Archivi tag: da tradurre

Nona Coppa Europa di llargues in Toscana: una sintesi

Da venerdì 11 a domenica 13 ottobre a cavallo fra le province di Siena e Grosseto, nei paesi di Monticiano, Torniella (frazione di Roccastrada) e Ciciano (frazione di Chiusdino) si è tenuta la nona edizione della Coppa Europa per club di llargues.

“Llargues” è la denominazione di un gioco sferistico, in cui due squadre si confrontano rimandando una pallina a mani nude, diffuso soprattutto nella regione valenciana, in Spagna, ma praticato anche con minime varianti in altre parti del mondo. In particolare, a questa edizione hanno partecipato club oltre che dalla regione valenciana (Benidorm, Parcent e Relleu), due squadre belghe (Thieulain e Kerksken), una francese (Maubège), una dai paesi baschi (con giocatori sia dal lato spagnolo che francese) e due italiane: Torniella e Scalvaia, minuscola frazione di Monticiano.

Il contesto

Come un evento di portata europea sia arrivato a svolgersi in una parte poco nota dell’entroterra toscano richiede un minimo di spiegazione: infatti nei due borghi citati sopra, oltre che a Piloni (altra frazione di Roccastrada), Tirli e Vetulonia (frazioni di Castiglione della Pescaia) e Ciciano (frazione di Chiusdino), è sempre viva la tradizione del gioco della palla eh!, che sostanzialmente è uguale al llargues. Dalla fine degli anni ‘70 in Toscana si tengono quindi tornei estivi in cui le piazze dei paesi si trasformano nei campi di gioco (per approfondimenti si veda questa pagina).

Fra questi paesi, proprio le squadre di Scalvaia hanno mostrato nel tempo un interesse particolare a entrare in relazione con altre realtà analoghe in Italia e all’estero e a confrontarsi anche con giocatori professionisti. Sin dal 2011 alcuni dei ragazzi di Scalvaia hanno partecipato a manifestazioni internazionali, e nel 2019 sono arrivati a fare un salto di qualità anche dal punto di vista organizzativo, proponendosi per ospitare la Coppa Europa, con il coordinamento di Alessio Serragli, giocatore e animatore storico delle relazioni internazionali sulla palla eh!. La dimensione dell’impresa non può essere apprezzata del tutto se non si tiene conto della ridottissima dimensione dei borghi ospitanti, che contano poche centinaia di abitanti e non sono in una zona facile per l’organizzazione di eventi.

La manifestazione

L’auditorium del museo della biodiversità di Monticiano durante la cerimonia di apertura

Venerdì 11 si è tenuta la cerimonia di apertura, molto partecipata, in cui oltre a presentare le squadre gli organizzatori hanno voluto assegnare ad alcune “glorie” dei paesi toscani il riconoscimento del “guanto d’oro”, a sottolineare i loro meriti legati alla palla eh!, vuoi dal punto di vista sportivo che del loro impegno nella promozione del gioco.

In appendice trovate le foto di tutte le squadre e dei personaggi permiati con il Guanto d’Oro.

Sabato 12 si sono svolte le partite di qualificazione, con le squadre ripartite su tre piazze: a Monticiano, Scalvaia, Parcent e Maubeuge. A Ciciano: Benidorm,Kersken, Euskadi. A Torniella: Torniella, Relleu, Thieulain.

Dalla prima giornata sono passate alla fase finale le due squadre belghe e due delle valenciane (Benidorm e Parcent). Il torneo per quest’anno è stato comunque dominato da queste ultime, con Parcent primo classificato e Benidorm secondo. Sotto alcuni momenti della finale.

Oltre al non trascurabile evento sportivo, le tre giornate sono state un’occasione per molte persone che non conoscevano il gioco di vedere una disciplina oggi poco nota, ma che in epoche passate era molto diffusa in Italia, per gli stranieri (fra giocatori e accompagnatori oltre un centinaio di persone) di conoscere un territorio nuovo, e per le comunità in cui la palla eh! rimane viva un’occasione di ritrovarsi e vedere da vicino atleti di altissimo livello nella loro specialità.

