Archivi categoria: Composizioni

Capraia Night Sky 2018: com’è andata?

Dall’incontro di due giorni sulla piccola isola dell’arcipelago toscano, un invito a pensare meglio a quale illuminazione utilizzare, prima di montare una nuova lampada, per ridurne gli effetti negativi e allo stesso tempo favorire opportunità in campo turistico, soprattutto per le zone rurali.

Nella suggestiva cornice dell’isola di Capraia (LI) Si è tenuto fra il 13 e il 14 settembre un simposio sul tema della promozione e promozione del cielo notturno. L’evento è stato organizzato da CNR IBIMET in collaborazione con Università di Pisa, progetto BuioMetria Partecipativa, fondazione Clima e Sostenibilità, con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Capraia Isola e associazione Osservatori Meteorologici Storici Italiani e il parziale sostegno del progetto europeo Stars4all.

Gli argomenti affrontati spaziavano da aspetti tecnici legati alla misurazione della qualità del cielo notturno e allo sviluppo di sensori innovativi, agli impatti dell’inquinamento luminoso in campo ecologico, a iniziative di sensibilizzazione e di citizen science per la raccolta di dati, a casi di promozione integrata del territorio e di peculiarità culturali dello stesso. Per quanto alcuni di questi temi possano suonare complessi, gli effetti negativi legati all’eccesso di luce artificiale notturna in campo ecologico, energetico, paesaggistico e della salute umana sono sempre più percepiti, anche dal grande pubblico (cfr. ad esempio  o Repubblica 2016, Le Scienze 2017 o RAI 3 Prima dell’Alba, 2018).

Il simposio ha visto la presenza di 32 interventi provenienti -oltre che da varie regioni italiane- anche da Ungheria, Spagna, Austria, Germania, Turchia, Canada, Malesia e Corea del Sud: si trattava in effetti del primo incontro internazionale tenuto su questi argomenti in Italia da più di quindici anni a questa parte.

Nelle due giornate si è confrontato un interessante assortimento di competenze, con la presenza di personaggi di riferimento a livello mondiale in questo settore,  e di gruppi che da poco hanno iniziato a interessarsi al tema, ma hanno comunque un ruolo in campo ambientale e naturalistico, o della divulgazione in campo astronomico.
Dal sito del convegno è possibile scaricare il libretto con i riassunti delle presentazioni e i contatti con gli autori per eventuali approfondimenti.

In parallelo alla parte convegnistica, si sono svolte attività in notturna, in cui gli addetti ai lavori hanno potuto eseguire osservazioni di qualità del cielo. Queste sono andate a integrare l’attività di rilievo già avviata sull’isola nel 2017 dalla collaborazione di CNR IBIMET, Università di Pisa e progetto BuioMetria Partecipativa con misurazioni e fotografie eseguite con strumentazione dedicata a riprese in notturna.
Ultimo, ma non ultimo, nella serata di venerdì 14, si è tenuta un’escursione in collaborazione con le guide del Parco, in cui la cittadinanza e i turisti presenti sono stati invitati a una serata di osservazione delle stelle e di misurazioni di inquinamento luminoso.

Panorama notturno dell’Isola di Capraia. Oltre al cielo stellato e la via lattea è evidente l’effetto dell’inquinamento luminoso derivante dal villaggio, e sulla destra, le luci della costa riflesse dalle nubi all’orizzonte. Foto di Zoltan Kollath.

La possibilità di ospitare numerosi esperti dall’estero ci ha aiutato a vedere da una prospettiva diversa quelle che in Italia sono alcune criticità legate all’eccesso di illuminazione in alcune zone, così come le opportunità di valorizzazione e creazione di un indotto economico nel settore turistico e dell’educazione ambientale.

