Il reportage dal concerto a Punta Ala del 28/4

Domenica 28 aprile 2019 siamo stati invitati dall’associazione Comunità di Punta Ala per una performance geomusicale con la Jug Band dalle Colline Metallifere. L’evento è stato l’occasione per proporre il cocktail di musica dal vivo e divulgazione sul territorio che la JBCM sta sviluppando da tempo con il nome di “geomusica” e dare qualche accenno della situazione che svilupperemo a fine maggio e primi di giugno con la missione in Germania, passando per il Politecnico di Milano.

Dalle varie sezioni del sito jugbandcm.it potete farvi un’idea (e condividerla anche in inglese e tedesco).

Durante l’allestimento del set, abbiamo chiesto a Simone Sandrucci (o Simon Lillesanders all’estero), di fare una “ignorantata” con la Eko X27 che la famiglia Giacomelli dai primi anni ’60 usa tramite vari esponenti. Ne è uscito questo giro blues con un fuzz “super-ignorante” che vorremmo sentire più spesso, nel momento giusto…ma intanto è stato buono come antipasto:


La scaletta prevedeva 30 brani (qui nell’elenco su cui Jack O’Malley suona, tenendo il foglio sul rullante…l’ingrigimento del foglio è dato dalle spazzole)

Il tempo di morire, Supermarket e Il politico Alternativo (video di Alberto Grossi)

L’operaio della FIAT (video di Eli Heights)

La versione sottotitolata in italiano di cui si parla all’inizio è disponibile qui.

…con intro al “Contadino Magro” nel finale…Il “Cielo è di tutti”, poesia di Gianni Rodari musicata da Bobo Rondelli, spiega abbastanza bene alcuni aspetti della BuioMetria Partecipativa

.

Ricordiamo che potete sostenere la tournée della JBCM in Germania…per sapere come (in particolare se siete un’azienda del settore enogastronomico o ricettivo), vedete questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.