La stazione CORDILIT della buiometria riprende le sue misure dalle pendici del Sassoforte (GR)

Il progetto BuioMetria Partecipativa, oltre agli strumenti manuali che vengono dati in prestito alle persone interessate a svolgere misure di qualitĂ  del cielo notturno, dispone da qualche anno di uno strumento per registrare dati in continuo. Lo strumento è inserito nel Coordinamento Italiano per la raccolta dati sull’inquinamento luminoso (CORDILIT), in cui a partire dal 2011 confluiscono i dati da vari sensori in sei regioni italiane.

Lo strumento nel 2014 è stato diversi mesi in localitĂ  “Il Colle“, sopra Torniella (GR) e nel 2015 è stato ospite del Politecnico di Milano per alcune prove tecniche. Qualche settimana fa abbiamo riportato lo strumento a “casa base” e da pochi giorni lo abbiamo installato in una nuova sede. Nel corso dell’inverno le misure dalla “stazione buiometrica” saranno dunque registrate presso la tenuta Villa San Martino, di Fabio Bartalucci. Il buiometro quindi misurerĂ  dati giusto sotto il sito del Sassoforte e godrĂ  assieme a Fabio del panorama vista mare e parte dell’arcipelago toscano, mentre noi saremo a promuovere il progetto per colli brinati e pianure nebbiose.

Per informazioni su BuioMetria Partecipativa o CORDILIT: bmp@pibinko.org

Nella foto, Fabio Bartalucci con la sua livella al termine dell’installazione della stazione buiometrica.