sistemi informativi territoriali (dal 1994) per supportare i nostri clienti sin dalla fase di ideazione dell’evento (per poi andare ad animarlo con la Jug Band Colline Metallifere). Potete per esempio vedere le analisi che abbiamo svolto durante la fase 1 per valutare scenari di movimenti di prossimità e di distanziamento (gli articoli sulla prossimità del 9 aprile e sull’Amaro 1.8 del 19 aprile).

Per sapere dove e quando si svolgeranno le prossime “stappe” della mobilità agrodolce con pibinko.org, potete fare riferimento al calendario della Jug Band Colline Metallifere.

Vi invitiamo inoltre a scorrere le sezioni “notizie” di pibinko.org e jugbandcm.it per entrare nel contesto che ha portato all’avvio della parte pubblica del progetto, e a vedere il sito http://www.magrodolce.it per tutti i dettagli.

Per saperne di più, e valutare possibili collaborazioni: info@magrodolce.it oppure whatsapp 3317539228

Il 3 giugno della rete pibinko.org

[sulla base dell’ECSPObag del 3 giugno 2015: Tô saindo di Ana Carolina]

Vi sentite più scienzici o politiati?

[nell’immagine di testa: chi dei due è lo scienziato e chi il politico? e soprattutto: di chi è il monociclo?]

Un nuovo conco(r)so da pibinko.org per inaugurare la “fase tre”: avendo a che fare da oltre quindici anni con organizzazioni che scientifiche che in vario modo fanno supporto alle decisioni per politici (cfr. approfondimento), mi sono reso conto nel tempo che le cose funzionano bene quando i ruoli sono chiari e chi li occupa è consapevole del proprio e di quello degli altri. Un po’ come dappertutto.

Nel caso della relazione tra scienza e politica, finora ho capito che la scienza (e la ricerca tecnologica) hanno bisogno della politica che gli dia degli obiettivi collegati alle esigenze terrene, e che la politica ha bisogno della scienza (e della ricerca tecnologica) per dare una sostanza a delle idee. Fin qui, tutto bene.

Questa immagine è presa da un articolo tecnico-scientifico o da una campagna di qualche tipo?

In parallelo, ci sono via via casi in cui può capitare di trovare politici che si mettono a fare i tecnici (magari perché lo erano già prima di entrare in politica…difficile che un politico realizzato decida di mettersi a fare lo scienziato). Più di frequente capita il caso dello scienziato che vuole fare il politico. Come in tutte le cose: è sempre benvenuta la volontà di cimentarsi con sfide nuove, se non sono sostenute a spese di altri.

Chi dei due è lo scienziato, e chi il politico?

Se siete un politico che si è messo a fare lo scienziato, o se siete uno scienziato che si è messo a fare politica (esempi: raccolta firme a sostegno di cause, contatti con assessori, consiglieri, parlamentari in relazione ai temi su cui fate ricerca, candidature in liste elettorali ecc), scrivete a micalosapevo@pibinko.org e vedremo di creare un quadro di queste storie. Potreste essere diventati politiciati, scienzici (figure dalla professionalità interdisciplinare e importante in questo mondo sempre più complesso), e allora abbiamo bisogno di parlare con voi. Oppure potrebbe essere che non stiate facendo il miglio uso del vostro tempo e delle risorse su cui avete potere di firma, e allora abbiamo bisogno di parlare con voi.

Chi dei due è lo scienziato e chi il politico?

Lettura consigliata:

Muretto 42 (Notizie pibjbcm del 30.5.2020)

[sottofondo consigliato: la prima traccia del primo album degli Etruschi from Lakota]

Con la Jug Band Colline Metallifere e Mauro Tirannosauro abbiamo dedicato tempo nello scorso mese a prepararci per essere operativi con performance, presentazioni, talk+sing show, recital eccetera. In particolare abbiamo:

  • messo a punto il nostro metodo di valutazione per quanto riguarda spazi e i distanziamenti (avvalendoci anche del nostro background ingegneristico)
  • aggiornato la scaletta dei pezzi, con vari brani originali nuovi
  • abbiamo un format che può essere adattato a molte situazioni diverse, e una formazione a geometria variabile che può funzionare da 1 a 5 persone a seconda dello spazio.
  • abbiamo in effetti già rodato questo sistema a partire dal novembre 2018, e nelle scorse settimane abbiamo iniziato a fare piccole prove di tramissione per validarlo in questa fase: funziona ;)
  • attivato una pagina da cui potrete vedere via via come si andrà a comporre la tournée estiva (e capire quali date sono libere, se vi interessa ingaggiare la JBCM in una delle sue forme): http://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/calendario/

Se siete interessati a capire come inserire la Jug Band Colline Metallifere nelle vostre attività scrivete a info@pibinko.org o contattate il 3317539228.

Varie ed eventuali

Mauro Tirannosauro ne ha combinate quasi quante Carlo in Francia: è stato al mare, ha risolto puzzle, iniziato a scrivere sceneggiature ecc.. trovate tutto qui: http://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/tag/maurotrex/

Inoltre segnaliamo, negli scorsi sette giorni:

Uzi civici

In varie parti d’Europa (e non solo) rimane tutt’oggi l’antica istituzione degli Uzi civici.

Si tratta di un retaggio di origine medioevale, in cui ai cittadini di un territorio il soggetto governante dava alcuni mitragliatori Uzi da usare in modo condiviso per il bene della popolazione, per esempio per tagliare la legna, cogliere funghi, e più di recente installare pannelli fotovoltaici o campi di volo per mongolfiere in modo da poter vedere il proprio paese da una prospettiva diversa.

Per sapere di più degli Uzi civici: micalosapevo@pibinko.org

Fonte immagine: Wikipedia

pi-b-io-diversità 1: papilio leporii (da confermare)

Un rarissimo esemplare di una specie che non sappiamo cosa sia, e quindi in effetti nemmeno se sia rara, ma che si posava sull’ingresso della seconda sede principale della rete pibinko.org stamattina.

Secondo Mauro Tirannosauro, che ha parenti che lavorano come esemplari esposti nel museo di storia naturale di New York e quindi un po’ si intende di queste cose, potrebbe essere un papilio leporii, comunemente (?) detta giaguaro con le ali.

Il campione entra comunque nel catalogo del PBON (pibinko biodiversity observation network, rete di pibinko per l’osservazione della biodiversità, da non confondere con altre reti simili per finalità ma diverse nel metodo). Il catalogo è nato nel maggio 2020 per rispondere agli obiettivi dello sviluppo sostenibile del 2050 (tanto quelli del 2030 li fanno slittare), in raccordo con la litologia partecipativa e la geomusica.

Se avete identificazioni più corrette, nel senso del caffè corretto, scrivete a micalosapevo@pibinko.org.

R…..o Bartalucci ha chiesto di iscriversi al gruppo “Torniella è nostra”

Per motivi che ignoro, ricevo da anni notifiche di questo tipo, senza sapere di essere amministratore di questo gruppo. Comunque…non faccio mai nulla, perché c’è chi provvede, credo, ma questa richiesta merita essere condivisa come testimonianza dei cambiamenti epocali che stiamo vivendo nella Fase Bue.

Se non state in Val di Farma, potrebbe essere utile questo link per interpretare il senso della cosa, e se non basta scrivete a micalosapevo@pibinko.org

Grande R…..o (o Ro’ per gli amici)!