L’auspicio è che il simposio, oltre a essere servito a fare il punto sul tema protezione e promozione del cielo notturno e sulla rete di soggetti che se ne sta occupando, rappresenti uno spunto verso soggetti pubblici e privati che hanno a che fare con l’illuminazione: che si possano tenere in maggior considerazione nelle installazioni di nuovi impianti di illuminazione le indicazioni che si stanno via via consolidando sul piano scientifico. In particolare per quanto riguarda gli effetti negativi della componente blu della luce artificiale e al contenimento del flusso luminoso negli spazi e negli orari in cui serve effettivamente a garantire sicurezza e qualità dell’ambiente urbano.

I prossimi appuntamenti sul tema:

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org

15-9-2018: a Piloni il ritrovo “seniores” di palla a 21

Dopo un paio di edizioni organizzate a Tirli (vedi edizione 2017), si è spostato quest’anno a Piloni il ritrovo “seniores” di palla a 21/palla eh!, in cui si confrontano in modo amichevole vecchie glorie della palla e chiunque voglia cimentarsi in piazza.

Da ricordare in particolare, quest’anno, la presenza in campo di Dante Bartalucci (86 anni), che ha indossato la maglia della squadra di Piloni di una volta, e ha pure fatto un punto e una “caccia bòna”.

Con un grosso grazie alla comunità di Piloni per aver ospitato l’evento e con un arrivederci all’anno prossimo.

A Torniella (GR): una mostra fotografica o un laboratorio per la memoria?

La mostra, inaugurata il 9 agosto scorso, è visitabile sabato 1 e domenica 2 settembre, dalle 18 alle 19.30 e dalle 21 alle 23. Per informazioni scrivere a Vanna Guiggiani (vannaguiggiani@gmail.com)

La mostra “Ieri…Torniella e Piloni”, allestita dalla Pro Loco Piloni Torniella presso le ex scuole di Torniella, frazione di Roccastrada (GR), viene presentata nei volantini affissi in paese come mostra fotografica…in effetti è molto di più, dato che alle foto si affiancano video e parecchi oggetti, che ripercorrono oltre 100 anni di vita in Val di Farma seguendo vari filoni: i luoghi, i gruppi, l’asilo, il futuro e così via.

L’opera non indifferente di reperimento, selezione e allestimento del materiale svolta dalla Pro Loco Piloni-Torniella, ha anche portato alla luce alcuni documenti dimenticati e di rilievo storico, come una memoria di difesa per la rivendicazione degli usi civici.

Ma l’aspetto forse più stimolante della mostra è la risposta che questa ha innescato nei visitatori provenienti dai paesi: dopo un primo momento di contemplazione, questi sono  diventati parte attiva, andando ad esempio ad aggiungere i nomi delle persone a fianco delle foto, o portando nuove foto per arricchire la mostra attuale.

L’iniziativa, che sicuramente “parla” molto anzitutto ai residenti delle due frazioni interessate dal materiale, senz’altro incuriosirà anche il visitatore di fuori ed è una piacevole tappa che si può aggiungere a una gista visitando al Val di Farma.

 

Una vista d’insieme all’ingresso della sala espositiva principale
Foto e oggetti di tempi lontani…
…e più vicini.
Vanna Guiggiani, una delle colonne portanti nella realizzazione dell’iniziativa, accanto a una sua foto da bimba (a sinistra).
A complemento delle foto, ricostruzione di alberi genealogici, nomi di persone e commenti aggiunti dai visitatori.
…e non ultimo uno spazio per proporre altre immagini.

Com’è andata sabato scorso con i paesaggi notturni bassotoscani a Fa’ la Cosa Giusta

Sabato 24 marzo con Luciano Massetti del CNR IBIMET e Federico Giussani, fotografo, siamo stati ospiti del programma culturale della quindicesima edizione di Fa’ la Cosa Giusta, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili (qui la presentazione dell’evento)

L’intervento è stata un’occasione per condividere con un pubblico ampio e alcuni operatori presenti le questioni luce artificiale notturna, inquinamento luminoso e buiometria partecipativa.

Per spiegare in modo più intuitivo il tema, dopo una breve presentazione introduttiva, lo spazio è stato lasciato alle immagini, con una rassegna di scatti, soprattutto provenienti dalla bassa Toscana, una delle zone d’Italia in cui si mantiene -in un quadro nazionale piuttosto compromesso dal punto di vista dell’inquinamento luminoso- una buona qualità del cielo notturno.

