Archivi tag: jbcmfdi4

Jennifer la Renna psichedelica e Mauro Tirannosauro lungo la Via della Citta Brusca (tappa 718 – da San Gerundivo a Frustkrausen)

Durante la terza giornata del quarto festival d’inverno, i due conduttori hanno preso qualche ora di stacco dal fitto programma sociale per rilassarsi. Hanno quindi percorso i 112 km che nel metĂ -verso della Via della Citta Brusca separano San Gerundivo, antica mèta di pellegrinaggio dei frati punk-rock di Louisville da Frustkrausen. Poi sono andati a finire il festival in quel di Pomonte.

Di particolare, nella segnaletica della via della Citta Brusca non c’è scritto assolutamente nulla (è il cartello bianco in mezzo agli altri due).

Jack O’Malley e Jennifer la renna psichedelica alla falegnameria di Roberto Serragli a Scalvaia (SI)

Eravamo a metĂ  della seconda giornata del Quarto Festival d’Inverno con la rete pibinko.org e la Jug Band Colline Metallifere quando Jennifer la renna psichedelica è andata a visitare gli amici di pibinko a Scalvaia, frazione di Monticiano (SI). Siamo stati con Roberto Serragli e Lio Ganozzi detto “Brucione” a visitare la bottega del falegname che Roberto ha allestito con vari attrezzi, lavori e corrispondenze dalla Grande Guerra.

A misurare il buio lungo la Via della Citta Brusca (16-17 dicembre) – tratto maremmano.

Una mappa delle misure raccolte dal 2008 con la BuioMetria Partecipativa.

La nuvola di Fantozzi è sempre in agguato, ma con le previsioni di cielo limpido per i prossimi giorni del Quarto Festival d’Inverno con la rete pibinko.org e la Jug Band Colline Metallifere, abbiamo piacere di invitarvi a fare misure di “buio”, insomma di qualitĂ  del cielo notturno dal punto di vista dell’inquinamento luminoso, con il progetto della BuioMetria Partecipativa.

Con le giornate corte di questa stagione, oggi e domani sarĂ  possibile eseguire misure giĂ  dalle 18.30. I punti di ritrovo saranno:

  • Sabato 16 la sede dell’Ass. Filarmonica Popolare di Torniella, a metĂ  strada fra Siena e Grosseto, sulla vecchia strada senese-aretina.
  • Domenica 17 il Bivacco di Marco, al bivio di Pomonte, a sud di Scansano (o a nord di Manciano, a seconda della vostra provenienza)

Dato il numero limitato di sensori a disposizione (ne avremo quattro), per partecipare è necessaria prenotazione all’indirizzo bmp@pibinko.org oppure 3317539228.

A coordinare la campagna di misure sarĂ  Mauro Tirannosauro, che vedete qui sotto impegnato a studiare il transetto da utilizzare per le misure. Non gli hanno spiegato che queste si svolgeranno zona coperta dalla metĂ  della mappa che in questo momento è stata presa in prestito da Jennifer la Renna Psichedelica….in ogni caso le misure seguiranno l’antica Via della Citta Brusca (cfr. articolo sui macrotemi del festival).

Ci fa piacere ricordare anche l’impegno storico di Mauro nella divulgazione sul tema cielo notturno:

Foto di testa di Federico Giussani

Torniella (GR) 16.12.23: dalle 18 – clou della seconda giornata del 4° festival d’inverno + aperitivo/buffet di tesseramento circolo

Dopo la prima giornata da Santo Pietro Belvedere (PI) a Tatti (GR) passando per: sei stelle cadenti fra Terricciola e Cecina, Follonica, Bagno di Gavorrano, Potassa, Grilli e Ribolla, si prosegue con la kermesse a cura della rete pibinko.org e la Jug Band Colline Metallifere.

Dopo la “bicolazione” da Tiffany, a cavallo dei due bar reperibili a Tatti, si procederĂ  lungo l’isoipsa dei 400 metri circa con tappe a Meleta, Roccatederighi e Sassofortino, per poi teletrasportarsi nella “Valle che non c’è”, la Val di Farma, con passaggi da Piloni, Scalvaia e infine Torniella (c’è, c’è).

