Archivi categoria: Video JBCM

Il contadino magro a Torniella (GR), 30-12-2021

In chiusura dell’evento per m(‘)appare la Val di Farma (vedi link di presentazione). Ringraziamo ancora la Pro Loco Piloni-Torniella, il circolo ARCI di Torniella, l’associazione Filarmonica Popolare di Torniella, il Boscaiolo Ristorante e Camere, gli amici che ci hanno aiutato a far funzionare l’iniziativa nonostate tante complessità, e il Comune di Roccastrada per il patrocinio.

Com’è andata? A parte la possibilità di non cancellare l’evento (cosa già di per sé non banale), possiamo dare qualche indicazione sul pubblico.

Oltre ai presenti in sala, che si contavano sulle dita di una mano, centellinato date le misure anti COVID, abbiamo avuto una decina di persone collegate via streaming, fra cui paesani che non potevano uscire di casa per questioni di isolamento, fan da Milano e altre zone della Toscana), oltre all’effetto “filodiffusione” negli altri locali del circolo e nella parte di piazza antistante allo stesso.

Ci hanno detto che la popolazione è stata allietata e puntiamo a prossimi appuntamenti. Altre parti di reportage su questa giornata, e sugli sviluppi che abbiamo proposto per il m(‘)appare in Val di Farma e le mappe di comunità saranno diffusi nei prossimi giorni.

Se la storia vi piace, potete lasciare qualcosa nel nostro cappello digitale. Per altre informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228

l contadino magro sta osservando il cielo, il cielo sputa acqua sporca sul contadino magro
Ama la terra più di qualsiasi donna
Protegge il suo gallo, come fosse un figlio…
Si sente al sicuro come un cane da guardia la notte
Detesta i parenti che festeggiano già la sua morte
Il contadino di alza dal letto di scatto, prepara il fuoco con tutto il denaro raccolto
All’improvviso il denaro inizia a bruciare, il contadino contento ritorna a dormire (il contadino contento ritorna a dormire)

(…)

I parenti piangono intorno al fuoco, ma alle loro spalle un cane sta abbaiando al contadino magro, che non si muove, non ride, non sente, non vede, non parla
Ma ha lasciato scritto di essere sepolto nella sua stalla…
Senza rose e fiori, né foto a colori, poesie di famiglia
Insieme al suo cane coperto da piume di gallo
Così dov’è andata la sua anima l’hanno bruciata
Adesso è solo, è solo nel vento con il suo denaro
Lontano dal cane, lontano dalla terra, e dal suo gallo
Lontano dalla terra, lontano dal suo cane e dal suo gallooooooo
(…)

Jingle Balls (canzone di Natale di Mauro Tirannosauro sulla palla a 21/palla Eh!)

Durante queste feste in compagnia di Jack O’Malley, Giancarlo da Miele, Rocco Colangelo, Nina e altri amici, Mauro Tirannosauro ha conosciuto meglio l’antico gioco della palla a 21 o palla eh! Si tratta della versione bassotoscana dei “jeux de paume” precusori del tennis, e diffusi in varie parti d’Europa e delle Americhe. Per vedere meglio come funziona, e cosa abbiamo fatto con la rete pibinko.org sin dal 2007 per promuovere il gioco e i territori in cui si pratica, vi invitiamo a vedere: https://www.pibinko.org/palla-a-21-palla-eh/. Per altre informazioni e booking: maurotrex@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228

Jingle balls, jingle balls, jingle them and play | Fate tintinnare quelle palline e giocate
Oh what fun it is to bounce a palla down in May – hey |Ma che bello è far rimbalzare una pallina a maggio

Jingle balls, jingle balls, jingle them and play
If you come to Farma Valley you can practice palla eh | se venite in Val di Farma potete allenarvi a palla eg!

Call it twenty-one, call it what you wish | Chiamatela 21, chiamatela come vi pare
call it hockey sock, but get on that pici dish | chiamatela hockey sock, ma datevi da fare con quel piatto di pici

come here when you can, come here if you might | venite qua quando vi pare, veniteci se potreste
just remind to bring respect, and you will share delight | basta che vi ricordiate di portare il rispetto, e condividerete una delizia

Jingle balls, jingle balls, jingle with our Jug [Band] | fate tintinnare le palline, fatele tintinnare con la nostra Jug [Band]
When we play our music you might even get a hug | e quando suoniamo la nostra musica potreste anche rimediare un abbraccio

So’ Chianti – Jack o’Malley (Jug Band Colline Metallifere) feat. Federico Nunzi

Durante il momento di decompressione del 17-12-21 all’Hotel Lombardi di Firenze. Dopo oltre sette anni ci siamo ritrovati con Federico (cfr. Hardisco dalla rete pibinko.org) Per altre informazioni e booking, o per partecipare al secondo “momento di decompressione” a Firenze, stasera, 18-12-21 dalle 18.30 alle 19.30: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228. Prenotazione obbligatoria.

Video di Francesca Ugolini

Somebody told me yesterday that when you buy a farm and no hay
you feel as if you’re going somewhere you act as if the cows weren’t there

still I cannot convince myself that I could move to somewhere else
in this podere that I call my home I always have bacon and scones

So’ chianti – So’ chianti – So’ chianti
ain’t Shanty ain’t Shanty ain’t shanty

Last weeek I started my pruning – my clippers I forgot to bring
so I’m doing it now with my bare hands – I like it more than playing in bands

Mick Jagger went to Bolgheri – while I’m here on a drinking spree
While keeping warm with a big fleece, remembering when I was police

in chianti – we’re ranting – we’re ranting
in chiant – not frantic – not frantic

So chianti so so … so so so so ssos sos
….

Qualcuno mi ha detto ieri che quando compri una fattoria senzia fieno
ti pare di andare da qualche parte, ti comporti come se le mucche non esistessero

eppure non riesco a convicermi che avrei potuto trasferirmi da un’altra parte
in questo podere che chiamo casa sto sempre a mangiare la pancetta con gli scones [un dolce salato inglese NdT]

la settimana scorsa ho inziato a potare, ma mi sono scordato le forbici
per cui ora lo faccio a mani nude – mi piace di più di quando suonavo nei gruppi

Mick Jagger andò a Bolgheri – mentre io sono qua a sfondarmi dal bere
Mentre mi scaldo con un grosso scialle – e penso a quando ero nella polizia

Nel chianti – ci lamentiamo
Nel chianti – non siamo frenetici