Archivi categoria: Segnalazioni

26.6.2020: Il potere culturale della guerra fredda DICATAM UniBS e pibinko.org al Festival dell’architettura di Londra

Ricordiamo l’appuntamento online per venerdì 26 giugno dalle 17 alle 20 (ora italiana). Saremo con il Dipartimento di ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e Matematica e la rete pibinko.org a spiegare un po’ di questioni legate agli scenari di riutilizzo e valorizzazione di siti NATO dismessi e a proporre un esercizio di mappatura partecipata legato a questi.

Per una presentazione completa dell’evento, vedi l’articolo dei primi di maggio.

Per iscriversi: inviate una mail a micalosapevo@pibinko.org (iscrizione libera fino a esaurimento dei posti disponibili).

abc

Dopo il Litologia Partecipativa Làiv Show, del 16 maggio 2020, con Mauro Tirannosauro e la Jug Band Colline Metallifere e la rete pibinko.org , stiamo programmando nuovi eventi.

Le date non sono ancora confermate, ma entro il 26 maggio avremo notizie sulle cose di giugno, e magari oltre (si ragiona comunque .

Potete sostenere questi progetti tramite il cappello digitale.

Per altre informazioni: micalosapevo@pibinko.org oppure whatsapp 3317539228

Questa è la pagina facile da dire di pibinko.org, della Jug Band Colline Metallifere e di Mauro Tirannosauro. L’immagine di testa e i contenuti vengono via via cambiati.

Promemoria: 26.6.20 Pibinko.org con il DICATAM di Brescia al Festival dell’Architettura di Londra

Aggiornamento al 19.6: è disponibile il link per collegarsi il 26 https://meet.google.com/raf-mung-prq, dopo essere gentilmente preiscritti scrivendo a micalosapevo@pibinko.org

[musica di sottofondo consigliata: Keine Macht für Niemand dei Ton Steine Scherben, recentemente proposta dalla Jug Band Colline Metallifere nella rubrica Litobag]

Il Festival dell’Architettura di Londra è la principale rassegna mondiale di questo settore e si svolge tutti gli anni nel mese di giugno. Data la congiuntura COVID-19, l’edizione di quest’anno è stata riorganizzata per essere svolta online, con l’auspicio di potere tenere più avanti anche un evento “in presenza”. Come molti festival, ogni anno viene dato un tema che per il 2020 è il Potere.

La rete pibinko.org è stata invitata a contribuire alla preparazione di una proposta di convegno per il festival nell’ambito di una collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente (DICATAM) dell’Università di Brescia. Prima di questa esperienza, per il DICATAM avevamo organizzato il 16.5.2019 un convegno, e il 23.3 e 16.4 scorsi Andrea Giacomelli ha tenuto un corso integrativo di Applicazione di metodi partecipati alla progettazione di interventi di tutela e valorizzazione interdisciplinare del cielo notturno.

L’appuntamento online è per il 26 giugno 2020 dalle 17 alle 20 (ora italiana). Il tema che tratteremo è quello del potere culturale della Guerra Fredda.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma è necessario iscriversi inviando una mail a micalosapevo@pibinko.org. Vi verrà data conferma dell’avvenuta iscrizione, e qualche giorno prima riceverete un secondo messaggio con le modalità per collegarsi il 26 giugno. I dati raccolti nell’iscrizione saranno utilizzati esclusivamente da pibinko.org, e solo per l’invio di notizie sul convegno.

Di seguito una presentazione del convegno:

La Guerra Fredda è stata la massima espressione del tentativo da parte di URSS e USA di imporre il loro potere a livello mondiale durante la seconda metà del ventesimo secolo.
Questo scontro si è espresso, tra l’altro, nella costruzione di reciproche linee fortificate tra Europa occidentale e orientale. In tale contesto, la NATO ha realizzato in Italia numerose architetture e installazioni per monitorare le attività del Patto di Varsavia.
Nella prima parte della conferenza, Olivia Longo presenterà i suoi studi sulla relazione tra l’architettura della Guerra Fredda e le teorie architettoniche nella seconda metà del Novecento. Nella seconda parte, Davide Sigurtà darà una descrizione delle architetture militari nel nordest dell’Italia. Nella terza parte, verrà presentato un esercizio di mappatura partecipativa. Questo considererà una serie di installazioni e architetture campione sui quali cittadini da tutto il mondo saranno invitati a fornire pareri e impressioni. Tramite varie tecniche di facilitazione (fra cui la musica) fornite dalla rete pibinko.org, i riscontri ricevuti dalla comunità a proposito degli aspetti storici, o del futuro, di questi siti saranno raccordati con il punto di vista degli architetti, arrivando così a suggerire nuove forme di collaborazione in questo campo fra il potere degli esperti e quello dei cittadini.

