Archivio mensile:Febbraio 2022

Riscaldamento locale (motivazioni, testo e groove)

Quanti ne volete di questi? (potete rispondere a micalosapevo@pibinko.org)

Questo è un testo nato a metà dicembre 2021, da un’idea di novembre. E’ la sintesi di anni di soggiorni temporanei in case di campagna poco usate, e quindi tendenzialmente fredde d’inverno. Mentre i prezzi dell’energia salgono alle stelle e l’umano ingegno inizia a valutare modi (tendenzialmente già usati in passato) per approvvigionarsi di fonti di energia, invitiamo a riflettere sulla possibilità di adottare uno stile di vita meno energivoro, ad esempio abbassando il riscaldamento e mettendosi un maglione, o strati a sufficienza, in più. Come ai tempi dei nonni (miei). Nella foto di testa, il “set” da cui viene scritto questo articolo alle 8.26 del 21-2-22, con 15° e il 61% di umidità (a volte si arriva anche a 18° durante l’inverno). In parallelo, il testo si ispira alle gesta di alcuni investitori che cercano nei lidi italioti un “buen retiro”, dando priorità alle indicazioni disponibili nel metaverso, e magari ignorando (più o meno consapevolmente) quelle che possono arrivare, come servizio naturalmente, dal metàverso (cfr. video di qualche giorno fa)

Luca Guerrieri e Wolfgang “The Wolf” Scheibe durante la registrazione del demo take, il 16-2-2022 a Follonica (GR)

Con la JBCM, in collaborazione con Luca Guerrieri dei Double Vision Studios abbiamo già registrato una sorta di “demo take” del pezzo, però ci vorrà ancora un po’ per avere la versione buona. Nel frattempo, dato si fa attività conceTTistica e non produzione musicale tradizionale, abbiamo voluto fare quello che in termini informatici è il rilascio di una parte del “codice sorgente” del pezzo. La cosa ci è sembrata opportuna considerato il clima di incertezza e incupimento legato alla gestione dei superbonus di varia natura, e l’incalzare di un Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza il cui svolgimento ricorda un incrocio fra Momenti di Gloria, Avatar e “La Capa Gira” (cfr. anche la serie di articoli di pibinko sul PNRR).

Ecco quindi a voi il “groove” e il testo, tradotto in inglese per gli amici non-italoleggenti. Il perché venga invocato a più riprese il cognome dell’esploratore inglese, eroe nazionale nel Regno Unito, verrà spiegato in occasione della prossima performance dal vivo della Jug Band Colline Metallifere (possiamo giusto anticipare che abbiamo studiato bene la storia di questo personaggio, grazie al materiale della Cosoteca della rete pibinko.org – vedi link).

Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228

Groove : Shackleton Shackleton Shackleton (pausa) rip

Ho comprato un podere giù in campagnaI bought a farm, down in the country
Scelto bene da un bel sito interne-e-tWell chosen from a cool web site
Mi dicevo – lì sarà una gran cuccagnaI said: “This will be great fun”
Non pensavo che facesse così fredd(o)I didn’t think it would be so cold


Qui d’estate ci venivo da vent’anniHere I used to come since I was twenty
Spesso in barca a fare il giro delle sagreOften on my boat, visiting all the village fairs
Con filippo, ada nino pia e a volte GianniWith Filippo, Ada, Nio, Pia and -at times- Gianni
Non vedevo nel futuro vacche magreI did not foresee any bad times


Chorus 1


Sha-a-a-ckleton (coro: non ce l’aveva)Sha-a-a-ckleton (bv: did not have)
Sha-a-a-ckleton (coro: la stufa accesa)Sha-a-a-ckleton (bv: a flaming stove)
Sha-a-a-ckleton (coro: ma raccontava)Sha-a-a-ckleton (bv: but he used to tell)
Sha-a-a-ckleton (coro: le barzellette)Sha-a-a-ckleton (bv: a lot of jokes)


E’ arrivato il momento dei cantieriSo the moment of the construction came
cominciare una ristrutturazioneTo start a renovation
installare dei radiatori seriTo install some serious radiators
riscaldare un po’ la situazioneAnd warm up the situation


Quello che non avevo calcolatoWhat I had not considered
quando da berlino avevo compratoWhen I bought from Berlin
sto podere tanto bello da guardareThis farm, so nice to look at
è che l’ecobonus non può funzionareIs that the “eco-bonus” cannot work

Chorus 2

Sha-a-a-ckleton (coro: lui stava al fresco)Sha-a-a-ckleton (bv: he used to stay in chilly spots)
Sha-a-a-ckleton (coro: lì sopra al ghiaccio)Sha-a-a-ckleton (bv: there on the ice)
Sha-a-a-ckleton (coro: ma non faceva )Sha-a-a-ckleton (bv: but he did not make )
Sha-a-a-ckleton (coro: scelte a casaccio)Sha-a-a-ckleton (bv: random choices)


Lo sapete com’è andata a finireDo you know how the story went
Ve lo dico, vi vorrete divertireLet me tell you, you will be amused
L’ecobonus me lo sono già scordatoI already forgot about my “eco-bonus”
colpa di un professionista sfortunatoBlame it on an unlucky consultant


In campagna il podere l’ho vendutoIn the country, I sold my farm
era bello, ma mi aveva un po’ fottutoIt was nice, but it slightly screwed me up
Ora sto in un bilocale nel paeseNow I live in a two-room flat in the village
il tramonto è uguale e ho meno speseThe sunset is the same, and I have a lot less expenses

Fade out

Shackleton Shackleton Shackleton

Creative Commons License
“Riscaldamento Locale” by Jug Band Colline Metallifere is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/licenze-e-permessi/.

