Archivi categoria: Composizioni

Non fare così, che soffro il sollecito (notizie pibinko.org del 15-4-19)

Buongiorno,

[sulle note di Sixteen Military Wives dei Decemberists]

Per quanto riguarda gli eventi curati dalla rete pibinko.org, vi ricordo che abbiamo fatto un discreto sforzo per tenere “a filo” la pagina Calendario del sito, sia in italiano che in inglese, e che da aprile a giugno avremo una media di un evento alla settimana, fra cultura, ambiente, innovazione libera e musica. Vi invito quindi a visitare periodicamente http://www.pibinko.org/calendario

Tatti (GR), 13-4-2019

Sabato scorso è stato il turno dell’innovazione libera, con la mappa di comunità di Tatti. L’attività proseguira nella piccola frazione di Massa Marittima, e intanto già sta interessanto altri borghi della zona, per cui a maggio contiamo di avere un nuovo appuntamento su questo tema. Trovate qui il fotoreportage di sabato scorso.

Sabato prossimo a Scansano

Sabato prossimo, 20 aprile, si punta invece sulla protezione e promozione interdisciplinare del cielo notturno, con ritrovo a partire dalle 16 Scansano (GR). Anche qui dal 2007 pibinko.org ha fatto varie cose e cosette, e dal 2017 abbiamo iniziato a fare eventi veri e propri. Quello del sabato pre-pasquale sarà però un po’ diverso, e più variegato, come spiegato nella pagina dedicata.

Per chi fosse interessato al tema, ma impossibilitato a essere a Scansano nella seconda metà del pomeriggio: scrivete a info@pibinko.org per capire come combinare (saremo comunque a Scansano da prima).

Molto interessante anche il dibattito che si sta sviluppando in vari sedi (a cavallo fra mailing list, workshop di progetti europei e aperitivi al bar) sulla sottile linea rossa che delimità equità, inclusività ed empowerment nel contesto della tutela sulla privacy ai sensi della GDPR…ma di questo diremo meglio fra un mesetto.

Ultimo, ma non ultimo, prende forma la tournée geomusicale della Jug Band Colline Metallifere verso la Germania, passando dal Politecnico di Milano (dal 30-5 al 3-6). Tutto spiegato su http://www.jugbandcm.it. Nella sezione “Notizie” del sito, oltre a varie fasi della preparazione, stiamo mettendo un po’ di colonna sonora a tema, con musica che ci piace e pezzi che andranno a comporre il repertorio che porteremo a Stoccarda (ma non diciamo quali pezzi sono quali…).

Per informazioni: info@pibinko.org o 3317538229


m(‘)appare il comprensorio di Tatti (GR), 13.4.19: com’è andata?

Sotto un quasi-fotoromanzo sullo sviluppo della giornata della presentazione dei lavori per la realizzazione della mappa di comunità di Tatti, frazione di Massa Marittima (GR), sabato 13-4-2019.

Nella discussione nata a latere della composizione della mappa abbiamo avuto modo di confrontarci anche su percorsi, strategie di mobilità dolce, mobilità agrodolce, e musica dal vivo applicata alla sentieristica. Il tutto nella linea di eventi che dall’inizio di aprile sono proposti dalla rete pibinko.org, con una media di una appuntamento settimanale fra Toscana, Lombardia, Belgio e Germania.

Si ricorda il prossimo appuntamento, sabato 20 aprile a Scansano (GR) e si rimanda alla pagina calendario per vedere cosa succede più in là, per accompagnare la Jug Band dalle Colline Metallifere a m(‘)appare Stoccarda, passando per il Politecnico di Milano.

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

Interno giorno – bar affollato in orario di aperitivo, mentre qualcuno legge l’articolo che parla dell’evento su un noto quotidiano locale.

Appuntamento della mattina, pre-evento in località dei colli segreti, con alcuni rappresentati della Trecani, importante realtà editoriale interessata alle mappe di comunità à la pibinko e più in generale al m(‘)appare

Stacco su … Esterno giorno – terrazza di bar, tipo Barrino a Tatti.

