Tag Archives: 1995

branobag del 16-10-2015: Long Gone Day/Un giorno passato da parecchio

2015-10-12-grattacielopallaCanzoncina allegra per chiudere la settimana.

Mad Season – Long gone day

So much blood I’m starting to drown
It runs from cold to colder
Time to time the skies come down
And help me lose my way
Tears and lies for answers
You and open veins
God knows I’m gone
Girl I just want you to
Come on down
Lord there’s a storm in my head and if all these Sins are mine and I’ve done wrong
Though they come on down
Long gone day
Oh whoever said we’d wash away with the rain
See you all from time to time
Isn’t it so strange how far away we all are now
Am I the only one who remembers that summer
Oh I remember everyday each time a place was saved
The music that we made
The wind has carried all of that away
Long gone day
Mmmmmmmm whoever said we’d wash away with the rain
So many tears I’m startin to drown
The rains in heaven must all come down
Silver spoons that fix the crown
The luckless ones are broken
Fears and lies for answers
You and open flames
God knows I’m gone and I just want you to come on down
Lord there’s a storm in my head and if all these Sins are mine and I’ve done wrong I want you to Oh I just want you to come on down
I fear again like then I lost my way
Shout to god to bring my sunny day

ecspobag del 17-6-2015: Country House/Casa in campagna

Elettricità Compostaggio Saldatura Pesca Orienteering

2015-06-16-kriminalTutti i pezzi con una sezione fiati robusta meritano un ascolto attento. Dove non riescono ad avere i fiati, magari ci vanno di tastiere, e poi ci sono sempre le eccezioni che confermano la regola, come Jimi Hendrix che in “Fire” faceva i fraseggi che sarebbero stati della sezione fiati con la chitarra, ma Jimi è Jimi.
In questo pezzo dei Blur, riascoltandolo con orecchie del 2015, direi che la parte di fiati non è niente di stratosferico, ma gradevole. Ma la cosa che mi ha sempre colpito di questo pezzo è il testo, e la lettura estremamente lucida che dà di una certa tendenza (mai smessa da che esistono le città, ma oggi sempre più diffusa) a pensare che la campagna sia “bella” e basta.

In riferimento al testo: per chi non fosse stato bimbo con televisione in Inghilterra negli anni ’70, Jackanory era una trasmissione che andava in onda verso le cinque del pomeriggio, in cui un personaggio di cui non ricordo il nome ma sicuramente l’acconciatura Seventies leggeva delle fiabe. Nella traduzione però, mettere “everything is going Jackanory” come “tutto va come se si fosse in una trasmissione di fiabe per bimbi”  non funziona. Potrebbe magari dirsi che “tutto diventa una fiaba surreale”, ma lo scatafascio mi suona meglio in questo contesto. Buon ascolto.

COUNTRY HOUSE

G+
(So the story begins) | così comincia la storia
A E
City dweller successful fella | un residente in città, tipo di successo
Bm
Thought to himself: “Oops, I’ve got a lot of money” | si disse: “oops, ci ho un sacco di soldi”
D (DbBass) Db
I’m caught in a rat race terminally |ma sono preso in una guerra tra poveri terminale
A
I’m a professional cynic | sono un cinico di professione
E
But my heart’s not in it | ma il mio cuore non ci tiene particolarmente
Bm
I’m paying the price of living life at the limit | e pago il prezzo di vivere la vita al limite
D (DbBass) Db
Caught up in the century’s anxiety | intrappolato nelle ansie di questo secolo
E
It preys on him, he’s getting thin | la cosa lo prende male, sta dimagrendo

A
Now he lives in a house a very big house in the country | ma ora vive in una casa, una casa molto grossa in campagna
D A
Watching afternoon repeats and the food he eats in the country | guarda le repliche televisive del pomeriggio, e il cibo che mangia, lì in campagna
E7 Eb
He takes all manner of pills and piles up analyst bills in the country | prende un sacco di pasticche e raccoglie fatture dell’analista, lì in campagna
D A Ab
Oh, it’s like an animal farm that’s the rural charm in the country |oh, è come una fattoria di animali, e quello è il fascino rurale della campagna

He’s got morning glory and life’s a different story | la mattina si sente tanto bene, ma la vita è un altro film
Everything’s going Jackanory Touched with his own mortality | tutto sta andando a scatafascio , mentre fa i conti con la propria mortalità
He’s reading Balzac, knocking back Prozac | sta a leggere Balzac, mentre ingolla il Proza
It’s a helping hand that makes you feel wonderfully bland | è una mano amica che ti fa sentire meravigliosamente blando
Oh, it’s a century’s remedy For the faint at heart A new start | oh, è la cura del secolo per i deboli di animo…un nuovo inizio
(Try the simple life) He lives in a house A very big house In the country | (prova la vita semplice) Vive in una casa, una casa molto grossa in campagna
He’s got a fog in his chest So he needs a lot of rest In the country | ha la nebbia nel petto, e quindi ha bisogno di un sacco di riposo, in campagna
He doesn’t drink, smoke, laugh Takes herbal baths In the country | non beve, non fuma, non ride e fa i bagni con le erbe, in campagna
You should come to no harm On the animal farm In the country | non dovrebbe succedere niente di male, nella vecchia fattoria in campagna