Più strada per tutti

Questo è un nuovo progetto della Jug Band Colline Metallifere, in collaborazione con chi collabora. Stiamo compilando un atlante-elenco di località italiane ed estere per far fare più arte di strada, o farla fare meglio (con meno energie burocratiche). Al momento vedete un elenco di comuni, una foto di vegetazione che esce da una bottiglia, e le istruzioni versione marzo 2022 (vedi link).

Per altre informazioni, per collaborare o per booking (sia della JBCM, sia di chi collabora): micalosapevo@pibinko.org

[aggiornamento: 12-3-2022]

Musica che ci piace: Barbara

Questo brano lo avevo fatto sentire a un paio di amici pochi mesi fa, ma mi sono reso conto di non averlo diffuso…la versione dal vivo è abbinata a un secondo pezzo che è molto simile, e vi porta a un ascolto lungo. Visti ad Alghero, tipo nel 1999.

Se avete informazioni recenti su di loro (o sui loro componenti) scrivete a micalosapevo@pibinko.org che li intervistiamo in qualche jugcast (se non avete visto quello di ieri con Marco Marongiu e Bob come co-conduttore, fatelo appena potete da questo link).

Jugcast dalle Colline Metallifere: 2: Innovazione libera – con Marco Marongiu

Un suggestivo scorcio della cava di caolino sul versante ovest di Montalto, una delle risorse primarie di questo territorio, vista dal fianco dell’ex-circolo dove Angela si ricorda che c’era una cappa di fumi no dài scherzi (o dall’altro fianco della “commenda” promossa don Terzino Tatasciore a fine anni)

Trasmesso dallo “spazio polifunzionale” (ma a volte anche “polli-funzionale” quando ci si fanno le grigliate), di Piloni (GR) dalle 12.15 alle 12.40 circa del 19-2-22. Per la prima volta, graditissimo co-conduttore, Claudio “Bob” Spinosi, il Mahatma della Val di Farma, il Garrincha della Palla a 21, quello che ha spiegato a diverse persone da che parte si leva il sole, “‘un so se mi ‘apisci ‘ome“.

Nello scegliere questa location, abbiamo voluto mettere alla prova la capacità della rete mobile in uno bei borghi attualmente concorrenti al “bando di rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono che non superano di norma le 300 unità abitative”, essendo 15 anni che ci occupiamo di fare la stessa cosa in vari territori rurali, fra cui la Val di Farma (cfr. questo articolo del 3 febbraio scorso). Prossimo appuntamento il 26-2: si parlerà di musica con VEA, e saremo con regìa da Firenze…in sede fisica da definire, comunque in zona pericentrale.

Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228. Se vi piacciono i Jugcast dalle Colline Metallifere: lasciate qualcosa nel cappello digitale della JBCM (cliccate qui).

p.s. come proposta migliorativa per i bandi rigenerativi nei borghi come Piloni, dalla rete pibinko.org proponiamo la destinazione di un’adeguata frazione dei finanziamenti alla realizzazione di panfortodromi (spazi attrezzati per il gioco del “panforte”), per i quali si prevede una spesa di 150 euro per impianto.

Creative Commons License
Jugcast dalle Colline Metallifere by Jug Band Colline Metallifere is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.
Based on a work at https://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/jugcastcm-1-ambiente-elena-maggi/.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/licenze-e-permessi/.

Pronti per la diretta del secondo Jugcast dalle Colline Metallifere da Piloni (GR)

…dopo un’attenta analisi a molti criteri del sito ideale per la diretta del secondo Jugcast dalle Colline Metallifere (la rubrica in cui la Jug Band dalle Colline Metallifere intervista gente che gli sta simpatica su temi di cultura, ambiente e innovazione libera e musica), abbiamo optato oggi per Piloni (GR), frazione di Roccastrada da cui parti una buona parte della delegazione della Palla a 21 a Chicago nel 2007 ecc ecc ecc… appuntamento alle 12.15 con Marco Marongiu da Oslo che ci parlerà di software libero…https://zoom.us/j/96957537431?pwd=ajRQMFdJa01jdDNmZXpCSklmTWp0UT09

Musica che ci piace: Jungle Drum

Continuiamo la linea della musica islandese…dopo Björk con “Army of me” di ieri (vedi link). Vi ricordiamo anche l’appuntamento di domani con il secondo Jugcast dalle Colline Metallifere dedicato all’innovazione libera con Marco Marongiu da Oslo (vedi altro link)