Per altre informazioni: micalosapevo@pibinko.org

Un viaggio con i maggerini di Tatti

Il gruppo dei maggerini “le rose selvatiche“ di Tatti, nelle colline sopra la Maremma, nasce nel 2005 con la voglia di riportare nel paese la tradizione del canto del Maggio, diffusa in molte parti della Toscana, che negli anni a Tatti si era interrotta. Da questo spunto è partita un’avventura che ha coinvolto indistintamente chiunque volesse contribuire con il canto, la poesia, o il proprio strumento. Si è creato così un gruppo variopinto di persone di ogni età e provenienza, pronto a portare in giro per poderi, per il paese, e per le feste dedicate al Maggio, la gioia, la prosperità ed il buon augurio che la primavera risveglia in ciascuno di noi.

Nel 2019 Mattuschka Peschke, giovane artista di origini austriache ma cresciuta nelle campagne attorno a Tatti, ha deciso di seguire il gruppo nel giro dei poderi fra il 30 aprile e il Primo Maggio. Come un reporter “embedded”, con la differenza di entrare in un plotone con una missione di pace, ha documentato i preparativi, gli spostamenti, e le divagazioni delle “Rose”. Il lavoro è stato confezionato in un DVD.

Una peculiarità dei maggerini di Tatti è che, su un elenco di cinquanta nomi riportati nelle note di copertina, i tatterini sono meno della metà: gli altri provengono da varie latitudini, diciamo dal Baden-Württemberg al Cilento. Vivono a Tatti o dintorni, chi da pochi anni, chi da mezza vita.

Il gruppo dei maggerini aveva iniziato a fare le prime prove proprio pochi giorni prima dell’inizio della quarantena, e chiaramente ha dovuto interrompere le attività. Non potendo per il 2020 celebrare la ricorrenza come gli altri anni, è stato deciso di rendere il documentario disponibile online:

L’interno del DVD.

Le Rose Selvatiche nel 2019

Alberto Tesio, Alessandra Arcari, Anita Fronzaroli, Anna Toninelli, Antonio Quaranta, Aura Premoli, Carlo Simeoni, Cristina Berlini,Enea Garau, Filippo Fronzaroli, Flora Solar Tesio, Francesco Agostoni, Gaia Garau, Giada Giuliani, Giusi Calì, Guido Bendinelli, Guglielmo Eboli, Ivana Ebe Marconi, Krishna Durastanti, Laurel Corzo Hinojosa, Lido Conticelli, Liliana Cafiero, Margherita Martelli, Naima Durastanti, Nevio Sorresina, Nilo Eboli, Nora Gangemi, Oliver Gangemi, Pascal Leblanc, Patrizia Megale, Patrizia Subazzoli, Pedro Eboli, Petra Gangemi, Saverio Sorresina, Silvia Quarta, Simona Lombardelli, Simone Verniani, Stefania Ravaglia, Stefano Cicalini, Stella Esmeralda Tesio, Tiziano Leon Tesio, Tommaso Conticelli, Valeria Trumpy, Wolfgang Scheibe, Zeno Bendinelli

