Tag Archives: Attivarti.org

The presentation for the delegation from Artannes-sur-Indre, France

Attivarti.org gave in Torniella a presentation for a delegation visiting Roccastrada from Artannes-sur-Indre, France.

We spoke about initiatives and situations from the Farma Valley that non everybody knows and which Attivarti.org has been promoting over the past nine years: palla a 21/palla eh!, buiometria partecipativa, the work on bottom-up nature trails started with the participation to the INVOLEN international competition for location-based games, and -finally- a few hints on biodiversity, mentiong the ENVIROFI and FUNDIV projects.

The presentation was followed by a hearty dinner and a live performance be the Torniella community band.

Kudos to the organisers of the twinning between the municipalities for this opportunity.

For more information: info@pibinko.org


Come to the “Sa Lorenzo” night, to measure night sky quality (and count shooting stars) with BuioMetria Partecipativa

This is the only August event for the BuioMetria Partecipativa project.

Three Sky Quality Metres from the Attivarti.org instrument pool will be made available to experienced or apprentice citizen scientists, in order to take measurements of skyglow in one of the darkest areas in Italy, South of Siena, and integrating existing measurements collected since 2008.

mappa_sa_lorenzo_2015

The event is mostly targeted to Italian tourists and residents, but if you like the idea of participating and mixing with the locals, you are more than welcome.

Please send an e-mail to mappare@attivarti.org, and we will be glad to give you more information.

In case of rain or cloud cover the event will be reconfigured for indoor activities, with presentations, stories from Southern Tuscany and more interesting anecdotes, all with a bottle of your favourite drink.

The event is organized by Attivarti.org

July 30, 2015 – Milano: mapp(ear)ing the upper half of the landscape, between stars and stables

An evening to think about light, sipping a glass of wine, “between stars and stables”
By Attivarti.org, the mapp(ear)ing association

Download the flyer, in Italian, in PDF format (480 Kb)

20150730-milofi-volantino

In Italian there is an expression…at times we say of something or someone going “dalle stelle alle stalle” (from stars to stables), referring to a case which gets worse, or “dalle stalle alle stelle” (from stables to stars) when things get incredibly better.

The subtitle for this Attivarti.org evening is not easily translated into English, nevertheless, for this evening we made an exercise in considering the relationship between the possibility of observing stars and stables, which increases when you move from the city to rural areas.

This will trigger further thoughts on the sens of artificial light at night.

Join us on Thursday, July 30, from 10PM to midnight at the LO-FI club in Milano, Italy (via dei Pestagalli, close to the Rogoredo train station).

LO-FI Milano is more known to music fans in Italy for garage, punk, rock and metal gigs. In the July 30 evening the soundtrack will not be neglected, with a dedicated soft playlist by DJ Elyoh and Omonimo, but the core of the event will be in the images and in the experience:

  • photos from Southern Tuscany (one of the three areas in with the least level of light pollution in Italy), and from other parts of the globe
  • demonstrations of night sky quality monitoring (aka buiometria partecipativa, in Italy)
  • ligh pollution simulators
  • food and wine from Southern Tuscany, one of the three hundred and fiftyseven areas in Italy with excellent stuff to taste (the products will be shipped just before the event, by the organizers)
  • various folks which for years have been dedicated to mapp(ear)ing

To keep people awake during the presentation of many night scenes, we will propose a game. The winner will get some tasty product from Southern Tuscany, and maybe a LED lamp with the “right” color temperature.

The event is managed by Attivarti.org with the LO-FI club. Attivarti.org, in addition to promoting since 2008 the BuioMetria Partecipativa project, is since 2013 one of the contact points in Italy for the Loss of the Night Network. This has engaged around 38 organizations (in 16 countries), all committed to research, technology transfer, and dissemination on the topic of artificial light at night.
Entrance is for ARCI members (you can easily get a membership card in any ARCI club in Italy, including the LO-FI itself, prior to the event). Admittance is free, and you may donate any amount to support the 2015 Attivarti.org operations
For more information: Andrea Giacomelli – mappare@attivarti.org

Press release by Attivarti.org on the “Dark Skies” operation and on comments it is receiving

The Italian government issue a law proposal following its spending review. This proposal included a section called “operazione cieli bui” (i.e. “operation dark skies”). This was related to energy saving on lighitinh (estimated at 500 MEUR/year) by applying best-practice guidelines already adopted by several regional laws.

However, “operation dark skies” was rejected by the parliament and received strong media opposition.

Attivarti.org and the BuioMetria Partecipativa project HAD NO WHATSOEVER ROLE in the creation of “operation dark skies”, so we had to issue a press release to explain this clearly.

A seguito del recente annuncio della pubblicazione nella legge di stabilità della “operazione cieli bui” per la razionalizzazione e all’ammodernamento dell’illuminazione pubblica, e della nutrita serie di commenti, testimonianze e critiche che ne sono seguite (reperibili in rete…per esempio qui), l’associazione di promozione sociale Attivarti.org, desidera fornire alcuni spunti di confronto.

