Archivi categoria: Dicono di noi

“Il mare d’inverno e gli yugband”, di Claudio Loda

Roccatederighi (GR)

Riporto con il consenso dell’autore una mail ricevuta ieri (1/1/2019). Il testo condensa alcune impressioni derivate da un soggiorno in Alta Maremma di quattro o cinque giorni, in cui al giorno 2 o 3 c’e’ stato un incontro con le iniziative che porto avanti assieme ai soci della Jug Band Colline Metallifere.

Il giorno mar 1 gen 2019 alle ore 11:02 Claudio Loda <….> ha scritto:

Il mare d’inverno , acqua limpida sabbia fine .. Piedi freddi , il 27 dicembre di quest’anno , non è un anno come gli altri , è il 2018 , ogni anno  è diverso , storie e conflitti sempre uguali ma è la fine del 2018 e la storia si ripeterà ogni anno ; i visi cambieranno gli anni passeranno gli umori sempre più cupi chiederanno un po’ di pace ma nessuno fino ad ora aveva conosciuto gli jugband dalle colline metallifere … Mare d’inverno, sole primaverile acqua limpida , tracce di piedi freddi nella sabbia .. Si riparte in auto .. Toscana eccoci .. Il medioevo ci aspetta ..si lascia Massa , poi il mare d’inverno i piedi freddi, auto verso l’interno , si lascia il sole , sul mare .. Ma lui no , non ci accompagna verso il silenzio e verso i colori della Maremma Toscana : no , un conto è il mare .. Barche sole bimbi .. Un conto la maremma silenzio e sudore terra colta di vino e di olio e di profumi .. Ma noi no non avevamo mai sentito gli  yugband delle colline metallifere . Non c’è tom tom .. Il telefono va e viene , solo la cartina di carta e un sollecito andate a Tatti .. Andate a visitare Tatti . Una e trenta fame da lupi tutto chiuso .. Pizzerie rosticcerie salumerie farmacie tutto chiuso si riapre alle 16,30 .. Avete fame pazienza .. Avete sete pazienza .. Malati .. Ritornare alle 16, 30 .. E’ la dura legge del riposo del lavoratore .. La coop ? Spengono le luci .. Alle 13,32 .. Qui non esiste l’aria del continuato .. Qui non si continua nulla ci si ferma .. E’la dura legge del lavoratore . L’auto va tra silenzi e colori , un verde appannato da un giallo autunnale , le foglie ancora tutte sugli alberi , fuso orario diverso , no siamo vicino a Tatti !! La maremma è un altra cosa il sospetto c’è .. Un bar aperto ? No tornate alle 16,30 . Turisti per caso o turisti assetati di cultura medievale , si sale si scende scale e scalette case in pietra in vendita e non , solo le tende appese alle pareti o minuscoli alberi di natale ci fan capire che qualcuno dentro respira ed è vivo .. Il resto è silenzio .. Nessun viso nessun passo ci accompagna : ma noi non avevamo ancora sentito gli yugband delle colline metallifere . Si riparte destinazione roccastrada , da che parte non si sa .. E allora ecco sotto un cielo pieno di nubi nere , e solo lì solo a Tatti ,è così perché intorno a noi è sereno,un auto , un furgoncino .. Due anime .. Le prime anime di Tatti . Eila salve va bene la strada per Roccastrada? La manovella del finestrino si abbassa piano piano .. Un uomo si affaccia : ti piacciono le curve ? Beh si .. Allora continua così al ritorno scendi dal basso per vedere il tramonto maremmano …. Grazie e ciao gli rispondo , mi guarda e mi chiede a te piace il rock ? Lo guardo , ti piace il rock ? Certo .. Fermati e ascolta questo alza la radio: tra 26 secondi sentirai che batteria sentirai che rock .. Scandisce i secondi guarda il suo accompagnatore che accenna un movimento di batterista .. I due sembrano usciti da un fumetto ..scena : auto ferma silenzio , nessuno per la strada , nubi nere colme di piogge : e solo rock !!!!! Dopo il primo pezzo , ascolta anche questo senti che voce sembra joe cocker agli esordi e un altro ancora alla janis joplin .. Chi è che suona ? Il nome non lo ricordo ma è un cd che gli hanno regalato per il suo compleanno il 5 dicembre : si presentano : lui architetto nato in Germania ma battezzato a Tatti .. L’amico dai capelli bianchissimi e tratti di viso rugosi musicista di blues per tanti anni a Stoccarda sempre in Germania ..27 dicembre a Tatti .. 2018 il cielo senza sole ma tante nubi solo il rock rompe il silenzio dei negozi chiusi e del riposo del lavoratore . Noi il 29 dicembre suoniamo a Montemassi , facciamo rock anche il nostro rock ma quella sera no : ci hanno ingaggiati solo per musica rock del 1968 .. Il mio viso si illumina il cielo si apre , Tatti si rianima .. Dove quando è perché .. Strappa un autoadesivo scrive un numero di telefono e scrive il nome di Mara chiamate e prenotate .. Ci vediamo il 29 a Montemassi !! Ora è tardi , voi dove alloggiati ? Noi a Massa  Marittima .. Noi o meglio loro ci rispondono noi andiamo ora a far le prove per la serata a Massa Marittima .. Se tornate presto ci facciamo un aperitivo insieme .. Musica anni 68 , curve su curve , Roccastrada,  Chiusdino, San Galgano .. Cielo a nubi qualche accenno di pioggia .. Il tour della Toscana continua .. Apro l’autodesivo e leggo : yugband delle colline metallifere .. Il 29 dicembre non è poi così lontano da questo 27 dicembre di questo strano e creativo 2018 , sono le 16,30 la fame è passata , un caffè un tè.. Si prenota alla signora Mara .. Ho solo una certezza La musica mi accompagnerà anche il prossimo anno in quel tour chiamato vita.