Tag Archives: 2011

branonbag del 14-9-2015: Running out of Time/Non c’è più tempo

In una mattina piovosa e milanese, una partenza blues lenta ci sta.

Questo brano dei Madrugada, formazione norvegese dal percorso musicale travagliato ma dalla presenza scenica notevole è l’ideale. Rientra nel filone delle canzoni del tempo che passa, in cui l’enfasi si dà al tempo (Time is on my side e Out of time degli Stones, Time degli Scorpions, Time dei Pink Floyd, Tempo di Jovanotti ecc.) e di cui per me il numero uno rimane a tuttoggi, e a molte lunghezze di distanza “O tempo nao para” di Cazuza nella versione dei Barao Vermelho.

Ma torniamo a un altro “bianco dalla voce nera” e alla sua band, in versione karaoke.

One more early morning | un’altra alba
One more late afternoon | un altro pomeriggio tardi
Once more you’re out in the wind | un’altra volta che sei fuori nel vento
And once more you come in too soon | e una volta di più che rientri troppo presto

It’s a long road, oh man | ragazzo, è una strada lunga
And it’s a hard road | e pure dura
You wanna make sure to make all the friends that you can make | vuoi per forza avere tutti gli amici che puoi
You ain’t worth much more to them | e non vali molto più per loro
Than the worth of what you give | del valore di quello che dai
And the worth of what you take | e di quello che prendi

In this old ritual of compassion | è il vecchio rituale della compassione
Well, you just fail and fall behind | be’, non ci riesci, e rimani indietro
Now you’re running | ora mi pare che tu stia finendo
Seems to be running | sembra che stia finendo
You’re running out of time | sembra che stia finendo il tempo

You know it ain’t love | lo sa che non è amore
No, you know it ain’t love | no, non è amore
Unless it’s eating you alive | a meno che non ti mangi vivo
When you’re in your bed at night | quando sei a letto la notte

No, you know it ain’t love
You know there can’t be no love | lo sai che no ci può essere amore
Unless it comes howlin’ out of you | a meno che non esca da te ululando
Then you know the time is right | allora lo sai che è il momento giusto

Ah you wait so long | ah, aspetti così tanto
And now you don’t know | e ora non sai
Now you don’t know what to do | non sai che cosa fare
Except to pray for your love | tranne che pregare per il tuo amore
To come returning on back to you | che ritorni da te

You dry out with all of this bitterness and fear | con tutta quest’amarezza e paura, ti si asciugat
And with every passing year | e con ogni anno che passa
Nothing’s really real to you | non c’è niente di vero per te
Except this pain that you feel | a parte il dolore che senti

You will come to realize | ti accorgerai
That you had your day | che avevi avuto la tua occasione
Someday oh so long ago | una volta, tanto tempo fa
When somebody came a-calling at your door | quando qualcuno venne a bussare alla tua porta
And you pretend that you were not home | e tu facesti finta di non essere a casa

Now you’re running
You’re running
You’re running out of time

ecspobag del 29-6-2015: la collina dei ciliegi/the cherry grove hill

Essere Consapevoli, Senza Pensieri Ostili

[reprise del branobag dell’11-10-2012, con aggiunta di foto originale, e traduzione a fronte]

logo_animali qua sul commento mi sono un po’ incartato…tutta colpa della colazione…ma uno dei pensieri era una cosa tipo “la collina ce ll’hai, le ciliege pure…allora vengo a correre pure io!”.

Curioso notare che nel 1973 un canzoniere ispirato parlava di “figli dell’immensità”, mentre nel 1977 un altro canzoniere ispirato parlava di “figli delle stelle”…come dire…l’orizzonte si era già ristretto (e gli anni 80 erano alle porte).

nella canzone si dice a un certo punto che le “anime non sono mie”, ma mio cuggino sostiene che si faccia riferimeno alle “sonomie”, anche se nei dizionari online non ritrova la “sonomia” come concetto. giuro che -quando internet non c’era- ricordo di aver trovato un riferimento del gente, ma dove sono ora non ho un vocabolario anni ’70 per controllare. ho trovato solo:

iṡonomìa s. f. [dal gr. ἰσονομία, comp. di ἴσος «uguale» e -νομία «-nomia»]. –

1. Eguaglianza di fronte alla legge, uno dei principî fondamentali della democrazia presso gli antichi Greci.
2. Nella medicina antica, completa armonia fra tutte le sostanze e gli umori che compongono il corpo umano, condizione che caratterizza lo stato di salute; è praticamente sinon. di eucrasia.

qualche classicista può aiutare ? grazie!

Mi7
E se davvero tu vuoi vivere una vita luminosa e più fragrante | so, if you really want a brighter and crispier life
Fa Sol Do
cancella col coraggio quella supplica dagli occhi | please erase with your courage the plea from your eyes
Do Mi7
troppo spesso la saggezza è solamente la prudenza più stagnante | too often wisdom is just the most stagnating caution
Fa Sol Do
e quasi sempre dietro la collina è il sole | and, almost always, the sun lies behind the hill
Mi7
Ma perché tu non ti vuoi azzurra e lucente | but, why won’t you be blue and shining
Fa7+
ma perché tu non vuoi spaziare con me | why won’t you roam with me
volando contro la tradizione | flying against tradition
come un colombo intorno a un pallone frenato | like a dove around a blimp
Fa7+
e con un colpo di becco | and with a jab of your beak
bene aggiustato forato e lui giù giù giù | well placed, pierced, and it goes down, down
Lam Mim Fa Do
e noi ancora ancor più su | while we, we go further up
Lam Mim Fa Do
planando sopra boschi di braccia tese | gliding over forests of spread arms
Lam Mim Fa7+
un sorriso che non ha | a smile which no longer has
Lam Mim Fa Do
né più un volto né più un’età | nor a face, neither an age
Lam Mim Fa Do
Lam Mim Fa7+
e respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini | and breathing breezes sprawling on lands with no limits or borders
Lam Mim Fa Do
ci allontaniamo e poi ci ritroviamo più vicini | we part and then we find we are closer
Lam Mim Fa7+
e più in alto e più in là | and, further up, and further away
se chiudi gli occhi un istante | if you close your eyes for a second
Lam Mim Fa Do
ora figli dell’immensità | we are now children of immensity