La mostra

All’evento sportivo gli organizzatori hanno voluto abbinare un momento di testimonianza e documentazione legata al gioco. Per questo è stata allestita una mostra presso il museo della biodiversità di Monticiano. La mostra, curata da Alessio Serragli, Linda Frosini, Lisa Martelli e Andrea Giacomelli, offre informazioni storiche sullo sviluppo dei giochi sferistici a partire dall’antichità, spiega il regolamento della palla eh!, propone maglie, palline e trofei legate ai tornei toscani, assieme a molte foto e una versione aggiornata dell’albo d’oro dei vincitori a partire dal 1977.

La mostra può essere visitata fino al 27 ottobre: giovedì e venerdì dalle 15.30 alle 18.30 e sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30.

Ringraziamenti

Comuni di Monticiano, Roccastrada e Chiusdino, I club partecipanti, Regione Toscana, Enoteca Benedetto Vino, Albergo da Vestro, Agriturismo La Casetta della Pina Monticiano, Pub Langirigià, Ristorante il Doccio, Abbigliamento Rita e Raffaella Giannozzi, Euronics Point Torniella, Casa Reasco Torniella, Casa del Chiodo Piloni, Ristorante Il Boscaiolo Torniella, Agriturismo Tenuta il santo Monticiano, Bar l’Incontro Monticiano.

Immagini dalla cerimonia di apertura

Torniella
Thieulain
Scalvaia
Parcent
Maubeuge
Kerksken
Euskadi (selezione dai Paesi Baschi)
Benidorm
Gli arbitri

I “guanti d’oro”

Ciciano: Danilo Maurelli, Beppe Corsi ed Eraldo Panti “Calimero”
Piloni: Dante Bartalucci e Michele Bartalucci
Scalvaia: Fabio Massellucci, Tiziana Guiggiani (per Ilio Guiggiani) e Massimo Ganozzi
Vetulonia (Alessandro Tosi) e Tirli (Massimo Signori)

Per Torniella sono stati assegnati riconoscimenti a Claudio Spinosi e Pio Spinosi.

Ricette bòne

Raccolte su WordPress dalla Zia Eda nell’inverno 2010-2011. Potete consultare le proposte in vari modi:

Pescando dall’elenco completo che trovate in fondo a questo articolo (ogni volta che si ricarica la pagina l’ordine cambia)

Per categoria:

Difficoltà: Facile Media Difficile

Tempo di preparazione: Veloce Medio Lungo

Altre categorie Antipasto, Contorno, Primo, Secondo, Sottolio, Vegetariano, Dolce

Per tag:

acciughe aceto aglio asparagi bietole burro cacao capperi carciofi carote castagne cavolo fiore cioccolato cipolla farina farina di castagne fichi formaggio funghi latte limone limoni mascarpone melanzane mele noci olio pane grattato parmigiano peperoncino peperoni pomodoro prezzemolo ricotta riso sale savoiardi sedano tonno uova verdure varie zucca gialla zucchero zucchine zucchini

Buona navigazione (e buona preparazione!). Per informazioni: info@pibinko.org

pibinko.org a Bruxelles, aprile 2019 (EIE WG ed evento DITOs): com’è andata? (notizie pibinko.org dell’8-4-19)

Il prossimo appuntamento, Tatti (GR), sabato 13 aprile

Prima di addentrarci nel resoconto, ricordo che il prossimo appuntamento per vedere dal vivo tutte le cose di cui si parla sotto (tranne gli cioccolatini belgi) sarà sabato 13 aprile a Tatti (GR), dalle 18 alle 20.L’occasione sarà la presentazione della prima versione della mappa di comunità di Tatti, nell’ambito del ciclo di incontri della rete pibinko.org per m(‘)appare le Maremme (vedi vedi articolo). E ora procediamo, sulla base di Bennato che canta “Ma quando arrivi treno…

Fra l’1 e il 4 aprile ho avuto modo di rappresentare la rete pibinko.org in due eventi a Bruxelles, legati al settore della citizen science e più in generale del coinvolgimento delle comunità in attività scientifiche e di ricerca (ovvero del coinvolgimento di scienziati e ricercatori nelle attività delle comunità?).