Mentre bimbe sprezzanti del pericolo si cimentano con i pattini in linea a Tatti (in cui il tratto di strada in piano più lungo non arriva a 50 metri), gli adulti, con vari livelli di relazione con il paese, analizzano la carta stampata.
Dopo una prima revisione, si passa all’aggiunta di nuovi punti e toponimi.
Compaiono verso il finale dell’evento anche Oliver, noto sommellier specializzato in gèmme session, e Renzo, che la saprebbe molto lunga

Stacco su … interno sera…

Nell’°after” dell’evento, svoltosi al circolino, dove si erano tenute le sessioni di m(‘)appatura precedenti, è proseguito il dibattito sulla localizzazione di fonti, chiese rupestri, pantere e coccodrilli (tutto documentato negli anni dai quotidiani locali). Sembrava di assistere a una proiezione de “Le cronache di Narnia”

Per informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

promemoria: sabato 13-4 a Tatti (GR) presentazione della prima versione della mappa di comunità del comprensorio

Il progetto prosegue l’iniziativa analoga avviata nel 2014 in Val di Farma (che si raccorda a Tatti per il fatto che la sorgente del torrente omonimo e a ridosso del territorio della piccola frazione di Massa Marittima), e già citata come buona pratica di riuso di dati pubblici da parte delle comunità in un rapporto della Banca Mondiale nel 2018.


La creazione della mappa prevede la raccolta di punti di interesse e toponimi non più registrati dalla cartografia regionale ufficiale in scala 1:10000 tramite interviste e testimonianze ai residenti nel paese: cacciatori, boscaioli, gestori degli usi civici, e anche tatterini trasferiti in paese da pochi anni hanno condiviso vari momenti.Come sviluppo rispetto alle attività svolte in Val di Farma, è stato interessante notare che uno dei giovani agricoltori ha imparato a curare la digitalizzazione dei punti di interesse.

La mappa che sarà illustrata sabato è per sua natura un semilavorato, che sarà ulteriormente integrato nei prossimi mesi, in funzione delle esigenze di chi vorrà partecipare al miglioramento del prodotto, che vive sotto licenze libere per strumenti informatici e dati utilizzati e quindi ne facilita il riuso e lo sviluppo, nel rispetto delle licenze su dati aperti sempre più diffuse sia nel settore pubblico (a partire dalla Regione Toscana, di cui la mappa di comunità utilizza lo sfondo come base di partenza) che privato.
Il percorso partecipato è portato avanti dalla rete pibinko.org, attiva dal 2007 su progetti di tutela e valorizzazione del territorio, in collaborazione con varie realtà imprenditoriali e associative di  Tatti.


Inoltre, pibinko.org ha quasi 25 anni di esperienza in ambito di cartografia e mappatura in ambito internazionale, e dal 2016 sta collaborando a vari progetti di sentieristica (su circa il 20% del territorio toscano). Pertanto, le iniziative sulle mappe di comunità dei borghi maremmani  che si stanno sviluppando non rappresentano solo esercizi pro loco, ma vivono in uno spazio più ampio di relazione con il territorio e con le strategie di fruizione dello stesso in chiave di turismo sostenibile.

L’appuntamento a Tatti è il prossimo in una serie di eventi quasi settimanali che la rete pibinko.org ha programmato fra aprile e giugno (fra bassa Toscana, Lombardia, Belgio e Germania) e che trovate documentati a partire da http://www.pibinko.org/calendario

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

pibinko.org a Bruxelles, aprile 2019 (EIE WG ed evento DITOs): com’è andata? (notizie pibinko.org dell’8-4-19)

Il prossimo appuntamento, Tatti (GR), sabato 13 aprile

Prima di addentrarci nel resoconto, ricordo che il prossimo appuntamento per vedere dal vivo tutte le cose di cui si parla sotto (tranne gli cioccolatini belgi) sarà sabato 13 aprile a Tatti (GR), dalle 18 alle 20.L’occasione sarà la presentazione della prima versione della mappa di comunità di Tatti, nell’ambito del ciclo di incontri della rete pibinko.org per m(‘)appare le Maremme (vedi vedi articolo). E ora procediamo, sulla base di Bennato che canta “Ma quando arrivi treno…

Fra l’1 e il 4 aprile ho avuto modo di rappresentare la rete pibinko.org in due eventi a Bruxelles, legati al settore della citizen science e più in generale del coinvolgimento delle comunità in attività scientifiche e di ricerca (ovvero del coinvolgimento di scienziati e ricercatori nelle attività delle comunità?).

