Archivi categoria: Segnalazioni

Sabato 17 giugno 2017: Corso di costruzione della pallina “del 21”, a Torniella (GR)

Nell’ambito del decennale della missione della Palla a 21 a Chicago, l’associazione Attivarti.org in collaborazione con pibinko.org organizza il primo corso di costruzione della pallina di palla a 21 (o palla eh!)

Il corso si svolgerà presso la sala della Filarmonica a Torniella (GR) dalle 15 alle 18 di sabato 17 giugno e sarà tenuto da Ilo Ferrandi uno dei pochi costruttori oggi attivi.

Per partecipare al corso è richiesta l’iscrizione via e-mail all’indirizzo palla21@attivarti.org.  L’iscrizione è gratuita, ma sarà possibile (e apprezzato) contribuire con donazioni a supporto del programma di eventi e attività di pibinko.org/Attivarti.org legati alla tutela e alla promozione di risorse minori o poco note nel campo della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione libera.

Il corso comprende una parte teorica con cenni storici, rassegna di materiali, strumenti e procedure, accompagnate dalla dimostrazione del maestro Ferrandi, e una parte pratica, in cui i partecipanti si potranno cimentare con alcuni passaggi della creazione di questo oggetto.

Al termine del corso si terrà un aperitivo. In caso di bel tempo, sarà possibile provare direttamente qualche scambio con le palline appena realizzate, possibilmente con i giocatori delle squadre di Torniella e Piloni, che in questa stagione hanno avviato gli allenamenti in vista dei tornei estivi che cominceranno dopo metà luglio.

 

Politecnico di Milano, 30-5-17: Difesa del suolo e pianificazione territoriale: esperienze interdisciplinari da dieci anni di attività in una zona poco nota della bassa Toscana.

Martedì 30 maggio alle 10.30 terrò un seminario al Politecnico di Milano, il terzo dal 2011 in questa sede. Ci si trova nell’Aula Rossa dell’edificio 4A, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Campus Leonardo. Per chi non potesse venire, sarò in città dal 29 al 31 (con un altro ritrovo il 30 sera, di cui stiamo definendo i dettagli), per cui c’è comunque la possibilità di combinare.

La presentazione illustrerà i passaggi salienti di un percorso avviato nel 2006 in cui tecnici ed esperti di geoscienze e tecnologie per l’ambiente hanno avviato progetti di tutela e promozione del territorio, centrando le attività su una zona poco nota della bassa Toscana (la Val di Farma, a metà strada tra Siena e Grosseto) e sulla collaborazione attiva, anche sul piano tecnico e scientifico, con i residenti.

A partire da tematiche culturali e di “rilettura” del territorio su aspetti poco noti e non esattamente al cuore delle discipline ambientali (come i giochi antichi), il gruppo di lavoro sta gradualmente arrivando a confrontarsi con questioni quali energie rinnovabili, efficientamento energetico, inquinamento luminoso (con la peculiarità per la Val di Farma di essere al centro di una delle zone più buie d’Italia) ottimizzazione di campagne di lotta a parassiti del castagno, monitoraggio ambientale, e sviluppo rurale. Gli esiti, resi non semplici da vari fattori, a partire dalla difficoltà per molte controparti di riconoscere il ruolo di un gruppo di di lavoro così atipico, si sono gradualmente manifestati e hanno avuto riconoscimenti su piani diversi: ricerca (con l’attivazione di collaborazioni su progetti FP7, COST e HORIZON2020 e convenzioni con università e CNR), divulgazione -con attenzione da parte dei media nazionali in molteplici occasioni- e formazione, con stage universitari e progetti di alternanza scuola-lavoro. Non ultimo, le iniziative in corso hanno determinanto un indotto di trasferimento tecnologico e hanno avuto effettive ricadute economiche positive sulle attività economiche collegate ai progetti.

Oltre a una sintesi complessiva del lavoro svolto, nella presentazione si illustrerà il programma di eventi di divulgazione e citizen science, cui si invita a partecipare sia come semplici cittadini -magari turisti estivi- ma anche come studenti o ricercatori, con la possibilità di collaborare sulle attività in corso o proporre tematiche nuove affini a quelle attive

Andrea Giacomelli, ingegnere civile per la difesa del suolo e la pianificazione territoriale (Politecnico di Milano, 1993) e dottore di ricerca in idrologia (Politecnico di Milano, 1997), si è specializzato in sistemi informativi territoriali e gestione dati ambientali, lavorando sia in ambito accademico, che di ricerca applicata e trasferimento tecnologico, che di progettazione e consulenza multinazionale.