Nel “capoluogo” della media Val di Farma alcuni compadres hanno allestito un aperitivo/buffet per incoraggiare al tesseramento per il circolo ARCI che si trova nello spazio della Ass. Filarmonica Popolare del paese, in piazza del Popolo (per la popolazione che non risiede in paese ma ci viene in vacanza segnaliamo la possibilitĂ  di tesserarsi comunue – vedi questo articolo)

Per la parte Jug Band Colline Metallifere, vi aspettiamo in versione “duo Farma” con Jack O’Malley voce e chitarra, Fabian Spines alle percussioni, e Mauro Tirannosauro e Jennifer la Renna Psichedelica all’info point sul territorio (vedi articolo).

15-12-23. Il ritorno itinerante del Festival d’Inverno tra note e socialitĂ  (Il Tirreno ed. GR)

Per tutta la storia di questa iniziativa: https://www.pibinko.org/tag/jbcmfdi4/ – per altre informazioni, booking, e sponsorizzazioni: micalosapevo@pibinko.org oppure 3317539228.

Per leggere meglio potete (1) comprare il giornale, se siete nella zona in cui viene distribuito (2) fare zoom (3) cliccare col tasto destro o funzione equivalente sul dispositivo da cui state leggendo e aprire l’immagine al di fuori del sito.

Clap Your Hands (The Reverend Peyton’s Big Damn Band)

Per dare un po’ di incipit musicale alla fase centrale del Quarto Festival d’Inverno della rete pibinko.org con la Jug Band Colline Metallifere (dal 15 al 17 dicembre 2023), vi riproponiamo uno dei nostri video preferiti. Da parte nostra abbiamo una buona quota di nani, giocolieri e ballerini (di twist), ma diciamo che il festival sarĂ  gradito a chiunque si ritrovi nello spirito di questo brano.

Filmografia consigliata per il quarto festival d’inverno

Con la rete pibinko.org spesso abbiniamo canzoni alle cose che facciamo. Per il quarto Festival d’inverno abbiamo pensato di proporre dei film. Poi, per non venirci a noia, anzichĂ© proporre noi dei titoli, abbiamo chiesto a uno dei nostri “follower”, che sta studiando cinema, di fare una selezione. Ecco a voi la proposta di Emma Vittori (Emma X nella rete):

Qui potete ascoltare dalla viva voce di Emma X qualche spunto su questi titoli:

Se avete altri film, o brani, o foto, o racconti che vi vengono in mente seguendo lo sviluppo del quarto festival d’inverno della rete pibinko.org con la Jug Band Colline Metallifere, scriveteceli a micalosapevo@pibinko.org oppure 3317539228 e ci farĂ  piacere condividerli.

14-12-23: La quiete prima della non-tempesta del Quarto Festival d’Inverno

C’è chi ha detto “ganzo”, chi lo ha definito “oltre Jodorowski”, chi si è preiscritto, chi si è proscritto e chi si è mangiato un panino col prosciutto…insomma: nella scorsa settimana c’è stato un po’ di fermento riguardo alla tre giorni che potrete sperimentare dal 15 al 17 dicembre 2023 se vivete tra Santo Pietro Belvedere (PI) e una localitĂ  al momento segreta a sud di Manciano (GR).

Dopo aver pubblicato il programma dettagliato (che intenzionalmente contiente alcuni punti non pubblicati) e un articolo sui macrotemi del festival, vi proponiamo le tre locandine dedicate alle giornate principali:

Il minimo comun denominatore di questa kermesse sarĂ  rappresentato, oltre che dai macrotemi presentati ieri (citizen science sull’inquinamento luminoso, mappe di comunitĂ , giochi antichi e musica dal vivo improvvisata) da altri tre elementi:

  • La presenza di Mauro Tirannosauro e Jennifer la renna psichedelica come conduttori del festival e DJ.
  • La possibilitĂ  di ottenere crediti formativi JBCM (per chi possa dimostrare una presenza documentata e non estemporanea agli eventi)
  • L’opportunitĂ  di sostenere tutto il progetto (in particolare siamo interessati a benzinai che ci possano fare rifornimento e gente che offra pasti caldi – sull’alloggio siamo a posto).

Ieri siamo stati ospiti a Follonica di Radio Arcobaleno, con cui abbiamo fatto una diretta Instagram, di cui poi vi daremo conto. Intanto ringraziamo tutta la crew, con cui abbiamo un secondo appuntamento il 20-12 per fare la sintesi prima dell’epilogo del 21-12 a Montemerano.