Si tratta di un tema su cui lavoro in modo crescente dal 2008 (ricordiamo come primi passi la “pubblicità progresso” sull’informazione geografica libera in cui recitano paesani di borghi toscani, o la campagna per m(‘)appare Milano), ma che in effetti mi trovo a elaborare da ben prima, sin dai tempi in cui lavoravo al CRS4, in Sardegna (1997-2002)…ad esempio nel 2000 organizzai un sondaggio sulle competenze regionali nel campo dei sistemi informativi territoriali, raccogliendo circa 120 risposte e da quelle avviando varie iniziative di trasferimento tecnologico col territorio.

Un momento dello workshop “EIE”.

Martedì 2 sono stato allo workshop del gruppo “Empowerment, Inclusiveness, and Equity” della ECSA (European Citizen Science Association). Che vvor di’? E’ un gruppo, composto in parte da ricercatori e in parte di professionisti, che a vario titolo ha a che fare con progetti in cui una parte di esperti di una certa materia deve collaborare con una parte di meno esperti, e si cerca di identificare problemi e soluzioni perché questo processo sia inclusivo, equo, e che possa contribuire alla crescita e allo sviluppo del contesto in cui si svolge. Nello workshop abbiamo ripreso alcune questioni già discusse un paio di mesi fa a Parigi. Ho avuto modo di conoscere nuovi esperti, e presentare le attività complessive della rete pibinko.org ai presenti (una decina). Ho poi proposto la Jug Band dalle Colline Metallifere (JBCM) come “situazione” per facilitare attività di sensibilizzazione e coinvolgimento di vari soggetti…cosa che in effetti stiamo già facendo da diversi mesi in Italia, e che possiamo sviluppare nei prossimi mesi anche nell’ambito del PORGEP2019.

Il giorno dopo la platea si è allargata con l’allestimento di uno stand nello spazio espositivo dell’evento finale del progetto europeo Do-it-together Science (DITOs), nella suggestiva cornice del museo di scienze naturali di Bruxelles. Per l’occasione ho curato l’allestimento del micromuseo itinerante della rete pibinko.org, di condividere con una parte dei circa 150 presenti l’approccio geomusicale su cui si sta lavorando con la JBCM, e anche di proporre qualche brano, su chitarra gentilmente fornita dal museo (dato che in aereo non la potevo portare), coinvolgendo per l’occasione un batterista olandese specializzato in punk hardcore.

Il micromuseo itinerante della rete pibinko.org, versione Bruxelles aprile 2019.

In evidenza in tutti e due i giorni la segnalazione degli eventi pibinko.org di primavera. In particolare il convegno a Brescia su Protezione e promozione interdisciplinare del cielo notturno, e a seguire due settimane dopo la tournée geomusicale della Jug Band Colline Metallifere in Germania, passando dal Politecnico di Milano , che anche voi potete sostenere.

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

Si ringraziano il progetto DITOs e i responsabili del gruppo di lavoro “EIE” dell’ECSA per l’invito e per il supporto economico sulle spese di viaggio.


S’esce d’aprile (notizie pibinko.org dell’1-4-19 su cultura, ambiente, innovazione libera e musica)

Prima di addentrarci nel folto: stiamo cercando uno spazio per la merenda maremmana /concerto che seguirà la lezione geomusicale della Jug Band Colline Metallifere al Politecnico di Milano il 30 maggio. Abbiamo un piano “B”, e stiamo valutando possibili piani “A”. Idem per la conferenza a Brescia del 16 maggio (per la JBCM in formazione duo)…I dettagli di questi eventi sono spiegati sotto. Se avete uno spazio e vi interessa ospitare la cosa, scrivete a info@pibinko.org.

Nei giorni scorsi pensavo di aspettare martedì 2 per spedire il notiziario, perché le storie che dovevo segnalare possono sembrare in vari tratti improbabili, e quindi mandarle nel giorno 1 del quarto mese poteva essere percepito come uno scherzo.