Do Mi7
Se segui la mia mente se segui la mia mente | If you follow my mind, if you follow my mind
Fa Sol Do
abbandoni facilmente le antiche gelosie | you will easily quit your ancient jealousies
Do Mi7
ma non ti accorgi che è solo la paura che inquina e uccide i sentimenti | but don’t you realize that it is just fear which contaminates and kills feelings
Fa Sol Do
le anime non hanno sesso né sono mie | sould have no sex, nor are they mine
Do Mi7
Non non temere tu non sarai preda dei venti | no, don’t fear, you will not be a prey of the winds
Fa7+
ma perché non mi dai la tua mano perché | so why don’t you give me your hand
potremmo correre sulla collina | we could run up the hill
e fra i ciliegi veder la mattina che giorno è | and, between the cherry trees see the morning and the day
E dando un calcio ad un sasso | and, kicking a stone
residuo d’inferno e farlo rotolar giù giù giù | a remain of hell, making it roll down, down
Lam Mim Fa Do
e noi ancora ancor più su | while we go further up

Lam Mim Fa Do
planando sopra boschi di braccia tese | gliding over forests of spread arms
Lam Mim Fa7+
un sorriso che non ha | a smile which no longer has
Lam Mim Fa Do
né più un volto né più un’età | a face, nor an age
Lam Mim Fa7+
e respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini |
Lam Mim Fa Do
ci allontaniamo e poi ci ritroviamo più vicini
Lam Mim Fa7+
e più in alto e più in là
Lam Mim Fa Do
ora figli dell’immensità

ecspobag bel 4-6-2015: sei tu con esperienza?/are you experienced

Entrava Come Sempre Pensando a Othello

2015-06-02 10.29.12…ma poi, quando usciva, pensava alla prima volta che sentì Jimi Hendrix. Il disco era un vinile con copertina viola, usato, comprato al Discomane, Alzaia Naviglio Grande a Milano. Il piatto era un Pioneer con trazione a cinghia, che ha funzionato dal 1975 al 2005, forse anche 2007. L’attacco del brano era un non attacco, delle corde mute, l’attacco della batteria era una non batteria: nel disco c’è un pezzetto di rullante o di charleston registrato al contrario.

Il pezzo è come una sorta di Bolero di Ravel in acido. Parla di livelli di percezione diversi, che negli anni ’60 del secolo scorso si provava spesso a raggiungere tramite “ausili” più o meno naturali.

Eppure, secondo me, non può essere considerato di per sé un inno agli allucinogeni… il primo verso parla di concentrazione mentale, e l’ultimo dice che non bisogna per forza stordirsi di droghe..più chiaro di così. La versione originale sta per esempio qui, ma per l’occasione ne propongo una dal vivo.

La domanda sorge spontanea: è necessario avere costumi di scena da ussaro per suonare musica psichedelica? Ma l’esecuzione è ottima.

 

A/C#                 Gsus
If you can just get your mind together | se riesci giusto un momento a concentrarti
A5
uh-then come on across to me | e poi a venire qui da me
A/C#
We’ll hold hands and then we’ll | ci terremo per mano e poi
Gsus
watch the sunrise | guarderemo il sorgere del sole
A5
from the bottom of the sea | dal fondo del mare

But first, are you experienced? | ma prima, te hai già esperienza?
F
Uh-have you ever been experienced-uh? | sei mai già stata l’esperienza di qualcuno? (oppure: hai mai avuto esperienze?)
A5
Well, I have | be’ io sì

(Well) I know, I know, you’ll probably scream and cry | lo so, lo so, probabilmente urlerai e piangerai
that your little world won’t let you go | che il tuo piccolo mondo non ti lascia andare
But who in your measly little world, (-uh) | ma chi, nel tuo tuo piccolo e meschino mondo
are you tryin’ to prove to that you’re | stai tentando di provare che sei
made out of gold and-uh, can’t be sold | fatta d’oro e non puoi essere venduta?

So-uh, are you experienced?
Have you ever been experienced?
Well, I have

Uh, let me prove it to you, | lascia che te lo provi
(solo)
yeah

Trumpets and violins I can-uh, hear in the distance | trombe e violini, li sento da lontano
I think they’re callin’ our name | penso che stiano chiamando il nostro nome
Maybe now you can’t hear them, | forse per ora non li puoi sentire,
but you will, ha-ha, if you just | ma li sentirai senz’altro se solo
take hold of my hand | prenderai la mia mano
Ohhh, but are you experienced?
Have you ever been experienced?

Not necessarily stoned, but | non necessariamente stordito ma
beautiful | bellissimo