Archivi tag: buiometria partecipativa

Un “citizen observatory” interdisciplinare italiano per la tutela e la promozione dei cieli notturni nel dodicesimo anno di evoluzione: sfide e opportunità dal punto di vista della Digital Earth

Sono disponibili dal 10.7.2020 gli atti dell’undicesimo simposio della International Society for Digital Earth, tenutosi nel mese di settembre 2019 a Firenze. In questi trovate anche l’articolo collegato alla presentazione tenuta da Andrea Giacomelli (co-autori Elena Maggi e Luciano Massetti) sulla BuioMetria Partecipativa.

L’articolo è disponibile da questa pagina (DOI: https://doi.org/10.1088/1755-1315/509/1/012018)

Per maggiori informazioni sulla buiometria partecipativa e sui servizi su luce e buio di pibinko.org:

Riassunto dell’articolo

I “citizen observatories” (osservatori composti da cittadini) sono sistemi basati su comunità di persone che possono fungere da complemento alle reti ufficiali per la raccolta di dati ambientali. Questo studio propone il caso di un Citizen Observatory sull’inquinamento luminoso, avviato in Toscana nel 2008. Partendo dalla raccolta di misurazioni da parte di volontari, l’osservatorio si è sviluppato ed è ora composto da una gamma di soggetti eterogenei (due organizzazioni di ricerca, due comunità rurali, un gruppo rock-blues e un fotografo professionista) che lavorano su scale da quella locale a quella internazionale tramite le relazioni della rete con la comunità scientifica internazionale. Tale collaborazione ha portato vari risultati: campagne di monitoraggio dell’inquinamento luminoso, numerosi eventi di divulgazione per la sensibilizzazione dei cittadini sugli effetti dell’inquinamento luminoso e per la promozione di zone dal cielo notturno di buona qualità, il contributo ad articoli di alto livello e all’organizzazione di un simposio internazionale sulla tutela e la promozione del cielo notturno.

Il Primo “Maggeo” a Torniella e Piloni (GR)

Il Primo “Maggeo” è una situazione in cui, non potendo nel 2020 partecipare a manifestazioni di persona, si prova a ripercorre primi maggi degli anni passati simulando gli spostamenti che vengono fatti, aiutandosi con sussidi geografici, video e foto.

Piloni – foto Pio Spinosi. Se sapete l’anno scrivete a micalosapevo@pibinko.org

Come prototipo abbiamo preso il Primo Maggio 2009 a Piloni e Torniella, in Val di Farma. Per l’occasione, con il progetto della BuioMetria Partecipativa seguimmo tutta la festa, partendo dal panino con l’acciuga sottopesto + vino rosso alle 08.30 in piazza a Piloni, per arrivare poi verso fine mattinata al campo sportivo di Torniella dopo varie altre stazioni. Alla fine del giro, c’è qualcuno che ha mangiato qualche acciuga sottopesto di troppo, ma lo spirito della mattinata è molto forte. In tutti i sensi.

Lungo il percorso abbiamo chiesto a più persone possibile “quanto è buio il cielo sopra il ponte della Farma?” (dando prima delle nozioni su inquinamento luminoso e misurazione della brillanza del cielo notturno, perché gli intervistati non dessero i numeri, almeno fino a che non avessero assaggiato troppe acciughe sottopesto).

  • Lo zoom iniziale della mappa è intenzionalmente impostato in modo da far capire ai partecipanti al primo Maggeo dove sta la Val di Farma. Come disse una volta Andrea, il vecchio gestore del bar, proprio nel momento in cui dovevamo decidere la scala da impostare per la mappa da mettere nel sito web che stavamo facendo per il bar: il problema non è trovare il bar a Torniella…il problema è trovare Torniella!.
  • Nella finestra di ricerca sotto potete digitare qualcosa e il sistema vi dirà se nel progetto c’è un posto o una persona corrispondente. Anche una sola lettera funziona.
  • Se cliccate sul nome di una località, verrete portati al momento del reportage “Quanto è buio il cielo in Maremma” che si svolge nel punto corrispondente.
  • Mancano immagini di un paio di “stazioni”…se ce le avete, scrivete a micalosapevo@pibinko.org
  • Curiosità: parte del video è stata usata nel 2010 per un servizio di TG2 Costume e Società

Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org]

Corso di Applicazione di metodi partecipati alla progettazione di interventi di tutela e valorizzazione interdisciplinare del cielo notturno (primavera 2020)

Il 23 marzo e 16 aprile 2020 ho tenuto un corso integrativo sull’Applicazione di metodi partecipati alla progettazione di interventi di tutela e valorizzazione interdisciplinare del cielo notturno per gli studenti del corso di Composizione Architettonica per la Laurea in Ingegneria Edile-Architettura dell’Università di Brescia (docente prof. Olivia Longo).

Il corso ha costituito lo sviluppo del convegno tenuto sullo stesso tema nel maggio 2019, con riconoscimento di crediti formativi professionali per ingegneri e architetti, sempre all’Università di Brescia. Durante il corso c’è stato anche un saluto

Per approfondimenti

Per informazioni e booking: info@pibinko.org

26.3.20 pibinko.org, buiometria e litologia partecipativa (Radio Popolare Milano, A casa con voi)

Una chiacchierata con Disma Pestalozza e Alessandro Diegoli, con breaking news sulla Litologia Partecipativa, partita il 21 marzo scorso, fino a flashback al 2006 e “La Vendetta del Chihuahua Killer e degli Zombi“, passando per la palla a 21 o palla eh!, la buiometria partecipativa, le ricette bòne della zia Eda, amarcord di varie merende con prodotti tipici e spunti su Tatti (GR) e le zone rurali interne…e chi più ne ha più ne metta. Ci è mancato giusto di menzionare la Jug Band Colline Metallifere e poi eravamo a posto. Tutte le storie citate sono documentate sul sito pibinko.org.

Per addentrarvi nelle storie della rete pibinko.org provate a partire da questa pagina.

Il progetto della Litologia Partecipativa era anche stato presentato a Caterpillar di Radio 2 (24.3.2020)

Potete inoltre visitare il sito ufficiale della trasmissione “A casa con voi”.

Per altre informazioni: info@pibinko.org

BuioMetria Partecipativa al Forum AMBITA (Grosseto 18-20 ottobre 2019)

Venerdì 18 ottobre dalle 14 alle 15 appuntamento a Grosseto (FIDIA, villino Pastorelli in via Fallaci) con la BuioMetria Partecipativa nell’ambito della seconda edizione di AMBITA, Forum dell’ambiente costruito italiano.

Parleremo dell’impatto dell’illuminazione artificiale su vari aspetti della società e della natura, e di come semplici pratiche possono portare a ridurre di molto l’inquinamento luminoso (la cui crescita è stimata a un 2% annuo sia in termini di territori interessati che di radiazione luminosa emessa) senza compromettere la qualità della nostra vita.

Per maggiori informazioni