Poi, dormendoci sopra, ho riflettuto, ed eccoci qua. Valutate voi quale potrebbe essere il pesce, secondo il vostro senso dello scherzo (e caso mai scrivete a info@pibinko.org per comunicarlo e la settimana prossima ripubblicheremo la propoposta piu’ creativa).

La segnalazione piu’ importante della settimana corrente è che potete trovare alla pagina http://www.pibinko.org/calendario buona parte della “collezione primavera-estate” della rete pibinko.org.

Al momento è presente quasi un’iniziativa alla settimana da qui a fine giugno (con presenza in Toscana, Lombardia, Belgio e Germania), ed entro aprile contiamo di avere notizie su cose interessanti che si potrebbero fare fino a fine luglio.

Ad agosto pibinko.org “fa festa”, nel senso che non prevediamo di organizzare iniziative proprie, ma solo su richiesta (e intanto saremo a mettere a punto le storie da settembre in poi).

Ricordando che i macrotemi che trattiamo sono tre (cultura, ambiente, innovazione libera, piu’ la musica come elemento trasversale), diamo qualche anteprima saliente, invitandovi comunque a scorrere il calendario per un quadro completo.

Venerdì 5 aprile a Milano si farà un ritrovo sia per parlare di come sarà andata a Bruxelles, che per presentare a voce il calendario e in particolare i futuri passaggio a Milano (15-5 e 30-5) e a Brescia (16-5). La sede sarà confermata a breve (probabile entro martedì). Potrete comunque trovare alla pagina http://www.pibinko.org/milano-5-4-19-mappare-il-rientro-da-bruxelles/ i dettagli, o scrivere a info@pibinko.org per informazioni.

Cultura: sabato 27 aprile a Tirli, un pomeriggio sul gioco della palla eh! o palla a 21, con un prologo nel capoluogo (Castiglione della Pescaia) e forse uno in un’altro borgo a quota livello del mare.

.Ambiente: giovedì 16 maggio a Brescia, su invito dell’Università, il progetto BuioMetria Partecipativa (gestito dalla rete pibinko.org) ha organizzato un convegno a tema Protezione e promozione interdisciplinare del cielo notturno: stato dell’arte, proposte operative e visioni. Per il convegno è stata fatta richiesta di crediti formativi per architetti e guide ambientali. L’evento è comunque aperto al pubblico e avrà taglio accessibile al pubblico non specializzato.

Per informazioni: bmp@pibinko.org

.

Uno dei momenti di redazione della mappa

Innovazione libera: Sabato 13 aprile a Tatti (GR) si presenterà la prima versione della mappa di comunità del comprensorio, come risultato di un esercizio, avviato in occasione del terzo festival d’inverno in Val di Farma e continuato con lo International Open Data Day, e che prosegue quello già in corso sui borghi di Torniella, Piloni e Scalvaia a partire dal 2014.

…ma soprattutto…

Musica (o geomusica?): La Jug Band dalle Colline Metallifere sarà a cavallo fra maggio e giugno in una missione che capiremo dopo se definire tournée geomusicale, campagna di misure di citizen science, o progetto di marketing territoriale. La JBCM partirà giovedì 30 maggio dalla bassa Toscana, per esibirsi a Milano (Politecnico + sede aperitiva in via di definizione), poi a Sachsenheim, Ludwigsburg, e Stoccarda, rientrando quindi al campo base nelle colline metallifere lunedì 3 giugno.

Assieme agli strumenti musicali il gruppo avrà con sé vari strumenti di rilievo scientifico, una cubatura rilevante di prodotti tipici maremmani e il micromuseo itinerante di pibinko.org (che in effetti potrete trovare in tutti gli eventi del calendario, se c’è pibinko). Per aiutarvi a seguire meglio le attività di preparazione e svolgimento di questa missione, abbiamo predisposto un sito dedicato, in tre lingue. Trovate quindi tutto spiegato su http://www.jugbandcm.it

Vi ricordo anche che potete scorrere gli eventi dei mesi scorsi da http://www.pibinko.org/notizie per farvi un po’ un’idea di come si è sviluppata questa situazione.