Ringraziamenti

  • il Barrino di Tatti e lo staff
  • Podere Cerro Balestro: Meri, Sergio, Mirco, Giada e Dario
  • Podere il Poderino: Enna e Bruno
  • Podere Pastini Olivi: Manuela, Vladimiro, Naima e Krishna
  • Agricampeggio Ixtlan: Valeria, Guido, Zeno ed Elio
  • Podere il Pianello: Erminia, Simonetta,Massimo, Sabrina, Marco, Daniela, Stefania, Asia, Elia, Matteo, Giulia, Simone, Giusi, Gabriele, Miriam, Valentina e Ismaele
  • Anna e Rolando
  • La Fattoria di Tatti: Andrea, Patricia, Virginia, Lorella
  • Il Circolino di Tatti: Morena, Sara, Cinzia e gli altri
  • Sequerciani: Ruedi, Mary, Oliver e Isabella
  • I Nocini: Simonetta, Noemi, Riccardo e Antonietta
  • Roselle e lo staff della Festa del Maggio

Litologia Partecipativa: la mappa dei partecipanti dal 24.4.20

Dopo una prima versione della mappa, presentata l’8 aprile scorso, da oggi si può navigare in modo interattivo fra collezionisti, classificatori, intrattenitori e sponsor partecipanti alla Litologia Partecipativa, grazie a Francesco Marucci di Bologna.

Per vedere la nuova mappa, eccovi il link: http://www.pibinko.org/litologiapartecipativa-mappa/

…da visitare sulla base de La collina dei ciliegi di Battisti reinterpretata da Niccolò Fabi (cfr. branobag dell’11.10.12).

Ecco i primi campioni classificati dalla litologia partecipativa

[come sottofondo per la lettura: Movin’ on Up, dal branobag del 26.3.19]

Procede il “piccolo esercizio di litologia partecipativa” (P.E.L.P.) avviato il 21 marzo scorso da Tatti (GR) dalla rete pibinko.org, la Jug Band Colline Metallifere, e geologi da varie regioni italiane per classificare collezioni domestiche di minerali sconosciuti ai loro proprietari.

Il flusso di lavoro prevede che ciascun campione sia fotografato da un collezionista, caricato in rete, visionato da almeno due dei classificatori, mentre gli intrattenitori propongono musica a tema e gli sponsor sponsorizzano.

Mauro Tirannosauro, l’outsider che ci voleva

Con un approccio fortemente orientato alla co-progettazione, l’attenzione di media internazionali e la presenza fra l’inquietante e l’esilarante di un tirannosauro che segue vari aspetti del progetto e canta, il progetto sta gradualmente crescendo. Partendo da una base di dieci, è dopo quattro settimane a una trentancinquina di persone tra Piemonte, Friuli, Toscana, Sardegna e Lazio che a vario titolo contribuiscono. Si ritrovano circa 250 campioni nel “radar” e una sessantina di brani a tema sassi, rocce e minerali. I brani vengono pubblicati quotidianamente dalla Jug Band Colline Metallifere nella rubrica Litobag.

La mappa dei partecipanti all’8 di aprile.

Dopo un mese dalla partenza, potete iniziare a vedere i primi campioni classificati, con un sacco di musica di sottofondo. Li riconoscerete nella galleria per lo sfondo beige, mentre quelli in via di rifinitura hanno sfondo bianco. Altrimenti li potete scorrere utilizzando questo link. Giorno per giorno andremo a validare le proposte dei classificatori, e quindi l’elenco aumenterà gradualmente.

La litologia partecipativa prosegue, fra resilienza, i senza il re, e una quota di postdadaismo strutturato. Si traguarda la metà di maggio come periodo per chiudere l’analisi del primo lotto di campioni raccolti virtualmente e organizzare un simpatico evento per presentarli.

Per informazioni e booking: micalosapevo@pibinko.org o 3317539228 (SMS e Whatsapp)

26.3.20 ore 21.15: la Litologia Partecipativa “a casa con voi” su Radio Popolare Milano

Dopo il passaggio di martedì scorso su Caterpillar di Radio Due, stasera spiegheremo un po’ cosa la rete pibinko.org, in collaborazione con la Jug Band Colline Metallifere, sta facendo in questo periodo dal campo base di Tatti (GR), fra progetti storici, riorganizzazione di alcuni archivi e la neonata Litologia Partecipativa.

Siccome ci dicono che scriviamo cose lunghe (anche se poi non è proprio così), proviamo a riassumerle in pochi minuti a voce!

Appuntamento alle 21.15 nel programma “A casa con voi“. In streaming su https://www.radiopopolare.it o FM 107.6 nel raggio di un centinaio di chilometri da Milano.