Per vedere tutte le notizie sul festival: https://www.pibinko.org/tag/jbcmfdi4/

Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure 3317539228

I macrotemi del quarto festival d’inverno

A beneficio di chi ha trovato un po’ confusionaria la presentazione generale del programma del festival, e comunque per fare un po’ di sintesi prima della partenza, ci fa piacere dare qualche spunto sui temi principali che tratteremo durante il festival:

  • Tutela e promozione interdisciplinare e inclusiva del cielo notturno
  • Giochi antichi come forma di rigenerazione di comunitĂ  (rurali e urbane)
  • Musica dal vivo e improvvisata (jam session)
  • Mappatura
  • Erogazione crediti formativi

Giova ricordare che, a dispetto del look “country-maremmano” di alcune nostre iniziative, la rete pibinko.org opera a livello intercontinentale (cfr https://www.pibinko.org/posti/ per un elenco non esaustivo di dove abbiamo operato fino a oggi).

Per seguire lo sviluppo del festival: https://www.pibinko.org/tag/jbcmfdi4/. Per altre informazioni: micalosapevo@pibinko.org oppure 3317539228

Tutela e promozione interdisciplinare e inclusiva del cielo notturno

Dal 2008 con il progetto della BuioMetria Partecipativa, la rete pibinko.org lavora sul tema della sensibilizzazione della questione inquinamento luminoso, e sulla valorizzazione di zone caratterizzate da buona qualitĂ  del cielo notturno (principalmente dovuta alla bassa densitĂ  di popolazione, e non necessariamente a pratiche virtuose in tema di illuminazione).

Essendo stati tra i primi a livello globale a proporre queste attivitĂ  in forma di citizen science basata su strumenti e non solo su osservazioni soggettive (nel 2008 c’eravamo noi e l’UniversitĂ  di Hong Kong a operare in questo modo), e avendo posto come prioritĂ  l’inclusione e il coinvolgimento di soggetti che non fossero necessariamente professionisti o passionisti di questo tema, negli anni abbiamo visto e vissuto lo sviluppo del tema, e anche alcune “distorsioni” nel trattarlo, in particolare rispetto a una linea di inclusivitĂ  (valore molto predicato in questi anni, cfr. “Dai figli delle stelle ai fogli nelle stalle” del 29-9-23))

Compatibilmente con le condizioni meteo (al momento ottime come previsione) il quarto festival d’inverno sarĂ  l’occasione per eseguire varie misure di qualitĂ  del cielo notturno, e altre osservazioni sulla tipologia e qualitĂ  di illuminazione, nelle zone attraversate. Partiremo staera per finire il 17-12, con un “transetto” di misure con la parte nord in Valdarno e a sud ai confini con il Lazio, attraversando zone che sappiano esser da molto “inquinate” a molto buie. Avremo modo di verificare le condizioni rispetto a misure acquisite nel periodo 2008-2018 e di farne di nuove.

Giochi antichi come forma di rigenerazione di comunitĂ  (rurali e urbane)

Nel 2007, con un gruppo di lavoro di cinque persone di cui nessuno con competenze di marketing territoriale, organizzammo una missione a Chicago, Illinois, per portare il gioco della Palla a 21 (o palla Eh!) nel calendario estivo dell’assessorato alla cultura di questa cittĂ . L’idea era, attraverso il gioco, di raccontare il territorio in cui il gioco viene praticato.

Da questo progetto (con un budget stimato di quasi trentamila euro, di cui il 95% finanziato da privati, e di questo 95% buona coperto dalle comunità dei paesi coinvolti, a suon di briscolate e pranzi di autofinanziamento), si è innescata una concatenazione interessante di attività di tutela e promozione di aspetti poco noti del territorio (in pratica: tutto quello che vedete su www.pibinko.org dal 2008 in poi).