Si tratta di un tema su cui lavoro in modo crescente dal 2008 (ricordiamo come primi passi la “pubblicità progresso” sull’informazione geografica libera in cui recitano paesani di borghi toscani, o la campagna per m(‘)appare Milano), ma che in effetti mi trovo a elaborare da ben prima, sin dai tempi in cui lavoravo al CRS4, in Sardegna (1997-2002)…ad esempio nel 2000 organizzai un sondaggio sulle competenze regionali nel campo dei sistemi informativi territoriali, raccogliendo circa 120 risposte e da quelle avviando varie iniziative di trasferimento tecnologico col territorio.

Un momento dello workshop “EIE”.

Martedì 2 sono stato allo workshop del gruppo “Empowerment, Inclusiveness, and Equity” della ECSA (European Citizen Science Association). Che vvor di’? E’ un gruppo, composto in parte da ricercatori e in parte di professionisti, che a vario titolo ha a che fare con progetti in cui una parte di esperti di una certa materia deve collaborare con una parte di meno esperti, e si cerca di identificare problemi e soluzioni perché questo processo sia inclusivo, equo, e che possa contribuire alla crescita e allo sviluppo del contesto in cui si svolge. Nello workshop abbiamo ripreso alcune questioni già discusse un paio di mesi fa a Parigi. Ho avuto modo di conoscere nuovi esperti, e presentare le attività complessive della rete pibinko.org ai presenti (una decina). Ho poi proposto la Jug Band dalle Colline Metallifere (JBCM) come “situazione” per facilitare attività di sensibilizzazione e coinvolgimento di vari soggetti…cosa che in effetti stiamo già facendo da diversi mesi in Italia, e che possiamo sviluppare nei prossimi mesi anche nell’ambito del PORGEP2019.

Il giorno dopo la platea si è allargata con l’allestimento di uno stand nello spazio espositivo dell’evento finale del progetto europeo Do-it-together Science (DITOs), nella suggestiva cornice del museo di scienze naturali di Bruxelles. Per l’occasione ho curato l’allestimento del micromuseo itinerante della rete pibinko.org, di condividere con una parte dei circa 150 presenti l’approccio geomusicale su cui si sta lavorando con la JBCM, e anche di proporre qualche brano, su chitarra gentilmente fornita dal museo (dato che in aereo non la potevo portare), coinvolgendo per l’occasione un batterista olandese specializzato in punk hardcore.

Il micromuseo itinerante della rete pibinko.org, versione Bruxelles aprile 2019.

In evidenza in tutti e due i giorni la segnalazione degli eventi pibinko.org di primavera. In particolare il convegno a Brescia su Protezione e promozione interdisciplinare del cielo notturno, e a seguire due settimane dopo la tournée geomusicale della Jug Band Colline Metallifere in Germania, passando dal Politecnico di Milano , che anche voi potete sostenere.

Per ulteriori informazioni: info@pibinko.org o 3317539228

Si ringraziano il progetto DITOs e i responsabili del gruppo di lavoro “EIE” dell’ECSA per l’invito e per il supporto economico sulle spese di viaggio.


Ritratto, ti s’ignora (notizie pibinko.org del 12-3-19)

[foto di copertina di Federico Giussani]

Stravolgendo completamente il titolo italiano del romanzo di fine Ottocento di Henry James, poi girato in film da Jane Campion nel 1996 con un cast stellare, abbiamo la sintesi della settimana scorsa di pibinko.org, e il lancio di quella che si è appena aperta.