Dal 2006 ha avviato un filone, crescente nel tempo, di tutela e promozione di risorse poco note nel campo dell’ambiente, della cultura, e dell’innovazione libera, con una componente significativa di attività di comunicazione ed eventi (complessivamente oltre cento in dieci anni), e con un forte taglio interdisciplinare, arrivando anche a unire un filone scientifico-tecnologico con varie forme di arte e comunicazione, in particolare in collaborazione con fotografi e musicisti di professione.

 

Notiziario pibinko.org n° 3 del 2 maggio 2017

Proprio in questa settimana non si muoverà molto come eventi, se non un live degli Etruschi from Lakota (hai detto niente!) a Osio Sopra, vicino a Bergamo.

Nel frattempo si “cucinano” le settimane successive, tenendo conto del fatto che tra metà maggio e i primi di giugno ci sarà un’altra fase di tournée di pibinko.org e affini. Al momento le date sicure sono:

E si stanno definendo Grosseto e Firenze…ma c’è ancora qualche giorno e quindi vi invitiamo a pazientare, magari rileggendo qualche notizia recente, tipo l’inaugurazione della bacheca con la mappa di comunità e gli eventi della/dalla Val di Farma, a cura di Attivarti.org.

Dieci anni fa, oggi

Justin Timberlake, ma soprattutto il video sulla costruzione della pallina di palla a 21, intitolato “Se si comincia bene, si finisce bene“.
Il video fu girato a casa di Fausto Landini, protagonista Ilo Ferrandi e voce fuori campo una bottiglia di vino rosso serio (ometteremo di citare la D.O.C. per non essere parziali), riprendendo dall’inizio alla fine la produzione della palla, e poi evidenziando le fasi salienti.

La ricorrenza del video casca bene, dato che giusto ieri abbiamo potuto confermare la data del primo corso di costruzione della pallina di palla a 21 (o palla eh!), a cura proprio di Ilo Ferrandi: sarà sabato 17 giugno, a Torniella. A breve vi daremo altri dettagli, o se fremete per le informazioni potete scrivere a info@pibinko.org…ma intanto segnatevi la data!

 

Martedì 16-5-2017: all’Università di Pisa un incontro su ricerca, divulgazione e citizen science applicate alla luce artificiale notturna

Martedì 16 maggio, dalle 14 alle 16, presso l’Aula A del Polo Didattico Nobili
dell’Università di Pisa, in via Volta 4 bis, si terrà un incontro dal titolo “Luce artificiale
notturna: prospettive tra Toscana ed Europa su ricerca, divulgazione e citizen science“.
Interverranno Luciano Massetti, primo tecnologo dell’Istituto di Biometeorologia del
CNR di Firenze e Andrea Giacomelli, ingegnere ambientale e dottore di ricerca,
responsabile del progetto BuioMetria Partecipativa. L’evento sarà ospitato dal
Dipartimento di Biologia, grazie alla collaborazione dei relatori con la Dott.ssa Elena
Maggi, assegnista di ricerca presso la Sez. di Biologia Marina e Ecologia.
Il pomeriggio sarà l’occasione per condividere lo stato dell’arte sulla questione luce
artificiale notturna dal punto di vista della relazione tra ricerca scientifica, divulgazione
e coinvolgimento di cittadini ed esperti di varie discipline, condividendo quelli che
vengono visti oggi sia come rischi che opportunità legate all’utilizzo di questa risorsa.
Gli interventi combineranno una prospettiva locale con una globale: le esperienze
sviluppate ed in corso in territori rurali poco noti, quali quelli del sud della Toscana
(che assieme all’arcipelago costituiscono in Italia una delle zone con migliore qualità
del cielo notturno) saranno inquadrate nel punto di vista globale, presentato
attraverso le esperienze dei relatori nell’ambito di reti europee di ricerca e altre
iniziative di portata internazionale.
Il pomeriggio sarà anche l’occasione per presentare il programma di attività cui tutti
-da tecnici a semplici cittadini- potranno partecipare nel corso dell’estate e nei mesi
successivi, per proseguire la campagna di misurazione della qualità del cielo notturno
avviata nel 2008 con la BuioMetria Partecipativa, che sarà declinata per il 2017 anche
in chiave marittima.