Però ci piace sempre giocare e far giocare a palla 21/palla eh!, perché giocare, e in società, e offline, non ha mai fatto male. Durante il festival ci sarà modo di avvicinarsi al gioco, grazie alla presenza (in particolare nella giornata di sabato) di vari giocatori. Per approfondimenti: https://www.pibinko.org/palla-a-21-palla-eh/

Musica dal vivo e improvvisata (jam session)

Essendo la rete costituita da diversi soggetti che apprezzano la musica dal vivo, abbiamo gradualmente iniziato ad affiancare la musica alle nostre attivitĂ . Oltre a curare da 12 anni una rubrica musicale (il “branobag”, poi confluito nella rubrica “musica che ci piace” con la Jug Band Colline Metallifere, a partire dal 2016 abbiamo iniziato a operare in prima linea nella produzione musicale e nell’organizzazione e promozione di situazioni musicali.

La Jug Band dalle Colline Metallifere rappresenta il nostro progetto di punta, ma ci sono molte altre collaborazioni, di cui ci farĂ  piacere raccontare nel corso del festival…e farci qualche jam session, e non solo in musica. Per approfondimenti: https://www.pibinko.org/musica-e-rime/ , http://www.jugbandcm.it e/o:

MobilitĂ  agrodolce

Camminare, pedalare, cavalcare, remare, planare…tutte attivitĂ  legali e salutari (se praticate in sicurezza e nella giusta misura in relazione alla vostra etĂ  e condizione fisica)…la “mobilitĂ  dolce”. Milioni e milioni di euro di investimenti e indotto, in Europa grazie a due direttrici a piedi (il Cammino di Santiago e la Via Francigena), ciclovie, ecc. Sembrerebbe tutto pacioso e buono. Ma che succede quando ricreazione e attivitĂ  produttive si sovrappongono nello stesso territorio? E’ piĂą importante assicurare la manutenzione di un sentiero per un turista a piedi o in bicicletta, di una strada sterrata per semplificare la logistica di chi lavora in agricoltura o nel settore forestale, o è possibile far convivere istanze diverse sul territorio?

Lavorando dal 2016 a supporto di progetti di sentieristica (su circa il 30% del territorio toscano) con la rete pibinko.org abbiamo acquisito punti di vista diversi, che andremo a spiegare. Come? Ovviamente proponendo anche noi il nostro “cammino”…il tutto nel quadro del settore della “mobilitĂ  agrodolce” della rete.

Si tratta della Via della Citta Brusca, di cui al momento condividiamo il tratto fra Santo Pietro Belvedere, frazione di Capannoli (PI) e Montemerano, frazione di Manciano (GR). Nel 1358 Gerado da Frickendorf, borgo dell’Alta Sassonia, trascorse un periodo di vacanza in Italia, grosso modo dal 15 marzo al 22 settembre. Nel suo spigolare da una borgo all’altro (tipicamente per sfuggire ai creditori e gestori di taverne in cui non pagava il conto) ebbe modo di scoprire che molte giovani italiote avevano un carattere scontroso, a dispetto delle dicerie che arrivavano a nord delle Alpi. Avendo poi appreso che in parte della toscana “bambino” si dice “citto” -e quindi “citta” al femminiile- lasciò nel suo diario alcune note riferendosi alla “Citta Brusca”.

Grazie a un finanziamento di 180 milioni di lire turche del vecchio corso, ottenuto nel metĂ -verso, abbiamo decifrato i diari di Gerardo, ritrovati in una discarica abusiva vicino a Rimpignano (MV) e siamo in grado di offrire una parte di experience lungo questa via, o cammino, o via…insomma…visitando i vari posti.

N.B. non è stato specificato come spostarsi da un punto stappa all’altro. L’importante è farlo con rispetto e sapere perchĂ©.

Mappatura

Come minimo comun denominatore, per aiutare a rappresentare tutte le vicende legate ai macrotemi, abbiamo le competenze per rappresentarle in uno dei modi piĂą intuitivi: mappe, piĂą o meno colorate, su carta o in versione digitale, e realizzate con tecnologie informatiche libere e aperte (software e dati free/open-source).

Per approfondimenti: https://www.pibinko.org/mappe/

Erogazione crediti formativi

Con la rete pibinko.org sin dal 2017 abbiamo iniziato a dare crediti formativi (per studenti e professionisti), e siamo la lavoro per continuare a proporre attivitĂ  che possano essere qualificanti, oltre che divertenti.

Grazie per l’attenzione e…

…vi aspettiamo al festival, o a seguirlo dai vari canali in cui trasmetteremo (vedi “ModalitĂ  di partecipazione” in https://www.pibinko.org/quarto-festival-dinverno-il-programma/)