L’oggetto del presente comunicato non è tanto sostenere argomenti pro o contro l’operazione stessa, quanto di proporre alcune note legate ad aspetti non emersi sinora nel dibattito, almeno sulla base -piuttosto estesa- della rassegna di articoli e interviste e pareri che abbiamo potuto visionare.

Di seguito: una premessa (dovuta al fatto che non tutti coloro che leggeranno il comunicato ci conoscono), alcune note, e tre proposte operative.
Premessa

  1. L’associazione Attivarti.org non è un’associazione ambientalista. La maggioranza dei soci è in effetti composta da ingegneri ambientali, con esperienza professionale almeno decennale (Per ulteriori informazioni sull’associazione, vi invitiamo a visitare il sito www.attivarti.org)
  2. Pur avendo collaborato su specifici progetti con l’associazione Cielobuio, Attivarti.org non ha avuto alcun ruolo nella definizione dell'”operazione Cieli Bui”
  3. Il gruppo di lavoro che ha costituito l’associazione Attivarti.org è attivo sin dal 2008 nella sensibilizzazione sul problema dell’inquinamento luminoso e sulla raccolta di dati su questo fenomeno. Tale attività viene svolta attraverso il progetto di “BuioMetria Partecipativa“, che ha ottenuto riconoscimenti e attenzione a livello nazionale, europeo e globale per la capacità di coniugare aspetti di innovazione tecnologica e coinvolgimento dei cittadini in un’attività di monitoraggio ambientale.

Note

  1. L’inquinamento luminoso è un problema reale, con conseguenze documentate e riconosciute su consumo energetico, salute umana, fauna notturna e paesaggio. A supporto di questa affermazione esistono numerosissime fonti (potete consultarne un elenco non esaustivo ma utile sul sito della BuioMetria Partecipativa, o approfondire ulteriormente)
  2. La necessità di misure di mitigazione dell’inquinamento luminoso è quindi da considerare con attenzione. Nell’attuale congiuntura, l’aspetto del risparmio energetico è quello di più semplice evidenza;
  3. L’attuale cognizione di causa del pubblico sugli effetti dell’inquinamento luminoso è inferiore a quella che si ritrova in relazione ad altre tipologie di inquinamento, quali l’inquinamento acustico, quello elettromagnetico, quello delle acque di balneazione, ecc.. Non è poi raro anche trovare tecnici nel ramo energetico e ambientale la cui visione del problema è parziale, ad esempio per l’incompleta conoscenza del quadro normativo, o dell’esistenza di buone pratiche di progettazione e di gestione degli impianti.
  4. Tali affermazioni non derivano da impressioni, ma dal riscontro avuto in oltre 40 presentazioni tenute in meno di cinque anni, in varie parti d’Italia e con pubblico estremamente variegato, in cui Attivarti.org ha avuto modo di confrontarsi dal vivo con centinaia di persone su questa materia.
  5. Di converso, abbiamo avuto talvolta occasione di riscontrare che le modalità di comunicazione di esperti in tema di tutela dell’ambiente non sempre pongono una priorità nel tentare di creare un quadro condiviso rispetto al problema trattato.
  6. Nella somma di tali valutazioni, la sensazione è che buona parte delle critiche sollevate sull'”operazione cieli bui” possano derivare da una qualche forma di partito preso rispetto al ruolo dell’illuminazione nel garantire una adeguata qualità della vita, o da una qualche forma di partito preso opposta alla prima (nel caso delle “controcritiche” sorte immediatamente in risposta alle critiche).

Proposte operative

L’Associazione Attivarti.org, proponendo una volta di più l’azione che da oltre quattro anni sta portando avanti tramite la BuioMetria Partecipativa, invita tutti i soggetti interessati a un confronto effettivo sulla materia inquinamento luminoso, e sulle soluzioni alla stessa. Queste non devono passare per una linea di spegnimento indiscriminato, o a danno di reali esigenze di sicurezza e tutela della salute. Ciò non è stato mai sostenuto né dagli esperti facenti parte dell’Associazione Attivarti.org, né da nessuno degli altri esperti a noi noti in Europa e in Italia. Quindi…

  1. Oltre a manifestare le vostre posizioni in spazi “ristretti”, quali mailing list dedicate, commenti a blog, o e-mail dirette a editorialisti, iscrivetevi alla mailing list predisposta allo scopo da Attivarti.org (semplicemente tramite e-mail a mediazione-request@attivarti.org *). Poi presentatevi e dite la vostra: potrete comunicare direttamente con tutti gli altri iscritti, e saranno disponibili gli archivi della discussione. Ci impegnamo a fornire una sintesi degli scambi che avverranno.
  2. Vi segnaliamo sin da ora un evento in via di preparazione da parte di Attivarti.org (il 19 novembre a Monticiano, in provincia di Siena). L’evento è stato in effetti programmato sin da agosto, e quindi non teneva conto degli sviluppi legati alla legge di stabilità , e non tratterà unicamente di inquinamento luminoso. Sarà comunque un’opportunità concreta di confronto. Seguiranno ulteriori dettagli.
  3. Rimaniamo a disposizione per delucidazioni e approfondimenti, tramite l’indirizzo e-mail info@attivarti.org

 

*Â I vostri dati personali saranno utilizati esclusivamente per la gestione della mailing list stessa.