Giovedì 7 si è tenuto a Tirli uno degli episodi per la formazione degli operatori turistici di Castiglione della Pescaia, in cui un intervento era dedicato a spiegare il gioco della palla eh! o palla a 21. Grazie anche al supporto di Carolina Corsali. A parte la consueta combinazione di persone interessate ed espressioni perplesse a valle della spiegazione, è stata interessante una volta di piu’ la parte “off” del programma con Geo Bernardini, Massimon Signori e altri giocatori di palla, di cui abbiamo una testimonianza video.

Venerdì 8 a Massa Marittima c’è stato un concertone al Pub dei Fantasmi di Massa Marittima. Per chi se lo fosse perso, ci sono le basi per una replica al Dribbling Bar a Grosseto, sabato 16 marzo. NON MANCATE se vi piace il rock blues e la navigazione di bolina (vedi annuncio).

Ieri è stato pubblicato il podcast dell’intervista di Jack O’Malley della Jug Band dalle Colline Metallifere che spiega come è nata l’idea della geomusica. Tre minuti, piu’ un brano a tema a seguire, che potete riascoltare qui.

Sempre lunedì 11 ho avuto notizia da Carlo Nardi di Treia (MC), uno dei buiometristi piu’ attivi, ha avuto il riconoscimento dalla Associazione Italiana Guide Ambientali ed Escursionistiche (AIGAE) di sei crediti formativi a fronte di una documentazione delle attività svolte in relazione alla buiometria (attestate da pibinko.org). Bella cosa!

Ultimo, ma non ultimo, avendo recuperato foto e video, abbiamo da ieri il reportage sull’evento tenuto a Tatti il 2 marzo scorso nell’ambito del nono International Open Data day. Anche qui direi che il tutto ha preso una piega decisamente geomusicale (valutate voi).

Andando ora in avanti, i prossimi appuntamenti sono

mercoledì 13-3 a Firenze.

Presso l’Hotel Lombardi, via fiume 8, avremo una coda di debriefing dopo uno workshop su “protezione e promozione del cielo notturno”. Allo workshop è prevista la partecipazione di una quindicina di esperti da varie regioni italiane, che si confronteranno sull’onda lunga del simposio di Capraia dello stesso settembre. Dalle 17 alle 19, terminati i lavori, si aprirà uno spazio aperto al pubblico in cui alcuni degli esperti saranno a disposizione per spiegare il tema a chi vorrà presentarsi (previa prenotazione a bmp@pibinko.org entro le ore 12 di mercoledì 13).

L’evento è organizzato da CNR IBIMET di Firenze, Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, e progetto BuioMetria Partecipativa (pibinko.org).

sabato 16-3 a Grosseto

Già accennato sopra, ma utile da ribadire: il concerto degli Amish from Jack White al Dribbling Bar, piu’ alcuni friends. VEDI ANNUNCIO.

Per informazioni (o per essere aggiunti alla mailing list): info@pibinko.org o 3317539228

promemoria: giovedì 7-3 a Tirli (GR) per imparare a conoscere la palla eh!,o palla a 21, e i suoi territori

Facendo seguito all’incontro di presentazione del 7 febbraio scorso a Castiglione della Pescaia, ricordiamo l’appuntamento di giovedì 7 marzo dalle 14.30 alle 16.30 a Tirli. Alle ex-scuole potrete imparare a conoscere l’antico gioco della palla eh! (o palla a 21) e la sua relazione con il territorio della bassa Toscana.

L’evento fa parte degli incontri formativi previsti dal Comune di Castiglione della Pescaia per il “patentino dell’ospitalità” rivolto anzitutto agli operatori dell’accoglienza e alla cittadinanza.