A E D A
Blow, blow me out, I am so sad, I don’t know why | dammi una mazzata… sono così triste e non so perché

:: Ultimate Guitar Archive ::
http://www.ultimate-guitar.com

ecspobag del 12-6-2015: Stanno a vvende Ggesù/Selling Jesus

Estremismi Centristi Sinistrorsi Politicamente Orientati

2015-06-10-pigoriniNon fatevi ingannare dall’arrangiamento “potente” (buuuttènti, avrebbe detto Fazendino da Sassari) di questo brano e nemmeno dal titolo.

Ci sono canzoni che dicono cose leggere con arrangiamenti seriosissimi, e canzoni che dicono cose pesantissime con arrangiamenti leggerissimi e tonalità in maggiore. Se poi te le dicono in una lingua che non comprendi, siamo al top. Dategli un mese di heavy rotation su quattro stazioni radio, una marca di un qualche prodotto che riprende il pezzo come musichina per la pubblicità e sarà successa una di queste due cose:

  • un testo profondo e dal significato essenziale per la vita di chi l’ha scritto (e sicuramente importante per diversi di quelli che lo hanno ascoltato) viene completamente azzerato
  • un testo oltre i limti dell’idiozia, magari scritto perché per contratto l’autore era obbligato a produrre un disco in due settimane se no la casa discografica lo licenziava, diventa inno nazionale

Selling Jesus è secondo me un brano molto sottovalutato, che fa parte della colonna sonora di un film valutato giusto (per ascoltarne un pezzo nel trailer del film, vedete qui…arriva a 2’12”).

Se Johnny Cash fosse ancora tra noi, potrebbe riarrangiarlo in chiave Country come fece con “Personal Jesus” dei Depeche Mode, e sarebbe subito più ascoltato.
Ma provate a superare la apparente barriera “der chitarone”, e ascoltate ciò che dice, per non parlare delle notevoli rifiniture di basso.

NdR: a due giorni a Roma fatti in un certo modo si sopravvive, ma non se ne esce indenni!

You kill me with your smelly fingers | me stai a ammmazza’ co le tu’ dita fetenti
Your smelly fingers from the sex you had on Christmas Day | le tu dita fetenti dal sesso che hai fatto nel giorno de Natale
And now you say you’re feeling guilty| e mo’ me disci che tte senti corpevole
You’re feeling guilty ‘cos your god was shining on your face | te senti corpevole, ché ir tuo ddio te stava a illumina’ la faccia
You go to church and light a candle | te ne vai in chiesta, e accendi ‘na candela
And then you’re blinded by the light from the golden pews | e ppoi te fai acceca’ da ‘a lusce de l’altari ddorati
The devil’s snapping at your toes now | mo’ er diavolo te sta a mmozzica’ li dditi
Because the angels can’t be bothered to live to you | ché all’angioletti de sta’ co’ tte nu gne ‘nteressa

They’re selling Jesus again | stanno a vende Ggesù ‘n antra volta
They’re selling Jesus again
They want your soul and your money your blood and your votes | mo’ vojjono la tu’ anima e i tu’ sordi, il tuo sangue e ppure i tuoi voti
They’re selling Jesus again | stanno a vende Ggesù un’altra volta
Selling love to you – selling love | mentre ti dicono che te stanno a vende amore

#———————————-PLEASE NOTE———————————#
#This file is the author’s own work and represents their interpretation of the #
#song. You may only use this file for private study, scholarship, or research. #
#——————————————————————————##
#

#———————————-PLEASE NOTE———————————#
#This file is the author’s own work and represents their interpretation of the #
#song. You may only use this file for private study, scholarship, or research. #
#——————————————————————————#

Date: Mon, 2 Dec 1996 14:42:07 SAST-2
From: “Breen, CJ, Chris”
Subject: TAB: Selling Jesus – Skunk Anansie

Artist: Skunk Anansie
Album: Paranoid & Sunburnt
[ Tab from: http://www.guitaretab.com/a/anansie-skunk/503.html ]
Tuning: Standard

Intro:

D: 0 2 3 5

Verse:

F# XXX F# XXX F# XXX GGG

Chorus:

A D C B Bflat then play Verse chords

A D C# B (They want your soul)

Climb:

D Eflat E F F# G G# A

Well there it is. Another addition to the growing Skunk archive.
I did not include the solo simply because it cannot be heard clearly
enough on the album and so I was unable to transcribe it.

Any corrections/additions/comments
cb@education.uct.ac.za