Un’estratto della presentazione, con la zona di provenienza delle foto usate come esempi.

Le fotografie hanno consentito di mostrare sia paesaggi suggestivi, raccontando anche alcuni aneddoti sulle circostanze in cui le immagini sono state raccolte, che casi in cui sarebbe possibile illuminare meglio, senza compromettere le esigenze di illuminazione per la popolazione.

Festival d’Inverno in Val di Farma 2017: com’è andata

[per una presentazione generale del Festival si veda l’articolo del 28-11 scorso]

Già dalla tarda mattinata si è registrata la presenza di qualche visitatore incuriosito dall’idea di conoscere questo angolo di Toscana.
Nella prima parte del pomeriggio Wolfgang Scheibe da Tatti (GR) ha tenuto il suo laboratorio di stampe artigianali, preparando qualche maglietta, stampe su carta e altri souvenir.
Mentre si montava l’impianto per il concerto, Wolfgang, Guglielmo Eboli e Pietro Crivelli hanno improvvisato un set acustico aperitivo, che ha portato i partecipanti fino alle 18.44, momento in cui hanno avviato le danze gli Etruschi from Lakota, con una selezione dei loro brani, pescando sia da Giù la Testa, il loro nuovo album, che brani del loro repertorio storico. Tutti in piedi su Corn Flakes e a seguire.

Nei bis, è ricomparso il poliedrico Wolfgang (poi seguito da Guglielmo Eboli), proponendo assieme agli Etruschi due versioni di “Everyday I have the Blues” e “Who do you love”.

A margine della musica, la Mappa di Comunità della Val di Farma, arricchita durante l’estate da nuovi punti sul versante nord (Scalvaia e dintorni), e una misura buiometrica (21.13 mag/arsec2 alle 00.45 del 18-12 in località Certopiano) per chiudere la lunga giornata.

Un ringraziamento va in particolare a Circolo ARCI di Torniella, Associazione Filarmonica Popolare Torniella, Emanuele Marcatili, Casa Bazar, pizzeria ristorante Il Boscaiolo, agriturismo Casa del Chiodo, Claudio e Fabiano Spinosi, Alessandro Gaido, Andrea Bartalucci, Antonella Pocci.

notiziario pibinko.org n° 24 del 2-10-2017 (e fine prima parte)

Con la presentazione della campagna buiometrica estiva 2017 al convegno “Earth Observation Open Science” di Frascati il 28-9 scorso si chiude una stagione piuttosto lunga, avviata a metà dicembre 2016 con il primo Festival d’Inverno in Val di Farma, snodatasi poi in una trentina di eventi, ricorrenze decennali e iniziative più strutturate, come un progetto di alternanza scuola-lavoro ad aprile e un tirocinio Erasmus+ fra luglio e settembre.

La premessa era stata scritta già nel novembre 2016 in diciannove versi che potete rivedere oggi in prospettiva (cfr. articolo “Maremma? Amara?” del 30-11 scorso).

Fatta la somma potete ora avere un’idea del tutto in diverse forme…prima di sceglierne una vi ricordo che se e vi è piaciuta questa serie del “telefilm”, ma finora non l’avete sostenuta, potete contribuire da subito! Scrivete a info@pibinko.org per sapere come.

 

1. Una mappa

Ogni simbolo è il numero di eventi in una località. La dimensione è proporzionale al numero di iniziative, con .  cerchi per pibinko.org/Attivarti.org e quadrati per altre realtà con cui si è collaborato come minimo per la promozione.

2. Un collage

A partire dalle immagini via via pubblicate su Notizie

3. Un po’ di video

…elencati in ordine cronologico inverso e quest’anno soprattutto musicali

4. La rassegna stampa

In ordine cronologico inverso pure questa.