Il tema verrà trattato da Andrea Giacomelli (noto pibinko), assieme ad alcuni rappresentanti della comunità di Tirli. Giacomelli è ingegnere ambientale e dottore di ricerca in idrologia, attivo da oltre 12 anni nella promozione e nella valorizzazione del gioco. Già lavorando su progetti di ricerca e promozione territoriale su scala internazionale dal 1997, in questo ambito il suo primo progetto fu la missione della “palla a 21 a Chicago” del 2007. Successivamente, sempre in collaborazione con i paesi in cui il gioco è attualmente praticato (in ordine orario a partire da Tirli: Ciciano, Scalvaia, Torniella, Piloni e Vetulonia) ha proposto mostre, concorsi fotografici, e trasferte dimostrative in varie località toscane e non. Non ultimo, assieme a una rete di soggetti che attualmente è individuabile all’interno delle collaborazioni di pibinko.org, è promotore di numerose iniziative interdisciplinari in cui il gioco si è fuso con altre tematiche territoriali (l’ultima occasione è stata la presenza a Firenze durante il salone TourismA, e dopo Tirli la prossima sarà venerdì 8 marzo a Scansano in occasione dei festeggiamenti per l’anniversario dei locali Coop alle ex scuole, dalle 16).

Nell’incontro di Tirli sarà presentato anche un contributo della D.ssa O. Bruschettini su itinerari religiosi e percorsi guglielmiti (come spiegato in sede di incontro del 4-2 scorso).

Nel mosaico di foto in alto, alcuni momenti del ritrovo di palla categoria “so’ bbòno anch’io, a parole” a Tirli del 10 settembre 2016.

Per informazioni sulla presentazione legata al gioco: info@pibinko.org o 3317539228

Il catalogo del micromuseo pibinko.org del 23/2/19, Firenze, Hotel Lombardi

Questa e’ la parte sostanziale dell’allestimento del micromuseo itinerante di pibinko.org per il 23/2/2019 all’Hotel Lombardi di Firenze (vedi articolo).

Il catalogo completo e’ disponibile su ordinazione, in edizione sia digitale che cartacea, al costo di Euro 750 (comprensivi di tutti gli oneri fiscali) piu’ eventuali spese di spedizione.

NOTA 5/3/2019 – per questioni di tempo non ci e’ al momento possibile inserire link di approfondimento sui singoli articoli. Alcuni di questi sono gia’ documentati sul sito pibinko.org e potete ritrovarli tramite ricerca per parole chiave. Per altri andremo a creare voci specifiche nelle prossime settimane.

Se avete domande o commenti potete comunque scrivere a info@pibinko.org e saremo lieti di rispondere.

