Il concorso fotografico sull’inquinamento luminoso Mille scatti fra il tramonto e l’alba (Corriere di Maremma, 28.10.2010)

# MASSA MARITTIMA – Quale sarà l’immagine più bella? Sabato 3 alle 17 arrivano nella Sala dell’Abbondanza 1.000 scatti d’autore da tutto il mondo per il concorso promosso dal Toscana Foto Festival: “Fra il tramonto e l’alba”. Stelle e luna di suggestivi cieli notturni, soli che nascono o che si eclissano nell’arancio del tramonto. Sono le ultime sfumature dell’edizione 2010 del Toscana Foto Festival che porterà a Massa Marittima 1.000 immagini da tutto il mondo. A pochi mesi dalla conclusione estiva della Kermesse d’autore, divenuta ormai una manifestazione di spicco nel panorama della fotografia italiana, il Toscana Foto Festival patrocina l’evento “Fra il tramonto e l’alba”, un concorso che richiede scatti di panorami non illuminati dala luce del giorno e che si è svolto tra giugno e settembre di quest’anno, raccogliendo più di 900 immagini provenienti dai cinque continenti. Giunta alla sua conclusione la raccolta degli scatti, sabato 30 ottobre alle 17 alla Sala dell’Abbondanza di Massa Marittima si terrà la premiazione che eleggerà vincitrici le visioni più originali e suggestive. Nel corso dell’evento, assieme alla premiazione delle immagini per le tre categorie di tramonto, alba, luna e stelle, sarà presentata una parte sostanziale delle immagini ricevute, che saranno successivamente pubblicate sul sito web della manifestazione. L’affascinante iniziativa è stata ideata dal gruppo pibinko.org, ed è stata promossa dal Toscana Foto Festival massetano. Il concorso fotografico che prevede da regolamento la partecipazione di tutte quelle immagini catturate “fra il tramonto e l’alba” ed è nato per invitare fotografi amatori e professionisti a cimentarsi con ritratti e paesaggi di luce naturale non diurna. Intento di quest’idea è quello di far riflettere artisti e spettatori sul tema del paesaggio notturno e sulla problematica dell’inquinamento luminoso in tutto il mondo. La giuria è composta da professionisti che a vario titolo si occupano di cielo, paesaggio e luce, con l’intento di mettere a confronto sensibilità diverse nella lettura delle immagini.