Archivi categoria: nazionale

14-1-2018: RAI 3 – Kilimangiaro “Alla ricerca del buio” in Val di Farma

Kilimangiaro di RAI 3 il 14-1-2018 ha proposto una puntata de “Il cacciatore di paesaggi” (Fabio Toncelli) avente come tema la ricerca del buio e in particolare la Val di Farma come luogo interessante per  la qualità del cielo notturno.

E’ possibile rivedere il reportage sul sito Raiplay su questa pagina.

La storia parte dall’Abbazia di San Galgano, che in effetti non è in val di Farma ma rappresenta il sito più visitato nella zona, per poi spiegare come a pochissima distanza si apra un territorio quasi sconosciuto, e da esplorare meglio.

Oltre a visitare alcuni siti poco noti e raccontare della BuioMetria Partecipativa, il narratore cita anche la Valle che non c’è .

 

 

Nuovo Orione n°300 (maggio 2017): Misuriamo il buio del cielo con la BuioMetria Partecipativa

Tre paginette scritte subito a ridosso del convegno Artificial Light at Night (ottobre 2016) per Nuovo Orione…pubblicate finalmente a maggio, per cui qualche punto si è nel frattempo sviluppato, ma sempre interessante.

L’articolo fa il paio con quello che mi è stato pubblicato su “Le Stelle” di gennaio (però scritto dopo quello di Nuovo Orione), affrontando la questione da punti di vista leggermente differenti.

gennaio 2017, Le Stelle, n. 163: A che punto è il cielo?

E’ uscito da un paio di giorni un articolo che ho scritto per uno dei due periodici di riferimento in Italia per la divulgazione astronomica.

Se seguite abitualmente gli articoli e le segnalazioni sulla buiometria partecipativa, non troverete notizie sostanzialmente nuove, anche se l’articolo è una buona sintesi in poche pagine. Inoltre potreste essere incuriositi dagli altri temi trattati dalla rivista.

Questa la presentazione sul sito della rivista (che riporto sotto per semplificare la lettura):

sezione “ASTROFILI”. A che punto è la notte (pag. 72)

Andrea Giacomelli

La BuioMetria Partecipativa: monitoraggio ambientale dai borghi dell’Alta Maremma all’Europa e ritorno. I risultati del progetto dell’Unione Europea “Loss of the night” realizzato da comuni cittadini con un lavoro di 4 anni

Si è concluso nell’ottobre scorso il progetto comunitario “Loss of the Night”, perdita della notte. Finanziato nell’ambito del programma COST dell’Unione Europea, era partito nell’autunno 2012. Vale la pena fare una sintesi dei risultati, specialmente per ciò che riguarda l’Italia. La comunità scientifica riconosce da anni che la luce artificiale, se utilizzata in modo eccessivo o improprio, produce inquinamento luminoso e costituisce un problema per gli effetti che ha su salute umana, fauna, flora, paesaggio – anche il cielo stellato è paesaggio – e consumi energetici.

 

 

21-7-2015, Audio dell’intervista di Macondo al Barto sulla palla a 21/palla eh, sui prossimi tornei e sul territorio

Potete riascoltare “pronti via”: L’audio dell’intervista ad Andrea Bartolini per Macondo: (MP3, 7 Mb).

Nella foto alcuni elementi del “gruppo di ascolto” al Bar Vineria La Combriccola di Torniella, subito dopo il collegamento radiofonico. il Barto è il primo a sinistra.

2015-08-21-ventunisti-alla-combriccola

Grazie ancora a Macondo e in particolare a Disma Pestalozza per l’ospitalità.