Inoltre: Carlos Santana, Joe Bonamassa, Björk e i Måneskin saranno al Gabellino (GR) il 12 agosto per fare un workshop esperienziale sullo storytelling della memoria delle famiglie per documentare i tesori sulla sentieristica in XML, con i linked open data e la narrazione dei tortelli fatti nelle fabbriche dismesse della gestione dal basso della sostenibilità nel contesto degli ambiti per il taglio dei capelli. La giornata sarà facilitata da Daniele Luttazzi e Corrado Guzzanti. Per informazioni: info@pibinko.org



Molti campi, poco campo (notizie pibinko.org del 25-3-19)

Dopo una tonificante e piacevole domenica passata intrecciando chilometri di curve, strette di mano, e facendo verifiche sulla copertura mobile nell’entroterra altogrossetano e bassosenese, si riparte con alcune iniziative vicine, e altre interessanti fra qualche settimana, che già da ora vale la pena annotare.

Nei tre sabati del 20 aprile, 27 aprile e 4 maggio avremo un interessante trittico di manifestazioni su tre località della provincia di Grosseto: Scansano, Tirli e Tatti. Il tema portante è quello del m(‘)appare la Maremma, e trovate in questa pagina il primo annuncio e qualche informazione in piu’, stante che poi nelle settimane successive daremo i dettagli per i singoli eventi.

Nel preparare il manifesto del primo annuncio, abbiamo anche scoperto che le tre località in cui saremo compongono un triangolo rettangolo (capita!), anche se i temi che vogliamo condividere saranno piu’ tondi che a spigoli.

Tornando alla settimana corrente, per dare continuità con il sabato scorso al Dribbling di Grosseto, ricordiamo che sabato prossimo, 30 marzo, Samba Governatore sarà a chiudere la serata reggae al Khorakané di Grosseto con un DJ set.

Per il resto, il prossimo aggiornamento la settimana prossima, ma intanto vi invito a scorrere le notizie pibinko.org, anche perché stiamo via via integrando il blog con foto, articoli ed eventi passati (vedi ad esempio qualche foto).



Prospettive operative su protezione e promozione del cielo notturno dopo il simposio internazionale di Capraia, 13-3-19 a Firenze – com’è andata?

Per ulteriori informazioni: bmp@pibinko.org oppure 3317539228

Una delle viste dall’Osservatorio Ximeniano

Mercoledì 13/3/2019 a Firenze, nella suggestiva cornice dell’Osservatorio Ximeniano, si è tenuto un workshop a cura dell’Istituto di Biometeorologia del CNR, del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa e del progetto BuioMetria Partecipativa della rete pibinko.org. La giornata aveva come tema le prospettive operative su protezione e promozione del cielo notturno dopo il simposio internazionale di Capraia del settembre 2018 (vedi report sul simposio).

L’evento voleva costituire anzitutto un momento di ritrovo fra i soggetti che avevano partecipato al simposio di fine estate scorsa, uniti ad altri con cui sono già attive collaborazioni, nell’ottica di consolidare un gruppo di lavoro interdisciplinare con priorità su monitoraggio, divulgazione e promozione di aree di pregio dal punto di vista della qualità del cielo notturno. All’invito hanno risposto nei mesi scorsi: ARPA Veneto, ARPA Piemonte, Agenzia Regionale Prevenzione, Ambiente, Energia e Regione Emilia Romagna, ARPA Liguria, e alcuni uditori.

Ciascun partecipante aveva la possibilità di tenere una presentazione di approfondimento. Nella prima parte della giornata si sono quindi avuti interventi di:

Andrea Giacomelli, ingegnere e dottore di ricerca, che dal 2008 anima il progetto della BuioMetria Partecipativa nell’ambito di varie iniziative di tutela e promozione di risorse minori o poco note nel campo della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione libera (il tutto sintetizzato nella rete pibinko.org):

Luciano Massetti, ingegnere e primo tecnologo CNR IBIMET, con ampia esperienza nel campo del monitoraggio e dell’educazione ambientale, attivo dal 2014 sul tema inquinamento luminoso:

.

Andrea Bertolo, fisico, responsabile del settore inquinamento luminoso dell’ARPA Veneto, che ha illustrato la rete regionale di monitoraggio della brillanza del cielo notturno, sia da un punto di vista operativo che di ricerca scientifica

.