5. Rivedendo il calendario vero e proprio o le notizie.

Calendario

Notizie

Un grosso grazie

…a nome del gruppo di lavoro tutti quelli che hanno contribuito allo svolgimento del calendario. L’elenco è lungo ma, oltre ai soggetti chiaramente identificabili negli eventi devo citare le comunità di Torniella e Piloni (in particolare Mario Straccali, Claudio Spinosi, Andrea Bartalucci, Antonella Pocci, Giorgio Panerati) e Marian Pricop. Più in generale tutti quelli che hanno seguito assiduamente le iniziative che abbiamo sviluppato, incuriositi dalla situazione sviluppata a partire dalla Valle che non c’è in questi anni, e auspicando che altri si aggreghino.

Ottobre sarà un mese più quieto, e intanto si studia la prossima stagione (che, ricordiamo non è legata al calendario solare)!

Per ulteriori contatti: info@pibinko.org.

 

 

Fasi salienti della giornata sulla valorizzazione delle zone buie alla Riserva del Belagaio (GR) – 21-9-2017

L’evento, organizzato dal Reparto CC Biodiversità di Follonica in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Attivarti.org aveva come tema la condivisione di spunti ed esperienze legate alla valorizzazione in notturna del territorio. didattico e di marketing territoriale  – una presentazione della giornata e del perché si è tenuta in questa sede è disponibile in questa pagina.

La giornata è stata anche l’occasione per rimettere in servizio i locali del Centro Visite “Casa Nova”, da tempo inaccessibili:

 

Il Ten. Col. Giovanni Quilghini spiega come funziona la Riserva, dà un quadro storico delle foreste demaniali a partire da fine ‘800 e del loro carattere di bene pubblico e introduce il concetto di foresta vetusta.

Luciano Massetti dell’Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze presenta le attività dell’Istituto e dà una panoramica della questione luce artificiale notturna e dei problemi legati all’eccesso di questo elemento.

A metà delle presentazioni, una boccata d’aria con la visita al castello e qualche incontro quasi ravvicinato con alcuni degli abitanti della riserva

 

Si riprendono le presentazioni con la storia della BuioMetria Partecipativa e altri progetti avviati dalla Val di Farma a partire dal 2008

Al termine della cena, prima del momento di osservazione del cielo, Federico Giussani ha mostrato una rassegna delle sue foto in notturna.

Finale stellato, con osservazione ai telescopi guidata da esperti dell’Associazione Maremmana Studi Astronomici di Grosseto

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org

notiziario pibinko.org n° 16 del 7-8-2017: segnalazioni dal 10 al 13 agosto 2017

Settimana che in Val di Farma sarà, assieme a quella seguente, sotto il segno della palla a 21, con vari eventi di complemento anche nei dintorni metalliferi e due conce[r|t]ti importanti.

10 agosto Torniella – ore 21 “Dal Libro al film” , reading e proiezioni a cura della Pro Loco Piloni-Torniella

11 agosto Torniella .  pomeriggio – 38° Torneo di palla a 21 (ragazzi)

11 agosto Sasso Pisano –  sera – Etruschi from Lakota Live

12 agosto Torniella – 38° Torneo di palla a 21 – fasi eliminatorie (dalle 14 alle 20)

12 agosto Tatti ore 21.30 – teatro in piazza “Un cappello pieno di bugie“, a cura dell’associazione Con-Tatti

13 agosto Torniella – 38° Torneo di palla a 21 – fasi semifinali e finali (dalle 14 alle 20)

13 agosto Torniella – 38° Torneo di palla a 21 – Etruschi from Lakota live (dalle 21.30)

durante tutto il torneo di palla a 21: decennale della missione della palla a 21 a Chicago, con rassegna stampa, foto, video, ospiti a sorpresa

più avanti:

Ultimi posti disponibili per il corso di fotografia in notturna di Federico Giussani a Gerfalco (GR), la sera di sabato 19 agosto: vedi scheda di presentazione per informazioni e iscrizioni.

In rapido avvicinamento: 140° anniversario della Banda di Torniella e torneo di palla a 21 di Piloni