Hey I’m in love
My fingers keep on clicking
To the beating of my heart

Hey I can’t stop my feet
Ebony and Ivory and dancing
In the street

Hey it’s cause of you
The world is in a crazy hazy hue

My heart is beating like a jungle drum
My heart is beating like a jungle drum
My heart is beating like a jungle drum

Man you got me burnin’
I’m the moment between
The striking and the fire

Hey read my lips
‘Cause all they say is
Kiss kiss kiss kiss kiss

No it won’t ever stop
My hands are in the air
Yes I’m in love

My heart is beating like a jungle drum
My heart is beating like a jungle drum
My heart is beating like a jungle drum
My heart is beating like a jungle drum

And so onburuburobummbummbumm

Promemoria: Sabato 19-2-22 ore 12.15, va in onda il secondo JugCast dalle Colline Metallifere

Nell’ambito dello sviluppo della Programmazione Naturale Rigorosamente Resiliente (PNRR) della rete pibinko.org, dopo l’apertura di sabato 12-2 con Elena Maggi dell’Università di Pisa che ci ha parlato un po’ di studi sull’inquinamento luminoso in aree costiere (rivedi la registrazione qui), il prossimo appuntamento è con Marco Marongiu, informatico sardo (per la precisione dal Campidano) attualmente di stanza a Oslo. Marco ci parlerà di informatica libera, a partire dalle sue esperienze negli anni ’90 con la fondazione del Linux User Group di Cagliari in poi.

Nei due episodi successivi ci confronteremo con la musica, grazie a VEA, e per chiudere la prima serie con una sintesi sulla cultura (con ospiti a sopresa).

Come anteprima, eccovi il trailer/sigla del prossimo Jugcast dalle Colline Metallifere:

  • Le istruzioni per collegarsi sabato sono alla pagina: https://www.pibinko.org/jugbandcollinemetallifere/indiretta/
  • E’ possibile sostenere la produzione dei Jugcast dalle Colline Metallifere tramite il “cappello digitale della JBCM” (vedi qui)
  • La presentazione della prima serie dei JCCM è in questo articolo dell’8 febbraio.
  • Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228
  • I Jugcast dalle Colline Metallifere sono pubblicati con licenza Creative Commons CC-BY-SA International 4.0 (se non sapete di che si tratta, vedi punto “altre informazioni”, sopra).
  • Per altre informazioni sul PNRR della rete pibinko.org, vedi la serie “dateci oggi il nostro PNRR quotidiano”, avviata il 5 gennaio scorso (link)

Potevano Non Rubare Ricordi (Il PNRR dei musicisti scalcagnati)

[NdR: questo articolo si ricollega alla rubrica “Dateci oggi il nostro PNRR quotidiano“, sul sito principale della rete pibinko.org]

L’episodo dell’Ape di Tattistampa rubato nella notte fra il 13 e il 14 febbraio scorso, e poi fortunatamente rinvenuto fra il 14 e il 15 ci ha fatto molto riflettere. Tra varie cose, ricollegate anche a episodi simili accaduti ad amici e colleghi negli anni scorsi, in varie regioni italiane, e sia in città che in campagna, ne è uscita questa. Chiamiamola una coda all’appello che abbiamo mandato il 14 pomeriggio, dell’intervista fatta il 15 a ora di pranzo, e degli articoli usciti il 15 e il 16 su Il Tirreno….si procede.

Rubateci un Ape ma spiegateci il motivo
perché non avevate un mezzo alternativo
un veicolo diverso per andare a quel paese
dove si prestano le Api e le storie non son tese

Rubateci poi banjo, armonica e chitarra
ma io vorrei sapere chi se l’accaparra
se volevate suonare una canzone
una jam si combinava, e veniva un successone

Rubateci la terra, il cielo e pure il sole
Il mio mondo sta in un pugno, rubarlo non si puole
provate a scardinare questa mano così stretta
non credo riuscirete, ché non è cosa corretta

Rubateci le mani, i piedi gli occhi e il cuore
Appropriatevi di ogni organo della civiltà che muore
Prendeteci soprattutto un neurone dal cervello
e tenetevelo:

potremo ragionare di un paese un po’ più bello

[nella foto di testa: Alberocittà n° 4, aceto su tele 444×333 di Giancarlo da Miele, 2022]

Stand up | Alzatevi in piedi
You’ve got to manage | Dovete farcela
I won’t sympathize | Non avro simpatia
Anymore | mai più

And if you complain once more | e se continuate a lamentarvi
You’ll meet an army of me | incontrete un esercito di me
And if you complain once more
You’ll meet an army of me

You’re alright | Va tutto bene
There’s nothing wrong | non c’è niente di sbagliato
Self-sufficience, please! | Autosufficienza, per favore!
And get to work | E mettersi al lavoro

And if you complain once more
You’ll meet an army of me
And if you complain once more
You’ll meet an army of me, army of me

You’re on your own now | Ora siete da soli
We won’t save you | Noi non vi salveremo
Your rescue squad | La vostra squadra di soccorso
Is too exhausted | E’ troppo stanca

And if you complain once more
You’ll meet an army of me
And if you complain once more
You’ll meet an army of me

And if you complain once more
You’ll meet an army of me
And if you complain once more
You’ll meet an army of me, army of me