Elena Maggi, biologa, ricercatrice del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, con progetti di ricerca dal 2015 sugli effetti della luce artificiale notturna su microorganismi marini

.

.

Luca Delucchi, geografo, già autore nel 2008 della mappa web della BuioMetria Partecipativa, e dallo stesso anno ricercatore presso la Fondazione E. Mach di S. Michele all’Adige, specializzato su sistemi informativi territoriali e telerilevamento.

.

Nel pomeriggio, si è passati a una modalità di discussione aperta, partendo dagli spunti della mattina e inserendo proposte e commenti.

Nel corso delle prossime settimane il gruppo di lavoro, congiuntamente con alcuni soggetti fisicamente non presenti a Firenze ma che avevano manifestato interesse a collaborare, procederà a definire azioni comuni sul tema della protezione e promozione del cielo notturno.


Il gruppo al termine della giornata all’Osservatorio Ximeniano, a meno di un paio di partecipanti che sono dovuti partire in anticipo (e di Federico Giussani, autore del servizio fotografico e specializzato in soggetti in notturna).

Si ringrazia per l’ospitalità la Fondazione Osservatorio Ximeniano. Nella foto sopra un dettaglio dall’interno dell’antica cupola.


Per ulteriori informazioni: bmp@pibinko.org oppure 3317539228

promemoria last minute: il 13-3-19 La rete pibinko.org torna a Firenze con la BuioMetria Partecipativa e la geomusica

Dopo l’interessante momento a margine della partecipazione della rete pibinko.org al quinto TourismA, il 23 febbraio scorso (cfr. articolo), lo stesso gruppo propone una sorta di “secondo ciak” nello spazio di un paio di settimane fa.

Dalle 17 alle 19 di mercoledì 13 marzo L’appuntamento è all’Hotel Lombardi di via Fiume 8, a due passi dalla stazione di S. Maria Novella.
Nel ritrovo pomeridiano si i terrà una sintesi per il pubblico di uno workshop (co-organizzato dall’Istituto di Biometeorologia di Firenze, il Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa e il progetto BuioMetria Partecipativa) con una quindicina di esperti da varie regioni italiane sul tema della protezione e promozione del cielo notturno, assieme a un momento di degustazione di prodotti atipici selezionati dal catalogo di pibinko.org
Inoltre, proseguendo la linea avviata nell’autunno scorso con la Jug Band dalle Colline Metallifere, l’incontro a Firenze potrà avere inserti di geomusica (per capire meglio di cosa si tratta vi rimandiamo a questo articolo de La Nazione ed. Pontedera, a questa intervista radiofonica, o alla presentazione completa del progetto Jug Band Colline Metallifere).

Prosegue in questo modo la collaborazione pluriennale fra microimprese e microassociazioni dalle zone interne della bassa Toscana, con soggetti di ricerca e strutture ricettive in altre parti della regione e d’Italia, con un calendario primaverile in via di finalizzazione che prevede iniziative su varie regioni e una tournée all’estero…ulteriori dettagli saranno disponibili entro qualche settimana.

La partecipazione all’evento è libera e gratuita, ma per motivi organizzativi è necessaria la prenotazione a info@pibinko.org entro le ore 12 del 13-3-19 (scusandoci per il preavviso last minute). In ogni caso sarà successivamente pubblicata una relazione sulla giornata.

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

[foto in testa di Federico Giussani]

Ritratto, ti s’ignora (notizie pibinko.org del 12-3-19)

[foto di copertina di Federico Giussani]

Stravolgendo completamente il titolo italiano del romanzo di fine Ottocento di Henry James, poi girato in film da Jane Campion nel 1996 con un cast stellare, abbiamo la sintesi della settimana scorsa di pibinko.org, e il lancio di quella che si è appena aperta.

Giovedì 7 si è tenuto a Tirli uno degli episodi per la formazione degli operatori turistici di Castiglione della Pescaia, in cui un intervento era dedicato a spiegare il gioco della palla eh! o palla a 21. Grazie anche al supporto di Carolina Corsali. A parte la consueta combinazione di persone interessate ed espressioni perplesse a valle della spiegazione, è stata interessante una volta di piu’ la parte “off” del programma con Geo Bernardini, Massimon Signori e altri giocatori di palla, di cui abbiamo una testimonianza video.