Dopo l’incontro al Polo Didattico, alcuni dei relatori si sposteranno presso La Torre del Luppolo, via Fucini 13, dove resteranno a disposizione per eventuali delucidazioni
“fuori orario” (dalle 18 alle 20 circa).
L’evento è organizzato da: Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa, CNR IBIMET,
associazione Attivarti.org e pibinko.org.
La partecipazione all’evento è libera e gratuita. Per motivi organizzativi è gradita
segnalazione all’indirizzo emaggi@biologia.unipi.it.
Come arrivare
In treno: dalla stazione di Pisa Centrale proseguire lungo Corso Italia; attraversare il
Ponte di Mezzo e girare a sinistra su Lungarno Pacinotti. Al semaforo del ponte
successivo (Ponte Solferino) girare a destra in via Roma e proseguire fino all’incrocio
con via A. Volta.
In auto: parcheggi a pagamento su Lungarno Simonelli, via Roma o Piazza Carrara
(accesso da Lungarno Pacinotti)
Per informazioni

Elena Maggi: emaggi@biologia.unipi.it, tel. 050 2211444

7 aprile 2017: seminario web “Come la geomatica libera/open source si può integrare in una comunità rurale per migliorarne la resilienza e la qualità della vita”

Dalle 18 alle 19 di venerdì 7 aprile pibinko, con l’assistenza di alcuni colleghi, terrà un seminario via web dal titolo Come la geomatica libera/open source si può integrare in una comunità rurale per migliorarne la resilieza e la qualità della vita. L’evento viene gentilmente ospitato dall’Associazione americana di fotogrammetria e telerilevamento e promosso dall’iniziativa Geo for all dell’Open Source Geospatial Consortium.

La presentazione offrirà una rassegna su dieci anni di progetti svolti prevalentemente con base nelle colline metallifere toscane, molto spesso in collegamento con realtà internazionali. Si mostrerà come le tecnologie geomatiche libere, integrate con altre competenze e una mano dagli amici -principalmente ma non esclusivamente residenti in zona- ci aiutano a stare dove stiamo e, a volte, a proporre spunti per lo sviluppo della zona. Gli esempi tratteranno casi tipici (biodiversità o mappe partecipate) a fianco di casi meno usuali in ambito FOSS (giochi antichi e inquinamento luminoso). Daremo poi alcune indicazioni sulle attività programmate dal gruppo di lavoro per il resto dell’anno, assieme a un invito.

Per seguire l’intervento (in inglese), vi preghiamo di registrarvi: https://attendee.gotowebinar.com/register/7696885240669077761

Il relatore
Andrea Giacomelli, noto pibinko – Ingegnere civile per la difesa del suolo e la pianificazione territoriale e Dottore di ricerca al Politecnico di Milano. Dal 1993 lavora nel settore dei sistemi informativi territoriali (o Geographic Information Systems, GIS), utilizzando strumenti free/open source dal 1994, essendo stato uno dei primi utilizzatori di GRASS in Italia. Come sviluppatore ha partecipato con aggiustamenti alla libreria shapelib, ed è stato nel 1998 il creatore dell’estensione apr2html per ArcView, che produceva una versione HTML di un progetto, facilitando l’accesso alle viste e alle tabelle tramite un semplice browser web. Ha lavorato su progetti GIS in numerosi settori (ambiente, turismo, siti industriali, bonifiche, reti tecnologiche), occupandosi di tutti gli aspetti del ciclo di vita di un sistema. Tra il 2006 e il 2009 è stato tra i fondatori e quindi animatori dell’associazione italiana per l’informazione geografica libera (GFOSS.it), occupandosi in particolare di promozione e comunicazione, producendo tra l’altro video e ideando il progetto m(‘)appare Milano. Tra il 2010 e il 2012 è stato facilitatore per un dei gruppi di lavoro sulle specifiche dati nell’ambito della direttiva comunitaria INSPIRE.
Nel 2006 ha iniziato a proporre i suoi progetti originali, centrati sulla tutela e promozione di risorse minori o poco note nel campo della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione libera. Dal 2011 opera con base in due piccoli centri della bassa Toscana, in provincia di Grosseto (Tatti e Torniella), organizzando spesso eventi e ospitando progetti nelle colline, in particolare in Val di Farma, a metà strada tra Siena e Grosseto.

Per informazioni: info@pibinko.org