  1. Olio extravergine di oliva az. agricola Ixtlan, Tatti (GR), 2018
  2. Manufatti da tornitura elettronica B.M. di Torniella (GR), 2018
  3. Portatabacco Caffe’ Ricasoli (GR), 2018
  4. Chioccolo prodotto da Edo Giacomelli, circa 1980, da Follonica (GR)
  5. Buiometro Cariddi (2008)
  6. Miele millefiori az. agricola Pacha Mama, Tatti (GR), 2018
  7. Birra Guadagnata, birrificio 26 Nero, Poggibonsi (SI) 2018
  8. Birra Ipnotica, birrificio 26 Nero, Poggibonsi (SI) 2018
  9. Portaqualcosa del Caffe’ Ricasoli, Grosseto, 2018
  10. Insaporitore agli 11 aromi di Tattistampa, Tatti (GR), 2018
  11. Melanzane piccanti az. agricola Loriano Bartoli, Pian d’Alma, Scarlino (GR), 2018
  12. Filo verde per legature agricole (2016)
  13. Metro da muratore (2016)
  14. Accordatore per chitarra (analogico, 1980 circa)
  15. DVD di Six String Samurai (ANNO DA INSERIRE)
  16. Stampa “Maremma stai attento” di Tattistampa (2005?)
  17. Libro di geografia per le colonie estive della Montecatini (1952)
  18. Mappa di comunita’ della Val di Farma, ed. maggio 2018
  19. Articolo sul Bar Moderno di Roccastrada che disdice l’abbonamento a una pay TV per avere piu’ fondi per eventi dal vivo (2018)
  20. Pacchetto turistico che si definisce per esclusione, in collaborazione con Picasso Viaggi, Venturina Terme (LI), 2019
  21. Attrezzi antichi da falegname, dalla bottega di Roberto Serragli, Scalvaia (SI – da datare)
  22. Libro sulla Maremma del Grottanelli (ristampa di edizione ottocentesca)
  23. Originale dell’animazione “Vendetta” (1990?)
  24. Zafferano az. agricola Ixtlan, Tatti (GR)
  25. Vista dell’abbazia di S. Galgano, Olio su tela di Pietro Crivelli, 70×100 (2019)
  26. Palline di palla a 21 o palla eh! (varie epoche a partire dagli anni ’70)
  27. Panforte (il gioco, non il prodotto) – da datare
  28. Magliette GFOSS.it (2008)
  29. Guantoni da boxe (due paia), prestati dal Boxing Club Firenze – da datare
  30. Giu’ la Testa degli Etrushi from Lakota (CD, 2017)
  31. Striscione Jug Band Colline Metallifere (2018)
  32. Alberi in filo di ferro e perline di Forestano Giacomelli (1990 circa)
  33. Shardana e Sardegna, di Giovanni Ugas, 2016
  34. Chitarra acustica LAG (acquistata ad Ajaccio), 2017
  35. Spazzole per batteria
  36. Video dell’Ing. Fabio Bettio che racconta la storia della digitalizzazione dei Giganti di Mont’e Prama

Leggère, non ci resta che… (notizie pibinko.org 11-2-19)

Buongiorno,

Per la parte musicale, ricordiamo (ché non a tutti era chiaro, pur avendolo scritto in varie occasioni), che procede la ripubblicazione degli episodi dei branobag a partire dal 2012. I testi sono modificati in versioni un po’ “blockchain”. Oggi ci sono gli Hungry March Band piu’ episodi dello INSPIRE Workshop di Alghero del 2005. Nei giorni scorsi sono passate colonne sonore di film indiani con testo a fronte, i Raconteurs, Ivano Fossati che parla del rapporto tra cittadini e ruralità, Nanneddu Meu cantato sulla metropolitana ecc ecc ecc… evito di spedire le segnalazioni quotidiane via mail, ché a qualcuno pare eccessivo, ma i branobag procedono.

A seguito di varie manifestazioni di interesse, abbiamo iniziato a impostare il PORGEP 2019. Trovate una presentazione della cosa in questa pagina.

Da pochi giorni sono uscite le nuove linee guida comunitarie per gli acquisti verdi nella pubblica amministrazione (Green Public Procurement) per quanto riguarda illuminazione e segnaletica stradale. Come BuioMetria Partecipativa seguiamo il tema dal 2017. Abbiamo quindi preparato una versione italiana dell’annuncio fatto dalla Commissione (vedi link) e siamo a disposizione per delucidazioni (bmp@pibinko.org)

Per la parte sociale, ricordo la puntata pisana della rassegna “Nessuno è illegale” venerdì 15, promossa dall’associazione Tana del Bianconiglio, Etruschi from Lakota e altri che conosco meno (vedi link).

Sabato 16 a Massa Marittima (GR) in una presentazione di libri, nello spazio riservato alle proposte dei lettori, avremo tre minuti di pibinko.org. Appuntamento dalle 17.30 alla biblioteca comunale G. Badii (vedi dettagli).

Ci si prepara intanto per la versione bonsai del Festival d’inverno dalla Val di Farma a Firenze (sabato 23-2 in un hotel nei pressi della Stazione di S. M. Novella e del centro congressi)…rimanete sintonizzati per i dettagli, o scrivete a info@pibinko.org per informazioni.