Venerdì 8 a Massa Marittima c’è stato un concertone al Pub dei Fantasmi di Massa Marittima. Per chi se lo fosse perso, ci sono le basi per una replica al Dribbling Bar a Grosseto, sabato 16 marzo. NON MANCATE se vi piace il rock blues e la navigazione di bolina (vedi annuncio).

Ieri è stato pubblicato il podcast dell’intervista di Jack O’Malley della Jug Band dalle Colline Metallifere che spiega come è nata l’idea della geomusica. Tre minuti, piu’ un brano a tema a seguire, che potete riascoltare qui.

Sempre lunedì 11 ho avuto notizia da Carlo Nardi di Treia (MC), uno dei buiometristi piu’ attivi, ha avuto il riconoscimento dalla Associazione Italiana Guide Ambientali ed Escursionistiche (AIGAE) di sei crediti formativi a fronte di una documentazione delle attività svolte in relazione alla buiometria (attestate da pibinko.org). Bella cosa!

Ultimo, ma non ultimo, avendo recuperato foto e video, abbiamo da ieri il reportage sull’evento tenuto a Tatti il 2 marzo scorso nell’ambito del nono International Open Data day. Anche qui direi che il tutto ha preso una piega decisamente geomusicale (valutate voi).

Andando ora in avanti, i prossimi appuntamenti sono

mercoledì 13-3 a Firenze.

Presso l’Hotel Lombardi, via fiume 8, avremo una coda di debriefing dopo uno workshop su “protezione e promozione del cielo notturno”. Allo workshop è prevista la partecipazione di una quindicina di esperti da varie regioni italiane, che si confronteranno sull’onda lunga del simposio di Capraia dello stesso settembre. Dalle 17 alle 19, terminati i lavori, si aprirà uno spazio aperto al pubblico in cui alcuni degli esperti saranno a disposizione per spiegare il tema a chi vorrà presentarsi (previa prenotazione a bmp@pibinko.org entro le ore 12 di mercoledì 13).

L’evento è organizzato da CNR IBIMET di Firenze, Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, e progetto BuioMetria Partecipativa (pibinko.org).

sabato 16-3 a Grosseto

Già accennato sopra, ma utile da ribadire: il concerto degli Amish from Jack White al Dribbling Bar, piu’ alcuni friends. VEDI ANNUNCIO.

Per informazioni (o per essere aggiunti alla mailing list): info@pibinko.org o 3317539228

International Open Data Day a Tatti (GR), com’è andata?

Dopo l’annuncio dell’evento sul sito pibinko.org e il rilancio de Il Tirreno ed. Grosseto, vediamo qualche fase saliente della giornata del 2 marzo 2019 a Tatti, frazione di Massa Marittima (GR), per la nona edizione dello International Open Data Day. Tranne le prime due (di pibinko), le foto sono di Valeria Trumpy dell’Agricampeggio Ixtlan.

La situazione si è aperta con Gabrio Giannini e Auro Luti al barrino, che hanno snocciolato in 20 minuti un’interessante successione di punti e situazioni, fra cui il mulino che non si trova…
….coadiuvati da un pool di esperti.

L’azione si è poi spostata dal Barrino al Circolino…
dove Pietro Crivelli ha fatto musicopittura…
Vladimiro Durastanti (az. agr. Pacha Mama) ha fatto mielografia
Guido Bendinelli (Ixtlan), che nel progetto sta dando anche una mano nella digitalizzazione dei punti, ha fatto zafferanomatica
L’ing. Lombardelli e l’ing. Giacomelli (se non finiscono in -elli ‘un ci si vogliono) hanno fatto un po’ gli ingegneri…
E via via confrontandosi….

Controcampo, schegge impazzite dalla Jug Band Colline Metallifere, con chitarra a 12 corde gentilmente prestata da Oliver Gangemi…e come gran finale:
Questo è un semilavorato dei punti di interesse registrati al 2 marzo (non tutti i nomi sono leggibili in questa bozza). In alto a destra, in blu una parte del bacino del torrente Farma.

Con un grazie anche a Sergio Cappelletti e tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.